Galaxy Fold, stop al lancio anche negli USA

Dopo il blocco al lancio in Cina, anche dagli USA arriva semaforo rosso per il lancio di Galaxy Fold. Troppi problemi per lo smartphone pieghevole, la casa Coreana vuole investigare prima dell'introduzione sul mercato

Galaxy Fold

Il lancio di Galaxy Fold si annuncia travagliato. Dopo la conferma che non ci sarà, al contrario di quanto previsto, la messa in commercio in Cina come preannunciato, anche dagli USA arriva la notizia che il telefono con schermo pieghevole non rispetterà la data di commercio negli Stati Uniti.

In base a quanto riferisce l’affidabile Wall Street Journal, il Galaxy Fold reduce da una salva di critiche e ironie per i dispositivi rotti mentre venivano testati dai giornalisti delle testate tecnologiche americane, Samsung avrebbe deciso di non mettere in commercio lo smartphone il 26 aprile ma di rinviare a data da destinarsi l’arrivo nei negozi. Secondo le fonti di Samsung i tempi non si allungheranno di molto poiché la commercializzazione è prevista per “le prossime settimane”

La ragione del ritardo non viene specificata ma sicuramente ha a che fare con le problematiche di cui soffre lo schermo. Sarebbe stata avviata una indagine interna per spiegare come mai ci sia stato un così grande numero di telefoni rotti ma al momento l’attenzione si sta concentrando sul modo con cui la cerniera centrale opera. Pare infatti che questa componente meccanica eserciti una eccessiva pressione sul display, provocandone la rottura. «Non appena avremo informazioni sufficienti – dice Samsung – daremo notizia dell’esito della ricerca».

Galaxy Fold, stop al lancio anche negli USA