Un nuovo standard USB per schermi Braille sviluppato grazie a Microsoft e Apple

I giganti dell'hi-tech insieme per un nuovo standard USB per schermi braille, per offrire a ipovedenti e non vedenti l'occasione per semplificare la propria vita.

Un nuovo standard USB per schermi Braille sviluppato grazie a Microsoft e Apple

Microsoft e Apple sono al lavoro insieme per gli utenti non vedenti: è stato sviluppato grazie al supporto dei giganti dell’hi-tech per l’associazione no profit USB Implementers Forum, un nuovo standard USB per schermi braille, lo standard HID (USB Human Interface Device), che renderà più semplice per gli utenti non vedenti o ipovedenti l’uso di display braille su sistemi operativi e hardware. 

Il nuovo standard HID (USB Human Interface Device) semplificherà per i non vedenti o gli ipovedenti l’uso dei display braille indipendentemente dal sistema operativo e dagli strumenti utilizzati. Questo significa anche maggiori possibilità per lo sviluppo e l’eliminazione della necessità di utilizzo di driver specifici. 

“I progressi della tecnologia possono offrire nuove opportunità alle persone con disabilità e abbiamo una responsabilità come rappresentanti del settore dell’hi-tech: siamo chiamati a sviluppare nuovi modi per consentire a tutti di ottenere di più – ha dichiarato Jeff Patty, responsabile del programma di accessibilità di Windows di Microsoft -.

Lo sviluppo di uno standard HID per i display braille è un esempio di come possiamo lavorare insieme, tutto il settore, per far progredire la tecnologia in modo che porti vantaggio all’intera società, e che consenta alle persone con disabilità di avere maggiori opportunità per trovare un’occupazione”. 

USB per schermi braille

 

 

 

Apple e Microsoft si sono incontrate ancora una volta su una questione importante come l’accessibilità. E lo hanno fatto con USB Implementers Forum (USB – IF), l’organizzazione che si occupa di promozione dell’avanzamento e dell’adozione della tecnologia USB. 

L’annuncio di questa collaborazione arriva solo pochi giorni dopo che Cupertino, da sempre molto attenta alle esigenze delle persone diversamente abili, integrando nei suoi sistemi operativi principali e software funzioni che facilitano l’accessibilità su ogni fronte, ha rinnovato la home page di tutti i suoi siti web nel mondo, Italia inclusa, per mettere in evidenza le numerose funzioni di accessibilità incluse di serie in iPhone, iPad, Mac e Watch, che semplificano l’uso e la vita di tutti i giorni per le persone diversamente abili.