Home iPhonia iPhone Activation Lock, così colpirà i ladri (e il Jailbreak)

Activation Lock, così colpirà i ladri (e il Jailbreak)

Le forze dell’ordine chiamano, Apple risponde. Il “presente” è risuonato sotto forma di Activation Lock, la nuova funzione di iOS che è una risposta diretta alla chiamata inoltrata alcuni giorni fa dalla polizia americana che chiedeva a Cupertino di mettere in sicurezza i suoi dispositivi rendendoli meno appetibili ai ladri e disincentivare così il piccolo crimine, riducendo anche i rischi di grandi crimini come i non rari omicidi perpetrati per rubare uno smartphone.

Activation Lock ha, in effetti, il potenziale per essere un sistema molto più solido del blocco con cancellazione dei contenuti che attualmente viene invocato via Trova il mio iPhone. La sicurezza costituita dal combinato del GPS, dell’Apple ID e di iCloud è, infatti facilmente aggirabile. Basta ripristinare iPhone o iPad, oppure semplicemente disattivarlo, e ogni speranza di rintracciare il telefono o di bloccarne l’utilizzo svanisce nel nulla. Con Activation Lock tutto questo non sarà più possibile perché se qualcuno ruba un iPhone, e prova a ripristinarlo, dovrà comunque inserire l’Apple ID e la password in uso al momento della cancellazione dei contenuti. Senza password ed Apple ID non sarà neppure possibile disattivare Trova il Mio iPhone, il che renderà sempre visibile il telefono sulla mappa del servizio.

acrivation lock

Il procuratore distrettuale di San Francisco, George Gascon, che aveva convocato Apple, Samsung e Microsoft per discutere di un sistema di sicurezza che renda meno appetibili i dispositivi rubati, al momento non si sbilancia sull’efficacia del sistema, ma dichiara di apprezzare il gesto di Apple seppure in attesa di valutarne l’effettivo funzionamento ed auspica in una nota diffusa ad AP che «l’industria integri tecnologie persistenti per rendere i telefoni non operativi una volta rubati, anche se sono spenti, senza SIM o quando il telefono sia modificato dal ladro per evitare la sua identificazione».

Su questo secondo aspetto si giocano molte delle carte del successo del sistema di Apple. Se iOS 7 fosse aperto ed esposto al Jailbreak il sistema di protezione del telefono rubato cadrebbe di certo. Ora quindi per Apple potrebbe diventare anche più urgente turare le falle che permettono l’applicazione della procedura di sblocco e Cupertino essere costretta a rincorrere molto più metodicamente e con costanza, i bug che permettono agli hacker di sbloccare iPhone. Anche se questa pratica viene usata in buona parte da persone che vogliono solo fare di più con il loro telefono, la sua disponibilità non contrastata, come accaduto spesso in passato, finirebbe per rendere ineffettivo Activation Lock. Insomma, perchè Activation Lock possa mantenere le promesse, Apple deve necessariamente  diventare molto più severa con il Jailbreak perchè in gioco non ci sarebbero solo qualche applicazione rubata, ma lo stesso impianto di sicurezza che rende gli iPhone meno appetibili ai ladri.

Offerte Speciali

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

MacBook Air M1 256 GB nei colori argento e oro torna al minimo storico: 977 euro

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto che lo porta per la prima volta a 977 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,955FollowerSegui