fbpx
Home Macity Mac con Intel Apple Rosetta, l’emulatore potrebbe tornare alla WWDC20

Apple Rosetta, l’emulatore potrebbe tornare alla WWDC20

Durante la WWDC20 che si svolge lunedì 22 giugno Apple potrebbe reintrodurre Rosetta, il noto software di emulazione che il colosso di Cupertino ha impiegato a partire dal 2006 per facilitare la migrazione dei Mac con processori PowerPC a macchine Apple funzionanti con processori Intel.

In questo caso, il ritorno a distanza di anni, manterrebbe lo stesso nome per un software di emulazione completamente diverso, che faciliterebbe la vita a utenti e programmatori per poter eseguire software scritti per processori Intel su nuovi Mac dotati invece di processori proprietari Apple basati su architettura ARM.

Apple Rosetta, l’emulatore potrebbe tornare alla WWDC20La multinazionale di Cupertino detiene da anni i diritti del marchio commerciale Apple Rosetta: ricordiamo che è stato introdotto nel 2006 ed era incluso di serie in Mac OS X 10.4 Tiger, mentre con Mac OS X 10.6 Snow Leopard non era incluso nel sistema operativo ma poteva ancora essere scaricato e installato dall’utente. Infine l’emulatore è stato dismesso nel 2011 con Mac OS X 10.7 Lion.

Proprio per la lunga storia di Apple Rosetta e la dismissione del software avvenuta quasi 10 anni fa, sorprende il rinnovo del marchio da parte di Cupertino in Giappone, operazione che secondo il sito web nipponico Asahi.com è avvenuto alla fine del mese di aprile di quest’anno. Più che di una nuova registrazione per un marchio commerciale sembra trattarsi del rinnovo per poter continuare a utilizzarlo a distanza di anni. In questo articolo riportiamo una schermata con i dati della registrazione.

Apple Rosetta, l’emulatore potrebbe tornare alla WWDC20L’indizio è concreto e anche la logica di marketing sottostante: Apple potrebbe ricorrere a un nome storico ben noto agli utenti Mac di lungo corso, un nome che ha il pregio di rievocare la celebre stele di Rosetta che permise agli egittologi di tradurre e interpretare per la prima volta i geroglifici dell’antico Egitto, rimasti un mistero per secoli, quindi un nome universalmente noto.

La conferma o la smentita arriveranno tra poche ore, nel keynote Apple WWDC20 di lunedì 22 giugno, che inizia alle ore 10 del mattino a Cupertino, alle 19 della sera in Italia. Durante l’evento, oltre a tutte le nuove versioni di tutti i sistemit operativi Apple è atteso l’annuncio dell’inizio della migrazione dei Mac Intel ai nuovi modelli con processori Apple Ax.

Tutto quello che c’è da sapere sulla conferenza mondiale degli sviluppatori Apple WWDC 2020 è riassunto in questo articolo.

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB in forte sconto a 1319 euro; modello da 256 GB a 1049 €

MacBook Air 512 GB al minimo: solo 1289,90 euro

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB al prezzo più basso di sempre: 1289,99 euro invece che 1529.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,789FansMi piace
93,853FollowerSegui