HomeMacityFinanza e MercatoTicketOne condannata dall’antitrust italiano con multa da 10 milioni di euro

TicketOne condannata dall’antitrust italiano con multa da 10 milioni di euro

TicketOne condannata dall’Antitrust. L’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato ha concluso la sua indagine contro il colosso della vendita dei biglietti per concerti con una sanzione di 10 milioni di euro.

La società CTS Eventim-TicketOne è stata condannata dal Garante per abuso di posizione dominante, ottenuta mediante “una complessa strategia abusiva di carattere escludente che ha precluso agli operatori di ticketing concorrenti la possibilità di vendere, con qualsiasi modalità e tramite qualsiasi canale, una quota particolarmente elevata di biglietti per eventi live di musica leggera”.

Le condotte incriminate, come si legge nel comunicato ufficiale, risalgono già al 2013, alcune delle quali sono ancora in corso. Tra queste la stipula “di contratti di esclusiva con i produttori e gli organizzatori di eventi live di musica leggera, nelle acquisizioni dei promoter nazionali Di and Gi S.r.l., Friends & Partners S.p.A., Vertigo S.r.l. e Vivo Concerti S.r.l., nell’imposizione dell’esclusiva sui promoter locali, nella stipula di accordi commerciali con gli operatori di ticketing di dimensione minore o locale e nei comportamenti di ritorsione e boycott nei confronti del gruppo Zed, anche per escludere dal mercato rilevante Ticketmaster, un nuovo operatore di ticketing”.

TicketOne condannata per abuso di posizione dominante: 10 milioni di multa dall’Antitrust

Secondo l’antitrust, tali condotte hanno danneggiato anche i consumatori, perché di fatto il colosso ha potuto così praticare commissioni di vendita dei biglietti per eventi live di musica leggera superiori a quelli dei concorrenti, limitando inoltre le possibilità di scelta e di acquisto dei consumatori tra i diversi operatori di ticketing (c.d. multihoming).

Oltre alla sanzione, il Garante ha imposto all’impresa dominante di concedere agli operatori di ticketing concorrenti la possibilità di vendere con qualsiasi modalità e mediante qualsiasi canale, a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie, almeno il 20% del totale dei biglietti relativi agli eventi live di musica leggera prodotti o distribuiti da ciascun promoter, ovvero dagli operatori di ticketing vincolati in esclusiva al gruppo CTS Eventim-TicketOne.

Va da sé che il provvedimento è stato già contestato e criticato da TicketOne, che ha già fatto sapere di voler impugnare il provvedimento innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale competente.

Per tutte le notizie che trattano di Finanza e Mercato si parte dai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

Bozza automatica

iPad Pro M1 da 11″ 256 GB al minimo storico vi costa solo 826 €

iPad Pro 11" M1 2021 è in sconto su Amazon Lo comprate a solo 826 €. Minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial