Recensione Fitness Tracker Mpow, finalmente il rivale della Xiaomi Mi Band 2

Recensione Fitness Tracker Mpow, minimale ed elegante, finalmente esiste una valida alternativa a Xiaomi Mi Band 2.

E’ inutile negarlo, quando si parla di fitness tracker economici Xiaomi Mi Band 2 vanta un posto di primo piano. Oggi, però, c’è l’alternativa, molto più facile da reperire, perfino su Amazon Italia, ed è il bracciale smart Mpow. Costa quanto il rivale cinese, ha un’ottima estetica, ed anche armi in più come abbiamo potuto constatare durante la nostra recensione

Il Fitness Tracker Mpow ha dalla sua l’estetica. Davvero sottile e leggero, non lo si sente al polso, è comodo da indossare, anche 24 ore su 24. Dispone di un piccolo display OLED, che si stende in verticale ( benché sia possibile selezionare anche un orientamento della UI in orizzontale), leggibile in qualsiasi condizioni di luce, anche all’aperto. Questo permette, semplicemente con la rotazione del polso, di poter leggere orario e data, mentre il pulsante a sfioramento posto sulla parte bassa consente l’accesso a tutte le altre informazioni: passi, battiti del cuore, km percorso e calorie bruciate. Con una lunga pressione dello stesso tasto, invece, si avvia una sessione di corsa. Questo vuol dire che l’utente potrà tenere traccia di tutti i dati registrati, anche solo in riferimento ad un singolo allenamento.

Recensione Fitness Tracker Mpow

Dal punto di vista del funzionamento Fitness Tracker Mpow non sembra sbagliare un colpo. Lo abbiamo messo a confronto con bracciali e orologi più professionali, come AmazFit e GearFit 2 di Samsung. I dati registrati dal piccolo bracciale Mpow sono, decisamente simili sia per ciò che concerne la registrazione dei passi, che anche le informazioni per il battito cardiaco. Non solo, ma a differenza di molti altri bracciali, anche più costosi, il monitoraggio del cuore avviene sempre e comunque in tempo reale. Questo vuol dire che non ci sono tempi d’attesa: basta premere il pulsante per richiamare l’hub dedicato ai battiti del cuore per vedere immediatamente la misurazione. Anche in questo caso, i dati restituiti sembrano essere, il più delle volte, verosimili.

Fitness Tracker Mpow è anche un ottimo notificatore. Di certo non può sostituire Android Wear o Apple Watch, ma segnala al polso diverse tipologie di messaggio in entrata relative a chiamate, SMS, messaggi WeChat, Whatsapp, Gmail e Line. Purtroppo non è possibile aggiungere ulteriori applicativi e le notifiche risulteranno, dunque, limitate a queste app predefinite. Coprono, comunque, gran parte delle chat più diffuse, e già la semplice presenza di WhatsApp risulterà gradita ai più. Ovviamente, non è possibile rispondere dal bracciale.

Tra le altre caratteristiche di primo piano la certificazione IP68, che lo rende completamente resistente all’acqua: questo vuol dire poter realmente indossare il bracciale 24 ore su 24, quindi anche durante una nuotata in piscina o, più semplicemente, sotto la doccia. Al suo interno una batteria da appena 75 mAh, che permette però un’autonomia di parecchie settimane, anche se varia in base all’uso. Per calcolare semplicemente passi e dati sul sonno si potrà arrivare anche a 30 giorni, mentre se lo si utilizza nel quotidiano quale alleato durante una corsa, e per ricevere numerose notifiche, l’autonomia si ridurrà di molto, ma rimarrà comunque superiore alla media di molti alti bracciali dello stesso tipo.

Anche lato software questo Fitness Tracker Mpow è davvero competitivo e non teme confronti con Xiaomi Mi Band. Mentre la quasi totalità di bracciali fitness cinesi economici presenta applicativi assolutamente datati e dalla UI imprecisa e preistorica, questa volta Lifesense Health, disponibile gratis per iOS e Android, fa il suo lavoro. L’interfaccia risulta assolutamente minimale, vivace, moderna e funzionale. Questa volta, insomma, si ha finalmente la sensazione di un prodotto curato nei dettagli, non solo dal punto di vista del design, ma anche da quello del software.

Conclusioni

Fitness Tracker Mpow è davvero un rivale di Xiaomi Mi Band 2. Economico quanto il bracciale cinese più noto, presenta a schermo tutte le informazioni che ci si aspetta da una periferica del genere, potendo contare anche sulle notifiche al polso per app e chiamate. Anche lato software, questa volta, l’utente si ritroverà di fronte ad un prodotto curato sotto tutti i punti di vista.

Su Amazon costa 31,99 e si acquista direttamente da qui.

PRO

  • Estetica di buon livello
  • Svolge senza intoppi tutte le funzioni per cui è studiato
  • Notifiche in entrata per alcune app e chiamate
  • Prezzo molto economico

CONTRO

  • Sistema di aggancio del cinturino