Se usate Google Chrome su Mac, Windows e Linux, aggiornatelo subito

L’ultima versione di Google Chrome per desktop risolve un problema zero-day che può essere utilizzato da un malintenzionato per portare a buon fine un attacco

Se usate Google Chrome su Mac, Windows e Linux, aggiornatelo subito

Aggiornate Google Chrome su tutti i vostri dispositivi desktop. Che siano computer Mac o Linux ma soprattutto Windows, l’azienda consiglia di installare l’ultima versione stabile (72.0.3626.121) in quanto risolve un problema di sicurezza che poteva mettere a rischio la macchina.

Secondo quanto segnalato da Google attraverso un post sul blog ufficiale, la nuova versione 72.0.3626.121 di Chrome per desktop patcha un bug zero-day identificato con la sigla CVE-2019-5786 che era attivamente utilizzato dai malintenzionati per portare a termine degli attacchi.

Questa nuova versione è stata rilasciata il 1 marzo e chi non l’avesse ancora installata è invitato a farlo al più presto avviando l’app sul proprio computer, cliccando sulla voce “Altro” in alto a destra e quindi cliccando sul pulsante “Aggiorna Google Chrome” (se non trovate questo pulsante significa che avete già installato la versione più recente, magari grazie alla funzione di aggiornamento automatico attiva). Al termine dell’aggiornamento, riavviate il browser.

Se usate Google Chrome su Mac, Windows e Linux, aggiornatelo subito

Questo errore di sicurezza riguarda tutte le versioni desktop di Chrome ma è un problema soprattutto per gli utenti Windows 7. Nello specifico, grazie ad un errore della gestione di memoria per l’API FileReader di Chrome, un malintenzionato può essere in grado di leggere i file locali presenti su un computer desktop ed eseguire codice dannoso attraverso alle app Web.

Questo problema, scovato dal ricercatore Clement Lecigne del Threat Analysis Group, fortunatamente non influenza la versione iOS di Google Chrome.