Come vorreste iMac Pro? Apple ve lo chiede in un sondaggio

La Casa di Cupertino sta chiedendo a vari acquirenti di iMac Pro di rispondere ad alcune domande per capire quali funzionalità e caratteristiche hanno portato all'acquisto, cosa piace e non piace del Mac più potente di sempre. Apple “tasta il terreno” per il nuovo Mac Pro?

Apple sta chiedendo a vari acquirenti di iMac Pro di rispondere ad alcune domande per capire  funzionalità e caratteristiche che hanno portato all’acquisto e cosa amano e non gradiscono della nuova macchina.

Alcune delle domande poste agli utenti sono state condivise da questi ultimi su Twitter. Agli acquirenti è chiesto di evidenziare quali sono caratteristiche per loro importanti, come ad esempio le porte Thunderbolt 3, i processori Xeon W, il chip T2, il supporto per i display esterni e altro ancora.

La Casa di Cupertino effettua regolarmente dei sondaggi con i clienti ma il tipo di domande di quest’ultima ricerca lascia immaginare che l’azienda stia esplorando il mercato per capire cosa vogliono gli utenti di macchine “Pro”, come il futuro Mac Pro sul quale è da tempo al lavoro.

L’iMac Pro è stato annunciato a dicembre dello scorso anno, presentato come una macchina professionale, destinata agli utenti pro che amano il design all-in-one dell’iMac e hanno bisogno di prestazioni di livello workstation. Con processori Xeon fino a 18 core, prestazioni grafiche fino a 22 Teraflop e un display Retina 5K da 27″, iMac Pro è al momento il Mac più veloce e potente di sempre.

Sondaggio iMac pro

Come accennato, l’ultimo all-in-one è in qualche modo un prodotto precursore del nuovo Mac Pro al quale Apple ha fatto esplicito riferimento nell’aprile del 2017. Si vocifera che l’azienda è al lavoro su un nuovo Mac Pro “modulare” che dovrebbe semplificare gli upgrade e la possibilità di espansione da parte dell’utente.

Nel comunicato stampa diffuso a dicembre per la presentazione di iMac Pro, Apple spiegava: “Oltre al nuovo iMac Pro, Apple sta lavorando a un Mac Pro di prossima generazione, integralmente riprogettato e pensato per i clienti pro che desiderano un sistema dal throughput elevato e con le prestazioni migliori in assoluto, in un design modulare e aggiornabile, unito a un nuovo display high-end professionale”. A un Mac Pro modulare Apple aveva fatto riferimento ad aprile dello scorso anno. Phil Schiller, senior vice president Worldwide Marketing di Apple, aveva parlato della nuova macchina a un piccolo gruppo di reporter convocati all’epoca in un edificio nel quartier generale di Cupertino.

Le ultime indiscrezioni riferiscono di un team interno di Apple denominato “Pro Workflow Team” guidato da John Ternus (Vice Presidente responsabile Hardware Engineering) e che il Mac Pro modulare arriverà nel 2019. Non è dato sapere in cosa consisterà effettivamente questa macchina modulare: potrebbe in qualche modo essere un ritorno al design dei Mac Pro precedenti al 2013, in un certo senso davvero espandibili internamente (era possibile aggiungere facilmente all’interno RAM, dischi, schede video di terze parti e altro ancora).

.