fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Tre mesi dopo essere diventato CEO, Kevin Mayer lascia TikTok

Tre mesi dopo essere diventato CEO, Kevin Mayer lascia TikTok

Solo tre mesi dopo essere stato nominato CEO di TikTok, Kevin Mayer ha deciso di abbandonare la nave. L’ex dirigente Disney era entrato a far parte dell’azienda a maggio per supervisionarne la crescita negli Stati Uniti, in India e in altri mercati sparsi per il mondo. Tuttavia, l’attuale pressione esercitata da presidente degli Stati Uniti – probabilmente suggerita di riflesso da quanto è scappato fuori in una cena con il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg – in merito ai presunti problemi di sicurezza nazionale portati dall’applicazione, a quanto pare è troppa.

In queste ultime settimane TikTok è infatti salita alla ribalta, occupando le prime pagine di molti giornali del settore. L’app è stata bandita in India per una scaramuccia avvenuta al confine con la Cina tra i due eserciti, a seguito della quale è stata costretta ad abbandonare gli App Store di Hong Kong. Il peggio è arrivato dopo, quando Donald Trump ha emesso un ordine esecutivo che potrebbe vietare l’app negli Stati Uniti.

«Apprezziamo che le dinamiche politiche degli ultimi mesi abbiano cambiato in modo significativo la portata del ruolo di Kevin e rispettiamo a pieno la sua decisione» scrive l’azienda sviluppatrice di TikTok, Bytedance «Lo ringraziamo per il tempo trascorso in azienda e gli auguriamo ogni bene». In una lettera, Mayer ha detto di essere rimasto impressionato positivamente dalla società, ma ha comunque deciso di lasciare il suo ruolo perché i cambiamenti politici in arrivo costringeranno ad una profonda ristrutturazione aziendale.

Bozza automatica

«A seguito del drammatico cambiamento politico avvenuto nelle ultime settimane, ho riflettuto profondamente su ciò che comporterà per l’azienda e la sua struttura, e cosa ciò significhi per il ruolo per il quale sono salito a bordo. In un contesto come questo e poiché ci aspettiamo di trovare presto una soluzione, mi rammarico nel dirvi che ho deciso di lasciare l’azienda. Voglio essere chiaro: questa decisione non ha nulla a che fare con la società, con ciò che vedo per il nostro futuro o per la convizione che ho su quello che stiamo costruendo. Yiming (il fondatore di Bytedance, ndr) comprende la mia decisione: lo ringrazio per questo e per il suo supporto che ne consegue».

Mayer conclude il messaggio spiegando che guidare un team di questa portata è stato per lui una grande attrazione fin da quando è entrato in azienda. Ma con le recenti azioni dell’amministrazione statunitense il suo ruolo potrebbe apparire diverso, in quanto un potenziale acquirente dovrà acquistare parte delle operazioni dell’applicazione negli Stati Uniti. Quel che accadrà è comunque da vedere: talvolta Trump inverte completamente la rotta e già pochi giorni fa c’è stato il segno di un mezzo ripensamento. Il divieto dovrebbe entrare in vigore il 20 settembre: a quel punto sarà chiaro in che forma.

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB in forte sconto a 1319 euro; modello da 256 GB a 1049 €

MacBook Air 512 GB al minimo: solo 1289,90 euro

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB al prezzo più basso di sempre: 1289,99 euro invece che 1529.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,789FansMi piace
93,851FollowerSegui