fbpx
Home iPadia iPad Confronto iPad Pro 2021, 2020 e 2018: quale scegliere

Confronto iPad Pro 2021, 2020 e 2018: quale scegliere

Apple ha lanciato i nuovi modelli della linea di iPad Pro 2021 e quando questo accade ci si chiede quali sono le differenze, una domanda interessata… in fondo la questione è se è opportuno aggiornare al nuovo modello o restare al proprio o magari approfittare delle occasioni sui vecchi modelli. Per fare una scelta ragionata è importante mettere idealmente uno accanto all’altro i vari modelli per capire dove stanno le reali differenze.

A prima vista, di differenze tra il modello del 2018, quello del 2020 e quello del 2021 sono poche. In realtà questo è vero solo se si guarda all’estetica del dispositivo rimasta sostanzialmente immutata. Ci sono novità tra i modello da 11 pollici e novità nei modelli da 12,9 pollici. In alcuni casi ci sono salti importanti anche tra il modello da 11 e il modello da 12,9 pollici nella stessa generazione.

Confronto iPad Pro 2021, 2020 e 2018: quale scegliere
Da sinistra a destra, iPad Pro 2021, 2020 e 2018

Estetica e dimensioni

Nel campo dell’estetica le differenze sono scarsissime, come detto. Tra i modelli iPad Pro 11″ 2018 e 2020, c’era solo una vera differenza esterna: mentre il modello 2018 aveva una singola fotocamera sul posteriore, il modello del 2020 ne ha due. Il resto è identico.

Possiamo definire identiche anche le dimensioni dei vari modelli da 11″ (280,6 x 214,9 x 5,9 mm), e del tutto trascurabile la differenza di peso: 10 grammi in meno a favore del modello del 2018, con i suoi 633 grammi, contro i 643 del modello 2020.

Se si confrontano le versioni da da 12,9 pollici qualche differenza c’è. Per effetto probabilmente del display Mini Led, c’è uno spessore superiore rispetto a modelli presenti. Si parla però di mezzo millimetro: 6.4mm del modello 2021 contro 5,9mm del modello 2020/2018

iPad Pro 2021, tutto le novità

Nel modello del 2021 rispetto alle precedenti versioni il peso è maggiore. Con i suoi 684 grammi  (versione Wi-Fi) pensa rispettivamente 52 in più del modello 2018 parliamo di 41 grammi in più rispetto al modello 2020. Mezzo etto è un peso che comincia a diventare percepibile si si tiene l’iPad in mano a lungo.

Schermo

I modelli 2018 e 2020 non hanno visto alcun cambiamento nella tecnologia dei display, tutte e due le generazioni usavano lo stesso schermo Liquid Retina con risoluzione: 2.388 x 1.668 pixel nell’11 pollici e 2.732 x 2.048 nel 12,9 pollici. Anche la densità di pixel rimaneva inalterata a 264 ppi.

Per iPad 2021, invece, c’è un cambiamento fondamentale anche se solo nel modello da 12,9 pollici che introduce il display Mini LED

Tutto sulle nuove fotocamere di iPad Pro 2021

Si tratta di una tecnologia del tutto nuova nel mondo dei tablet Apple. Non c’è uno schermo illuminato da una lampada LED ma 10.000 mini LED, sistemati in 2.596 zone. Questo aumenta notevolmente il contrasto (1 milione a 1) simile a quella di un display OLED, e la fedeltà dei colori in generale, dando un indiscutibile vantaggio competitivo all’iPad da 12,9 pollici rispetto a tutti i precedenti modelli.

Fotocamere

Nel 2018 l’esordio di iPad Pro fu con una sola camera sul retro, mentre nel 2020 Apple scelse di includere nel tablet una fotocamera ultragrandangolare da 10MP insieme all’obiettivo grandangolare da 12MP. Al fianco di questi due sensori, il modello 2020 inserì anche lo scanner LiDAR, un sistema che può essere utilizzato per migliorare le capacità di messa a fuoco automatica della fotocamera dell’iPad Pro, insieme ad alcuni usi per la fotografia computazionale.

Tutto sulle nuove fotocamere di iPad Pro 2021

Se il cambiamento è evidente tra iPad Pro 2018 e 2020, non altrettanto può dirsi per questa versione 2021. Apple non fatto alcuna modifica hardware alla configurazione della fotocamera posteriore dell’ultimo modello, che propone ancora una combinazione di fotocamere ultra-wide da 10 MP e wide da 12 MP, insieme al sensore LiDAR. Tra 2020 e 2021 non cambia la capacità di registrare video, sempre 4K fino a 60 fps e 1080p Slo-mo a 240 fps.

Se iPad Pro 2018 e iPad Pro 2020 sono identici anche nella fotocamera frontale, il modello 2021 introduce qualche novità. Il sensore è da 12 megapixel, al posto dei 7 megapixel presenti nella versione 2020.  (con una apertura inferiore: f2.4 contro f2.2); in più, grazie al supporto del processore che ha una componente di elaborazione con una superiore capacità di calcolo, arriva la funzione  Center Stage per le videochiamate. Grazie ad essa gli utenti si muovono nel campo visivo della fotocamera, l’iPad Pro rileva dove si trovano e ingrandisce di conseguenza, spostando l’inquadratura ovunque si sposti il ​​soggetto. Se c’è più di una persona nella ripresa o qualcuno entra o esce dall’inquadratura, Center Stage riformulerà automaticamente anche l’immagine per adattarsi ai soggetti visibili.

In pratica: se utilizzate iPad Pro per scattare foto, sappiate che non otterrete un gran vantaggio scegliendo il modello 2021 rispetto al modello 2020. Se, invece, lo utilizzate per lo smart working o la DAD, allora la nuova camera frontale, insieme al Center Stage, potrebbe essere un elemento da non sottovalutare.

Prestazioni

Quando Apple ha introdotto l’iPad Pro nel 2018, il tablet era dotato del chip A12X Bionic, che all’epoca era particolarmente potente, mentre un anno dopo, per il modello 2020, optò per la CPU A12Z Bionic a otto core.

Per il 2021, Apple ha compiuto il passo radicale di allontanare completamente l’iPad Pro dai chip della serie A, a favore dell’utilizzo dell’M1, che impiega nella linea Mac. Ovviamente, si tratta di una mossa che non stupisce, perché Apple ha voluto ancor di più ridurre il gap esistente tra tablet e notebook.

iPad Pro con M1, ecco la bomba Apple di primavera

Non sono ancora disponibili benchmark per un iPad basato su M1 basato su iPad Pro e potrebbe non essere del tutto corretto, nonostante usino  lo stesso chip M1. usare come riferimento un Mac. In ogni caso l’M1 dovrebbe rendere l’iPad Pro ancora più efficiente quando si tratta di carichi di lavoro a livello di desktop. In termini di test single-core, l’A14, il processore usato da iPhone 12, arriva a 1.592 punti su Geekbench, e l’A12Z (usato da iPad 2020) può raggiungere un punteggio di 1.158. Su Metal, l’A14 ha benchmark che raggiungono 12.482, mentre l’A12Z arriva a 11.868

Nei test multi-core, l’A12Z riesce ancora a superare l’A14, 4.654 contro 4.212. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che il 12Z ha otto core CPU e otto core GPU, contro i sei e quattro dell’A14.

iPad Pro con M1, ecco la bomba Apple di primavera

Ciò premesso, il Mac Mini M1 è più potente dell’A14, arrivando a 1.710 punti nel test single-core e 7.409 punti per il multi-core. Sotto Metal, l’M1 di Apple è notevolmente più potente dell’A14, con ben 20.573 punti.

Ovviamente, questi punteggi dovranno essere presi con le pinze, perché si dovrà valutare se un chip di classe desktop potrà essere ugualmente potente in una macchina mobile, piuttosto che in un dispositivo desktop. E’ verosimile che il punteggio sia più basso rispetto al chip M1 presente sui Macbook, che hanno il vantaggio generale di un miglior sistema di raffreddamento.

Dal punto di vista delle prestazioni, dunque, il passaggio ad iPad Pro 2021 potrebbe essere consigliato, non solo in termini di potenza, ma anche di sviluppi futuri: e’ chiaro che Apple si concentrerà sui processori M1, e che li ottimizzerà al massimo, dandogli maggiore supporto.

Connettività

A differenza degli iPad Pro precedenti (sia il 2018 che il 2020), che offrono una connessione USB-C, iPad Pro 2021 per la prima volta introduce Thunderbolt 4. Esternamente, non c’è differenza in quanto il connettore è quello classico con USB di tipo C, con supporto anche USB 4. Quel che cambia, però, sono le velocità. Thunderbolt è notevolmente più veloce dell’USB 3.1 Gen 2, con i suoi 40 Gbps, superiori rispetto ai 10 Gbps dell’USB.

Se si parla, invece, di connettività  iPad Pro 2021 introduce il supporto alla rete 5G nella versione Wifi+cellular. Ovviamente, questa differenza è sostanziale e sostanziosa, ma solo per chi punta ad un uso massiccio in mobilità.

Quale iPad Pro acquistare

Apple ha smesso di vendere sul sito ufficiale iPad Pro 2020 e 2018, a listino c’è solo l’iPad Pro 2021. I prezzi sono rimasti gli stessi per la versione da 11″ ma per l’iPad Pro 12,9 pollici sono aumentati di 100 euro fino alla versione da 512 GB, di 200 euro per la versione da 1 TB e tocca la soglia stratosferica di 2429 euro per la versione a 2 TB. Al momento non ci sono ancora riduzioni di prezzo sui modelli 2020  tali da renderli un acquisto imperdibile se li si confronta con i modelli 2021. Nel momento in cui, come accaduto in passato, lo sconto toccasse il 15 o il 20%, specialmente per il modello da 11″ l’acquisto diventerebbe molto interessante. La stessa cosa potrebbe accadere per il modello da 12,9″. La versione 2020, come spiegato, di partenza costa già 100 euro meno; scendesse oltre ci sarebbe da drizzare le antenne.

iPad Pro con M1, ecco la bomba Apple di primavera

Parlando del confronto tra gli iPad 2018 e 2021 è molto più difficile consigliare l’acquisto del modello più vecchio. Nel nuovo abbiamo fotocamere migliori, una porta Thunderbolt, il processore M1 e per il modello da 12,9 pollici l’importante display 12,9 con Mini LED. Ammesso anche di trovare un iPad 2018 ad un prezzo più basso di un modello 2020, sarà certamente usato e la differenza tecnologica rispetto al modello 2021 significativa. A quel punto dipenderà quanto è il risparmio e per cosa lo si utilizza.

Cambiare il vecchio iPad per il nuovo

Se si parla di sostituire il vecchio iPad con il nuovo, il consiglio è ancora più complicato. A nostro giudizio gli iPad 2021 non hanno nulla che possa modificare realmente le prospettive di utilizzo. Tutti e tre possono essere usati con Apple Pencil 2, tutti e tre funzionano con le tastiera Apple Magic Keyboard, tutti e tre possono esser collegati a periferiche USB-C e solo il modello da 12,9″ ha lo schermo Mini Led (ad un prezzo tangibile), gli altri iPad hanno lo stesso schermo. Resta da misurare la differenza in prestazioni del processore M1, ma se la velocità del vostro iPad vi soddisfa anche se avete un iPad 2018 fareste meglio ad attendere la versione 2022 prima di considerare un aggiornamento.

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,799FansMi piace
92,934FollowerSegui