HomeMacityInternetSviluppatore convince Apple a piegare una regola di App Store sugli abbonamenti

Sviluppatore convince Apple a piegare una regola di App Store sugli abbonamenti

Da giugno Apple accetta le contestazioni degli sviluppatori riguardo le regole dell’App Store e pare che a metà agosto ci sia stato il primo ricorso che è andato a buon fine: uno sviluppatore è riuscito infatti a convincere Apple e a far modificare una regola di App Store.

L’argomento è di particolare interesse visto il particolare momento che la società sta attualmente affrontando. Ci riferiamo alla battaglia legale tra Apple ed Epic Games ancora in corso, quella cominciata nei primi giorni di agosto con la rimozione dell’app Fortnite da App Store per una violazione del regolamento del negozio.

Apple, dicevamo, ha aumentato il volume alla voce degli sviluppatori lo scorso giugno. Durante la WWDC 2020 ha infatti annunciato il lancio di una versione online del suo App Store Lab, fornendo agli sviluppatori strade nuove per condividere feedback con l’intento di migliorare l’App Store. Sostanzialmente hanno la possibilità di presentare ricorso contro decisioni relative alle linee guida di revisione delle applicazioni all’interno del negozio contestandone le linee guida stesse.

Uno sviluppatore ha convinto Apple a piegare una regola dell’App Store

In base a quanto si apprende, in questo specifico contesto giusto pochi giorni fa c’è stato il primo ricorso andato a buon fine. Il 14 agosto lo sviluppatore dell’app Guardian VPN, Will Strafach, ha spiegato su Twitter che Apple aveva inizialmente rifiutato gli aggiornamenti dell’app a meno che non fosse stata rimossa una funzione di Day Pass. Nello specifico, la regola che veniva violata era la 3.1.2 (a), in cui si spiega che un abbonamento con rinnovo automatico deve durare almeno una settimana, quindi molto più delle 24 ore previste invece dall’abbonamento giornaliero proposto dallo sviluppatore.

Come dicevamo, Apple parrebbe aver invece accettato la presenza di questa forma di abbonamento visto che il 29 agosto è stato pubblicato un nuovo aggiornamento dell’app che continua a proporlo. «Non so quando Apple aggiornerà pubblicamente le linee guida per includere questa nuova opzione per gli abbonamenti» scrive Strafach. «Sono comunque rimasto impressionato dal fatto che è effettivamente possibile cambiare le linee guida dell’App Store e che per altro ciò avvenga in tempi piuttosto rapidi».

Ricordiamo che proprio nelle scorse ore sono entrate in vigore le nuove regole App Store per le correzioni di bug, oltre che per fare appello contro lo stop alla pubblicazione e la possibilità di sottoporre modifiche e suggerimenti alle policy di Cupertino. Per tutti gli articoli e le notizie dedicati a iPhone e iPad si parte dai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

Amazon sconta il Magic Mouse 2 del 25%: solo 64 euro

Magic Mouse 2 torna in sconto, lo pagate 75€

Su Amazon il Magic Mouse 2 è ancora disponibile in sconto. Lo pagate solo 75 euro, 15 euro meno del prezzo Apple
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,963FollowerSegui