Fitbit, nuove immagini per l’alternativa Apple Watch in arrivo entro l’anno

Nuove immagini render per l’alternativa Apple Watch che a breve sarà offerta da Fitbit: ecco come cambierà il sensore per il calcolo della frequenza cardiaca

A seguito dell’acquisizione di Pebble avvenuta lo scorso dicembre, Fitbit ha iniziato subito il lavoro su uno smartwatch che potesse essere presentato al pubblico come l’alternativa ad Apple Watch, un vero e proprio competitor. Già in passato alcune voci lo davano per spacciato, mentre adesso appaiono in rete alcune immagini render che ne mostrerebbero il design e alcune caratteristiche.

Le nuove immagini risultano perfettamente in linea con i precedenti rapporti, soprattutto per quanto riguarda l’estetica del terminale. La parte anteriore mostra un display a colori touchscreen, con tre pulsanti che lo affiancano, uno a sinistra e due a destra. Wareable ha confermato che lo smartwatch sarà disponibile in tre colori, tra cui quello in argento/navy e cassa in oro, quello con cinturino blu e e uno con cinturino nero.

alternativa Apple watch

Guardando alla parte posteriore dell’orologio Fitbit in arrivo, è possibile scorgere un corpo metallico con una parte in cui è incastonato il sensore per la misurazion della frequenza cardiaca, che sembra sporgere in modo evidente rispetto al resto, in modo tale che risulti perfettamente aderente al polso, così da fornire misurazioni più precise. Inoltre, questi rendering rivelerebbero la volontà di Fitbit di allontanarsi dai sensori ottici verdi, come quello utilizzato per Apple Watch, a favore di due luci rosse.

Supponendo che la tonalità rossa di questi sensori indichi che l’orologio di Fitbit utilizzerà la tecnologia a infrarossi, si giunge alla conclusione che il nuovo dispositivo sarà in grado, non solo di leggere più accuratamente le frequenze cardiache, ma anche di monitorare i livelli di ossigeno e altri parametri vitali.

Ovviamente, oltre a questi dati, l’orologio intelligente di Fitbit sarà in grado di tenere traccia di informazioni basilari, come il conteggio dei passi, il monitoraggio del sonno, mentre lo schermo offrirà il supporto alle notifiche in entrata sullo smartphone. Già confermato, almeno secondo rapporti passati, il supporto alle applicazioni terze parti.

Non c’è, invece, alcuna informazione sulla data di rilascio, anche se la società ha già confermato in via ufficiale che la release è attesa entro l’anno, in tempo per trarre vantaggio dalla stagione natalizia.