Coyote sarà compatibile con Apple CarPlay

La piattaforma Coyote per avvisare gli utenti alla guida sulla presenza di zone a rischio e autovelox supporterà CarPlay entro i prossimi sei mesi

Sondaggio: utenti CarPlay più soddisfatti di queli Android Auto, ma…

La nota piattaforma Coyote, ossia il servizio che avvisa chi è alla guida con allarmi vocali e sonori, oltre che visuali, della vicinanza di autovelox fissi, mobili, semafori con telecamere, zone a rischio, incidenti e traffico, sta per approdare anche su CarPlay. Coyote, infatti, sarà compatibile con il sistema di infotainment di Apple entro il prossimo semestre.

Arriva così la risposta alla domanda che in molti si ponevano da tempo: quando Coyote sarà compatibile con Carplay? Il sistema inizierà a funzionare nel corso del primo semestre del 2019, o almeno così ha ribadito il team di supporto attraverso il proprio account Twitter, dove è possibile leggere il messaggio di annuncio dei giorni scorsi. Non v’è alcuna finestra più precisa al momento, ma è in ogni caso una data di lancio relativamente vicina.

Entro sei mesi Coyote sarà compatibile con CarPlay

Già molte altre applicazioni di navigazione e GPS sono approdate su CarPlay, come Google Maps, Waze e Sygic. Lo scorso luglio, Coyote aveva promesso una compatibilità con il sistema CarPlay di Apple, senza però fornire informazioni più precise, riservandosi dietro la dicitura  “nei prossimi mesi”.

Ad ogni modo, oltre a Coyote, anche gli utenti TomTom restano in attesa di scoprire quando il proprio navigatore preferito potrà approdare sul grande schermo della propria autovettura. Al momento non ci sono informazioni precise, ma l’app dovrebbe comunque arrivare entro inizio anno.

Macitynet è presente al CES 2019 di Las Vegas con i suoi inviati per offrire ai lettori reportage, articoli, fotogallerie e video delle novità in mostra: tutti gli articoli dal CES 2019 si trovano a partire da questa pagina di macitynet.it.