Recensione Yi Dome Camera 1080p, sicurezza domestica a tutto tondo

Macitynet prova Yi Dome Camera 1080p, camera per la sicurezza domestica low cost, elegante e minimale, che ruota comprando a 360 gradi la stanza: funziona bene, il cloud in abbonamento è un valore aggiunto.

In questi ultimi mesi sembra ampliarsi sempre più la moda delle camere di sicurezza domestica. Tra i protagonisti della scena sicuramente Yi, società cinese precedentemente associata al marchio Xiaomi, che ha raggiunto maturità e autonomia nel corso degli anni. Precedentemente abbiamo testato la camera per esterni della stessa società, e la Yi Home 1080p per interni, mentre questa volta la redazione di Macitynet mette alla prova la Yi Dome 1080p, camera di sicurezza per uso indoor motorizzata, per riprendere tutto ciò che accade all’interno della stanza in cui è posizionata, senza lasciare angoli morti.

Come è fatta

Anzitutto l’estetica. Considerando che si tratta di una camera di videosorveglianza da piazzare all’interno della propria abitazione, anche l’occhio vuole la sua parte. All’apertura della confezione siamo rimasti piacevolmente sorpresi: la camera è ancor più bella rispetto a quanto appare in foto. Design pulito e minimale, molto elegante e raffinata, soprattutto nella colorazione bianca da noi testata. A differenza di Yi Camera, questa Yi Dome presenta un corpo totalmente differente, per via di una base motorizzata che permette alla camera di effettuare una rotazione bidirezionale, così da coprire a 360 gradi, anche grazie alle lenti grandangolari da 112 gradi.

Il design della camera, grazie all’ampia base permette di posizionarla in modo stabile su una qualsiasi superficie piana, come mensole, scrivanie e quant’altro, ma inclusa nella confezione è disponibile anche un piccolo adattatore per fissarlo a muro.

Yi Dome

Sulla parte alta spicca il grande “occhio” , mentre sul retro in basso, quasi nascosto, l’alloggiamento per la MicroSD, che consente di immagazzinare immagini e video riprese direttamente dalla telecamera, anche se il valore aggiunto è rappresentato dalla possibilità di sottoscrivere abbonamenti cloud, per registrazioni video nella nuvola, da consultare naturalmente in remoto. Viene fornita, ovviamente, con il suo cavo MicroUSB, per l’alimentazione, che deve essere fornita costantemente, non essendo la camera dotata di un’apposita batteria.

yi dome

Dal punto di vista estetico si tratta di una delle camere motorizzate maggiormente apprezzabili, molto elegante e discreta, adatta certamente ad ambienti moderni. Dal vivo, ribadiamo, è ancor più apprezzabile e minimale di quanto non possa sembrare nelle foto, dove appare più “massiccia” e “goffa”.

yi dome

L’abbinamento della camera allo smartphone è pressoché identico a quello della Yi Home. Richiede il download dell’app gratuita Yi Home, disponibile su iOS e Android. Dopo aver effettuato il login sarà possibile dapprima inquadrare il codice QR presente sulla camera e, successivamente, inquadrare con la camera il codice QR mostrato a schermo su smartphone o tablet. A differenza di quanto accaduto con Yi Home, quest’ultimo passaggio non ci ha destato alcuna difficoltà; la camera ha immediatamente riconosciuto il codice QR a schermo. Naturalmente, dopo il primo abbinamento sarà sufficiente avviare l’app e iniziare a godere delle immagini trasmesse in diretta dalla telecamera.

yi dome

Caratteristiche tecniche

La Yi Home Camera 1080p è dotata di un obiettivo in vetro lucido con sensore grandangolare da 112° ad alta risoluzione da 1080p, combinato con gamme di rotazione orizzontale a 345° e verticale a 115°. Questo permette di ottenere una copertura a 360° della stanza. Due modalità di rotazione automatica a scelta. La prima, chiamata Panorama, permette alla fotocamera di girare automaticamente con una copertura a 360 gradi. La seconda, Personalizzata, permette all’utente di scegliere la modalità preferita, pre impostandone fino a 8: in questo caso la camera ruoterà automaticamente in base alla personalizzazione salvata nell’app.

Offre funzioni di visione notturna con 8 perline di 940 NM LED a infrarossi, con una distanza di visione abbastanza chiara fino a 5 metri. A differenza della Yi Home, questa Dome offre anche modalità di tracciamento: se impostata, la funzione permette alla camera di muoversi automaticamente quando inquadra un soggetto. Durante i nostri test abbiamo registrato un buon funzionamento della tecnologia, anche se non è in grado di seguire, ovviamente, i movimenti più repentini e veloci.

Considerando che si tratta di immagini di sorveglianza, che spesso saranno visualizzate su schermo medio piccoli, come quelli di smartphone e tablet, si tratta di una qualità video assolutamente appagante. La risoluzione particolarmente alta consente anche di effettuare zoom su determinate zone dell’immagine.

La camera dispone di altoparlante e microfono integrati, così da fungere quale vero e proprio interfono per una conversazione tra chi sta fuori, e che si trova dentro casa. Sono due le modalità audio disponibili: citofono e hands free. La prima necessita di mantenere l’icona del microfono cliccata per poter inviare messaggi audio in casa, mentre con la seconda sarà possibile parlare, come se si stesse facendo una camera in vivavoce.

yi dome

Ovviamente, la qualità audio non è quella limpida e cristallina di una conversazione tradizionale in vivavoce, ma è assolutamente accettabile e consente di inviare e ricevere feedback audio di qualità. Anche l’audio a due vie, come la qualità video, è assolutamente da promuovere.

