Sto caricando altre schede...

Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Futuroscopio » Guru intelligenza artificiale Apple «Grazie ai computer ricorderemo tutto»

Guru intelligenza artificiale Apple «Grazie ai computer ricorderemo tutto»

Pubblicità

Tom Gruber, product designer di Apple e co-fondatore di Siri (l’assistente acquisito da Apple nel 2010), ha parlato a Vancouver in Canada durante la conferenza TED Talks, illustrando la sua visione del futuro relativa al mondo dei computer e dell’intelligenza artificiale (AI). Nella sua visione i computer sono presenti in modo pervasivo e sempre connessi alle persone, aiutando gli esseri umani a ricordare qualsiasi cosa: tutte le persone incontrate, i loro spor preferiti, chi sono i loro familiari, la corretta pronuncia dei loro nomi, ma anche dettagli specifici e ben collocati nel tempo come volti e nomi, sapori, avvenimenti e così via.

In breve per Gruber computer e AI potranno essere utilizzati non per sostituire le persone, come numerosi catastrofisti prevedono, ma per aiutare l’uomo in aspetti e qualità che nel tempo risultano inaffidabili o tendono a peggiorare, come per esempio la memoria. “Credo che l’AI consentirà di rafforzare la memoria personale” ha detto Gruber sul palco della conferenza, spiegando di non sapere quando o come accadrà, ma di essere convinto che questa ipotesi diventerà realtà e che bisognerà conservare questo tipo di dati in modo estremamente sicuro, anche per impedirne utilizzi malevoli.

“Saremo noi a scegliere cosa rievocare e cosa invece no”. Secondo Gruber questo tipo di tecnologia è utile non solo per soddisfare gli impallinati di dati statistici, alla costante ricerca di parametri da elaborare in merito a salute e benessere in generale, ma anche per chi soffre di disturbi quali demenza o psicosi come la schizofrenia, elemento che potrebbe fare “la differenza tra una vita di isolamento e una vita dignitosa e con legami”. Tra gli esempi citati, la storia di Daniel, un amico di Gruber tetraplegico e cieco che sfrutta Siri per incontrare persone online, un uomo al quale l’AI consente di avere “autentiche relazioni interpersonali”. Tra gli aspetti positivi dell’AI di cui Gruber ha parlato, alcuni riguardano la diagnosi dei tumori e altri che permetteranno di creare assistenti personali sempre più utili.

intelligenza artificiale Da sinistra a destra: Eddy Cue, Tom Gruber, Alex Acero (supervisore delle tecnologie di riconoscimento vocali della Mela) e Craig Federighi.
Da sinistra a destra: Eddy Cue, Tom Gruber, Alex Acero (supervisore delle tecnologie di riconoscimento vocali di Apple) e Craig Federighi.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Risparmio da 300€ per MacBook Air M2, solo 975 euro

Amazon sconta sullo sconto Apple per il MacBook Air M2 da 256 GB: lo pagate solo 975 euro. 300 meno del prezzo di ufficiale con uno sconto del 19%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità