Recensione Xiaomi Smart4u, il casco per ciclisti con luce LED posteriore

Protezione simile ad altri del suo genere ma con una luce LED posteriore alimentata da batteria ricaricabile per migliorare la visibilità di notte e per le strade trafficate

Recensione Xiaomi Smart4u, il casco per ciclisti con luce LED posteriore

Xiaomi Smart4u è un casco per ciclisti diverso dai soliti perché incorpora una luce LED posteriore, motivo per cui entra di diritto nella categoria di dispositivi tech e per il quale abbiamo deciso di approfondire il discorso con una presa di contatto.

Com’è fatto

Di primo acchito sembra un comunissimo casco per ciclisti. La forma e i materiali che lo costituiscono infatti non si discostano poi molto da quello dei suoi fratelli “analogici”, con 12 fori che assicurano un’ottima ventilazione della testa.

Combina policarbonato per la scocca esterna con polistirene espanso sinterizzato per le imbottiture interne, garantendo estrema leggerezza (pesa intorno ai 370 grammi) da una parte e al contempo anche un’elevata resistenza agli urti e un conseguente buon assorbimento degli impatti in caso di caduta.

Il modello in prova è una taglia L, per teste con una circonferenza compresa tra i 57 e i 61 centimetri ma è disponibile anche in taglia M maggiormente indicato per donne o teste di circonferenze inferiori ai 57 centimetri.

Attraverso una rondella posta sul retro è possibile regolare la presa del casco, assicurandosi così che calzi perfettamente. Basta ruotarla per adeguarla alla conformazione della propria testa. La rotazione procede a piccoli scatti con un bloccaggio davvero ottimo, tanto che risulta impossibile allargarlo provando a tirare con forza la fascia interna del casco.

Ovviamente regolare questo componente non basta per assicurare la giusta protezione: il casco va infatti allacciato per mezzo delle due cinghie laterali, di colore marrone chiaro, per mezzo di una clip in plastica sotto al mento.

Ciascuna cinghia può essere allentata o stretta maggiormente regolando la lunghezza del cavo con le due clip laterali, mentre il comfort sotto al mento è garantito da una fascia imbottita a strappo che protegge il cavo e può rivestire anche il moschettone di apertura-chiusura del sistema di sicurezza.

La particolarità, come dicevamo, risiede nella presenza di una luce incorporata sull’area posteriore e dotata di 7 LED posti in fila. La torcia ha un suo incavo ben congegnato e si accende con la semplice pressione di un pulsante, vicino al quale troviamo invece – ben protetto da un tappo in silicone – il connettore per la ricarica della batteria interna.

Questa è l’unica nota stonata, in quanto usa un sistema proprietario che fa uso di uno speciale spinotto magnetico, certamente più pratico da utilizzare ma quasi impossibile da sostituire in caso di danneggiamento del cavo.

Come funziona

Per accendere la torcia è sufficiente pigiare a lungo il tasto On/Off. Dopo circa 3-5 secondi la luce LED si accende: a quel punto sarà possibile premere rapidamente il pulsante per passare da una modalità di lampeggio all’altra, selezionando così lo stile di illuminazione che più si preferisce (c’è una modalità a risparmio energetico che fa lampeggiare un solo LED centrale e, una che consuma più energia ma garantisce maggiore visibilità, che fa lampeggiare tutta la striscia di LED in modalità quasi strobo).

Come va

Il casco calza piuttosto bene, non pesa e non da fastidio. Protegge bene la testa e, grazie al suo spessore, si crea una mini-visiera frontale che protegge anche dal sole. L’autonomia della batteria (455 mAh) è ottima: ben 36 ore con la modalità meno esosa in termini di consumi e supera le 8 ore con la modalità che attiva il numero di LED maggiore, potendo così accompagnare i ciclisti notturni per un’intera sessione di allenamento pomeridiana e che potrebbe proseguire fino a tarda sera. Si ricarica poi completamente in circa 3 ore anche utilizzando una comune powerbank.

Recensione Xiaomi Smart4u, il casco per ciclisti con luce LED posteriore

Conclusioni

Xiaomi Smart4u rappresenta una valida alternativa ai caschi tradizionali specialmente se l’intenzione è quella di uscire in bicicletta al crepuscolo o nelle ore più buie. Il vantaggio infatti risiede unicamente nella presenza della luce LED posteriore, che aumenta – e di molto – la visibilità del ciclista in strada. Non sostituisce il classico gilet giallo fluo con bande catarifrangente ma è piuttosto un ottimo accessorio da accompagnare al proprio setup.

Peccato manchi una torcia frontale o un piccolo LED lampeggiante di colore bianco, certamente utile anche per segnalare la propria presenza anche alle automobili che giungono frontalmente.

Pro

  • Luce posteriore incorporata
  • Leggero
  • Misura regolabile
  • Traspirante
  • Protettivo

Contro

  • Manca una luce LED frontale
  • Lo spinotto per la ricarica usa un attacco proprietario

Prezzo al pubblico

Xiaomi Smart4u è in vendita su GearBest al prezzo di circa 32 euro.