Le cinque novità invisibili ma che contano su macOS 10.13 High Sierra

Poche le novità visibili dall'utente nel futuro macOS 10.13, decisamente più sostanziose quelle "sotto il cofano". Ecco come High Sierra cambierà esperienza e funzioni dei Mac

10.13 beta

Le più importanti novità integrate nel futuro macOS 10.13 High Sierra non sono visibili all’utente ma sono state integrate “sotto il cofano”. Si tratta di innovative tecnologie di archiviazione, video e grafica che permettono di migliorare vari aspetti del sistema operativo e fare ancora di più con il Mac. Di seguito un elenco di cinque tra le novità “invisibili” più importanti.

Apple File System
Apple File System (APFS) fornisce prestazioni migliorate, sicurezza e affidabilità dei dati, e costituisce la base per future innovazioni in materia di archiviazione. APFS è una architettura evoluta ottimizzata per le moderne tecnologie di archiviazione, che rende istantanee operazioni comuni come la copia di file e directory, protegge i dati in caso di interruzioni di corrente e crash del sistema e tiene al sicuro i file proteggendoli con la crittografia nativa.

L’installer del sistema operativo mostra all’avvio un’opzione che consente di convertire automaticamente il volume di sistema/root in APFS. È possibile convertire in APFS formati HFS+, CoreStorage, unità cifrate con FileVault e sistemi Fusion. Sono supportati volumi APFS con distinzione o meno tra minuscole e maiuscole e l’esportazione di volumi APFS su SMB o NFS. Ovviamente macOS High Sierra continua a offrire la massima compatibilità sia in scrittura sia in lettura con i dati e le unità HFS già formattate.

High-Efficiency Video Coding
La compatibilità con lo standard di settore HEVC (H.265) permette lo streaming video e la riproduzione di video 4K, con dimensioni fino al 40% inferiori rispetto all’attuale standard H.264. Con HEVC, Apple rende possibile lo streaming video di alta qualità su reti che prima consentivano soltanto lo streaming HD, mentre l’accelerazione hardware sui nuovi iMac e MacBook Pro garantisce più velocità e miglior efficienza energetica durante le operazioni di editing e codifica video HEVC.

Metal 2
Metal è l’evoluzione della tecnologia grafica di Cupertino che permette di sfruttare la potenza delle GPU sul Mac. Metal 2 mette a disposizione degli sviluppatori API perfezionati e prestazioni superiori. Introduce il supporto per l’apprendimento automatico usato nel riconoscimento vocale, nell’elaborazione del linguaggio naturale e nella computer vision. Grazie a Thunderbolt 3 e Metal 2 ora è possibile usare GPU esterne. E con l’External Graphics Developer Kit, gli sviluppatori hanno a disposizione l’hardware e il software necessario per ottimizzare le proprie app.

Core ML
CoreML è una tecnologia di machine learning utilizzabile da Mac e iOS con Siri, Fotocamera e Quicktime. Gli sviluppatori possono sfruttare questa tecnologia per costruire app “intelligenti” che ricorrono a metodologie di apprendimento quali le macchine a vettori di supporto (SVM, dall’inglese Support Vector Machines) o l’apprendimento ensemble (una serie di metodi d’insieme che usano modelli multipli per ottenere una migliore prestazione predittiva). La tecnologia CoreML è sfruttabile da applicazioni che si occupano di visione (individuare testi, volti, punti chiave, codici a barre, tracciare oggetti, ecc.) e per identificare in profondità testi tenendo conto di lemmi, token, parti di parlato, entità.

Realtà Virtuale
Sfruttando le prestazioni di Metal 2 e l’hardware dei Mac più recenti, macOS High Sierra supporta la realtà virtuale: gli sviluppatori possono creare sul Mac giochi e contenuti 3D e VR. Le più importanti aziende del settore stanno collaborando con Apple per portare sul Mac nuove funzioni di realtà virtuale che verranno introdotte nel corso dell’anno: Valve sta ottimizzando la propria piattaforma SteamVR per macOS e sta rendendo possibile il collegamento del visore HTC Vive, mentre Unity ed Epic stanno portando su macOS i loro strumenti di sviluppo VR. Apple ha promesso che nel corso dell’anno Final Cut Pro X aggiungerà la compatibilità con i flussi di lavoro professionali a 360° e la possibilità di importare, montare ed esportare video a 360°.