Recensione Logitech MX Vertical, il mouse ergonomico a cinque stelle

Logitech MX Vertical è un mouse verticale che porta in dote tutta la classe e le caratteristiche più avanzate del marchio svizzero/americano. Adatto a più utenti di quanto si possa pensare ad un primo sguardo.

Recensione Logitech MX Vertical, il mouse salutare a cinque stelle

Il Logitech MX Vertical appartiene alla categoria di mouse verticali, una nicchia di accessori per Mac e PC Windows sin troppo spesso sottovalutata dai più, nonostante i problemi dovuti al cattivo utilizzo di mouse e tastiere siano ben più di quanto si pensa (tra tutti spicca la sindrome del tunnel carpale).

Logitech, marchio leader sul mercato, ha scelto questa strada per l’ultimo nato ma diversamente da altri marchi ha preferito proporne un profilo di alto livello, premiando gli utenti che vogliono percorrere questa strada dotandoli delle stesse cure nei materiali, nel design e nella tecnologia di prodotti top come l’MX Master 2S o l’MX anywhere 2S.

Il risultato, lo anticipiamo, è una vera e propria pietra miliare delle periferiche di controllo, un accessorio che appare come un obiettivo di prima scelta piuttosto che un ripiego, anche se all’inizio serve necessariamente e letteralmente “farci la mano”.

Logitech MX Vertical, la recensione

Scatola, accessori e software

All’interno della scatola trovano posto il mouse vero e proprio, la chiavetta USB-A per la connessione Wi-Fi, un paio di piccoli fogli per le istruzioni preliminari e un cavo USB-A/USB-C per la ricarica. Oltre a questo è suggerita l’installazione di Logitech Option, una App non strettamente necessaria ma che permette la personalizzazione di tutte le funzioni del mouse nonché l’attivazione di Flow, come vedremo successivamente.

Qui Logitech Option ce l’avevamo già dato l’utilizzo di Logitech MX Anywhere 2S, per cui una volta collegata l’antenna Wi-Fi il software ha rilevato subito il mouse e abbiamo provveduto a verificare i dettagli di configurazione, spostando ad esempio il movimento della rotella da Standard a Naturale, allineandolo con quello di macOS.

Recensione Logitech MX Vertical, il mouse salutare a cinque stelle

Come tutti i mouse Logitech MX di ultima generazione, anche Logitech MX Vertical supporta tre diverse connessioni (su uno, due o tre diversi computer) tramite un semplice selettore nella parte inferiore del mouse: oltre alla connessione wireless è possibile connetterlo via Bluetooth oppure via cavo (durante la ricarica) così come è possibile eseguire lo switch al volo, situazione molto comoda per chi ha più computer.

La connessione wireless, tra l’altro, ne permette l’uso sino a quattro mesi, che ovviamente non abbiamo potuto verificare per ovvi limiti redazionali: il mouse è comunque arrivato con una batteria a circa il 50% di ricarica.

Recensione Logitech MX Vertical, il mouse salutare a cinque stelle
Il contenuto della confezione (Mac a parte): mouse, cavo di ricarica, antenna Wi-Fi

La forma

La forma del mouse, per chi non ha mai usato un prodotto verticale, è senza dubbio originale: ricorda un po’ alla lontana il progetto dell’MX Master originale, ma con un angolo di rotazione di 57° che accompagna l’appoggio della mano in una posizione, appunto, verticale.

Questo comporta una minore torsione del braccio e un utilizzo meno stressante delle articolazioni della mano, in parti9colare di quelle metacarpi e del trapezoide: il pollice è comunque libero di utilizzare i due pulsante posti al lato sinistro, programmabili, e il pulsante superiore che serve a eseguire uno switch veloce di velocità.

Recensione Logitech MX Vertical, il mouse salutare a cinque stelle
L’impugnatura del mouse non stressa le ossa del dorso della mano

Nel lato opposto si trovano i due pulsanti e la rotella, precisa, che funge da ultimo pulsante.
La superficie superiore è costituita da gomma viscosa ottima soprattutto in estate, quando la mano tende a sudare e la presa diventa meno salda, mentre la parte inferiore è costruita da plastica rigida di colore nero opaco.