Come funziona

A livello di funzionamento, Yi Dome pareggia i conti con Yi Camera, e nel quotidiano risulta essere assolutamente efficiente. Avviando l’app, sarà sufficiente cliccare sul flusso video della camera per avere immagini in diretta sempre puntuali e cristalline. Non abbiamo riscontrato alcun problema nel collegamento, e ad ogni accesso sono bastati davvero pochi secondi per ottenere il feed audio video trasmesso dalla telecamera. Seppur migliore, anche questa Yi Dome sembra avere qualche incertezza nel rilevare il movimento e inviare notifiche a smartphone e tablet.

yi dome

Yi Dome Camera, infatti, è dotata di sensore che rileva i movimenti e fornisce un avviso in tempo reale. Durante i nostri test, in molti casi, la camera ha correttamente rilevato i movimenti inviando con qualche piccolo lag (si tratta di pochi secondi) la notifica al dispositivo iOS. Su iPhone e iPad funziona sempre correttamente, mentre su Android la notifica fatica ad arrivare. Si tratta, però, di problemi legati al sistema operativo del robottino verde e alle ottimizzazioni per la batteria: su iOS, ribadiamo, le notifiche arrivano sempre puntuali.

yi dome

Il consiglio, per un migliore funzionamento su Android, è quello di  eliminare qualsiasi ottimizzazione batteria all’app Home, e di bloccare, ove possibile, l’applicativo nel multitasking. In questo modo siamo riusciti, nell’80/90% dei casi ad ottenere una notifica puntuale della rilevazione del movimento.

yi dome

C’è da dire, comunque, che ad ogni movimento correttamente rilevato, l’app registra un flusso video di pochi secondi, restituendo all’utente una visione chiara di chi si è mosso all’interno della stanza.

Applicazione

L’applicazione Yi Home è davvero ben fatta e minimale, ma offre una interfaccia ben navigabile. Il tab camera mette subito in risalto i flussi video delle varie camere di sorveglianza installate in casa, mentre la scheda avvisi mostra tutti i movimenti rilevati, con tanto di registrazioni video, mentre il tab servizi in abbonamento apre una finestra al cloud Yi, che offre numerosissime opzioni di abbonamento, per registrare sul cloud ciò che viene ripreso dalla camera.

Yi Dome camera, come già accennato, è motorizzata. Questo vuol dire poter gestire il movimento della camera, sia orizzontalmente, che verticalmente. Per farlo è sufficiente utilizzare il controller virtuale a schermo che appare quando si accede al flusso in diretta della camera. Sì, sembra proprio lo stesso controller utilizzato da iPod Classic.

Servizio Cloud

Ed eccoci a quello che, secondo noi, rappresenta davvero un plus. Si tratta della possibilità di registrare le. immagini nel cloud, e quindi guardarle in qualsiasi momento attraverso lo smartphone. Abbiamo testato il servizio in abbonamento su cicli di registrazione di sette giorni, con registrazione nel caso di movimenti ripresi dalla camera. Funziona tutto alla perfezione. E’ sufficiente accedere alla schermata principale dell’app e selezionare la voce “Guarda” posta al di sotto di ciascuna telecamera. Si accederà immediatamente alle immagini registrate e inviate al cloud. Nel nostro caso la camera registrava correttamente, senza perdere un colpo, tutte le immagini in cui venivano percepiti movimenti.

yi dome camera cloud

Il funzionamento del servizio è stato impeccabile: lasciando la stanza per pochi minuti, per poi rientrare, abbiamo costatato effettivamente un invio delle immagini al cloud preciso, con un flusso video interrotto solo per quei minuti di assenza. Esistono poi piani che consentono di registrare a ciclo continuo, senza interruzioni, quindi anche nel caso in cui la camera non rilevi movimenti. In questo caso il costo è certamente maggiore, ma potrebbe valerne davvero la pena.

Le opzioni di abbonamento sono numerosissime. E’ possibile scegliere piani che prevedono la registrazione per un ciclo temporale di 7 giorni, fino ad un ciclo mensile. Ancora, è possibile scegliere se registrare 24 ore su 24, oppure se inviare al cloud solo le registrazione dei movimenti. A seconda delle soluzioni scelte il prezzo varia da 20 a 180 euro l’anno.

yi dome camera

Conclusioni

Yi Dome Camera è assolutamente consigliata. Sempre precisa nel mostrare le immagini in tempo reale da remoto, offre la comodità di poter girare la camera a proprio piacimento attraverso un pratico cursore, che ricorda il sistema di controllo di un vecchio iPod. Il servizio cloud è un valore aggiunto, anche abbastanza economico, ma soprattutto funzionale ed efficiente. Ancora qualcosina da migliorare nella rilevazione del movimento, che sembra avere ancora qualche piccola nota d’ombra.

La versione 720p costa 39,99 euro su Amazon, mentre quella in prova con risoluzione 1080p costa 59,99 euro.

PRO

  • Esteticamente minimale
  • Ottima la possibilità di rotazione
  • Registrazione su MicroSD
  • Flusso video cristallino
  • Modalità audio a due vie
  • Cloud funzionale
  • App ben fatta
  • Qualità/Prezzo

CONTRO

  • Rilevazione di movimenti al 90%