iCar: nuova trattativa tra Apple e BMW

Secondo le ultime indiscrezioni sarebbero in corso trattative tra la Apple e la BMW per la progettazione di un’auto elettrica.  

apple car mercedes

Le auto elettriche sembrano assumere un ruolo sempre più prominente sullo scenario dell’automobile di domani. A sfruttare il potenziale offerto da questi veicoli, sono in primo luogo le compagnie di car-sharing, le quali, oltre ad offrire un servizio alla portata di tutti, rendono un favore anche all’ambiente, migliorando sia la qualità dell’aria sia quella della vita cittadina.

Dimenticarsi di bollo, assicurazione, spese di manutenzione e parcheggio e circolare liberamente, anche nelle zone a traffico limitato, per un periodo non superiore allo stretto necessario, rappresenta certamente una grande svolta e un cambiamento radicale della tendenza, molto radicata, di possedere un veicolo pro capite.

Accanto all’aumento della flotta di auto delle aziende dedicate al car-sharing crescono anche le iniziative e le aziende specializzate nel calcolo del valore auto online – possibile dal proprio pc o smartphone – finalizzato all’acquisto diretto nel giro di 48 ore.

L’evoluzione a passo sostenuto delle tecnologie elettriche nel settore dell’auto e il ritiro graduale dal mercato delle auto vecchie e con carburazione tutt’altro che sostenibile dal punto di vista ambientale potrebbero certamente sostenere la rivoluzione verde tanto auspicata.

E non sono solamente le case automobilistiche ad attribuire all’auto elettrica un ruolo fondamentale nel futuro; un forte interesse – per ora ancora celato – è sentito persino dall’azienda di Cupertino. Secondo le ultime indiscrezioni sarebbero infatti in corso trattative tra la Apple e la BMW per la progettazione di un’auto elettrica.

D’altronde l’interesse per le auto elettriche dell’azienda, nota in prima linea per i suoi iPhone ed iPad, è iniziato con il tentativo di produrre un’auto elettrica che si guida da sola, sfidando su questo campo Google, impegnato su due prototipi di auto autonome.

Ad attirare l’attenzione di Apple sulla casa automobilistica tedesca sarebbe stata in particolare la scocca in carbonio della BMW i3, interesse che ha portato il CEO Tim Cook fino allo stabilimento teutonico di Lipsia. Il progetto “Titan” – nome in codice dato da Apple a questa impresa – potrebbe materializzarsi entro il 2020.

Per il momento l’azienda di Cupertino continua a mantenere – anche se con molte difficoltà – il segreto sull’andamento del progetto. Ciononostante sembra che per la realizzazione di questo piano “titanico” sia stato ingaggiato Marc Newson, l’ex designer della Ford e fautore di una concept car nel 1999.

Anche i vertici della BMW non si lasciano sfuggire dichiarazioni in merito. Ai curiosi non rimane che attendere e seguire gli ultimi aggiornamenti sull’argomento e viaggiare per ora sulle tante auto elettriche offerte dai servizi di car-sharing – benché non autonome – godendosi il piacere della guida in città senza stress e restrizioni.

apple-car-1