Un piccolo led appena sotto alla scritta Logi accompagna lo stato della carica, che è effettuata tramite il cavo USB-A/USB-C in dotazione, che si collega da un connettore posto nella parte frontale, in modo da poterlo usare continuamente, anche durante la carica.

Impressioni

Per chi come il sottoscritto non soffre di disturbi alla mano mouse di questo tipo offrono una esperienza un po’ particolare: anche perché il mouse stesso non è una cura ai problemi al polso, me ne allievi solamente i sintomi. All’inizio, dopo aver scaricato e installato i driver, Logitech MX Vertical si è lasciato abbracciare (letteralmente, è questa la sensazione che offre il mouse) e trasportare nel tappetino che utilizziamo di solito.

Il mouse è molto leggero e, contrariamente a quanto ci si sarebbe aspettato, abituarsi non è difficile: la precisione di 4000 dpi (non regolabile) è sufficiente per tutti i compiti d’ufficio e il software, fatto veramente bene, permette di personalizzare i comandi e anche di automatizzare alcune funzioni.

Per il resto una volta assimilato il nuovo paradigma si lascia utilizzare tranquillamente, riuscendo a mostrare in più occasioni una classe da far invidia, come d’altra parte ci si aspetta da un marchio top come Logitech.

La possibilità di utilizzare la funzione Flow, di cui abbiamo già parlato nella recensione dell’MX anywhere 2S, è stata saltuaria, ma ci ha permesso di saltare tra l’iMac di casa e il MacBook Pro che teniamo in borsa, ma che di tanto in tanto tiriamo fuori anche a casa per il passaggio di qualche documento.

Utilizzare prodotti come Illustrator, Photoshop, Office 365 e anche Vellum non è stato un problema e anzi, la mano sembra restare più leggera anche dopo diverse ore di utilizzo, mentre con i giochi meglio tornare a qualche cosa di più tradizionale, così come con operazioni complesse come lo scontorno in Photoshop, laddove non è tanto la forma ma il peso del mouse (forse troppo leggero) e la precisione a chiamare qualche cosa in più (che Logitech pure ha e che a noi piace molto).

Recensione Logitech MX Vertical, il mouse salutare a cinque stelle
Il connettore anteriore, del tipo USB-C/USB-C

Considerazioni

Siamo sinceri, nonostante le premesse date dal marchio alle spalle, Logitech MX Vertical è stata una vera sorpresa: la qualità dei materiali, la precisione ottima per un prodotto di nicchia, l’eccellente software Option a corredo e il plus di poter utilizzare le capacità Flow nel comandare altri Mac o PC Windows rendono questo accessorio davvero importante, sicuramente il migliore nella sua categoria.

Un prodotto che farà felici chi ha problemi al polso, ma che porterà sollievo anche a chi non ne ha ma ha paura di arrivarci, chi sta tante ore davanti al computer con il mouse in mano e anche a chi vuole qualche cosa di originale nella scrivania, che Logitech offre con un design azzeccato e di classe.

Recensione Logitech MX Vertical, il mouse salutare a cinque stelle
Il software Logitech Option, qui nella finestra che mostra lo switch veloce di velocità, funzione ereditata direttamente dai mouse da Gamer

Il prezzo, lo diciamo subito, è un po’ alto per un mouse da ufficio: la classe c’è e la tecnologia pure, lasciamo quindi decidere agli utenti se e come ne vale la pena, ma se avete il minimo sentore di un affaticamento alla mano secondo chi scrive una valutazione seria ci sta (anche perché il Magic Mouse di Apple, giusto per fare un confronto, è molto basso e tende ad affaticare di più la mano di un mouse tradizionale).

Pro:
• Design di classe
• Software eccellente
• Possibilità di essere associato a più computer (via switch o flow)

Contro:
• É un prodotto di nicchia, serve capire che cosa si sta acquistando
• Il prezzo è un po’ alto

Prezzo: 114.99 Euro (in offerta a 79,90 Euro su Amazon.it)

Logitech MX Vertical è reperibile attraverso la grande distribuzione in Italia, oppure direttamente dal sito web di Logitech. In alternativa, è disponibile presso Amazon.it anche con un piccolo sconto, per chi lo desidera anche con una custodia protettiva per chi viaggia.