Home Macity ilmioMac macOS, cosa fare se avete problemi con il processo accountsd

macOS, cosa fare se avete problemi con il processo accountsd

Dopo l’aggiornamento a macOS 10.15.7 (ma si segnala il problema anche con altre versioni di macOS) alcuni utenti riportano di problemi con il processo “accountsd”, visibile avviando l’utility Monitoraggio Attività. In alcuni casi il processo in questione occupa una percentuale della CPU eccessivamente elevata (fino al 400%) contribuendo a rallentare il computer, facendo avviare le ventole e consumando in modo anomalo la batteria.

Il sito Mmrmacintosh.com riporta alcuni suggerimenti su come risolvere l’eventuale inconveniente. Quando il problema si verifica, il Finder sembra non rispondere o rispondere lentamente. È possibile aprire l’utility Monitoraggio Attività e verificare la percentuale di occupazione della CPU; per il processo in questione potrebbe essere indicato un valore superiore anche al 400%, indicazione certa di qualche anomalia.

macOS, cosa fare se avete problemi con il processo accountsd
Il processo accountsd occupa una % di CPU decisamente elevata

È possibile effettuare vari tentativi ma la soluzione definitiva sembra il reset delle impostazioni iCoud mediante l’uso del Terminale per eseguire alcuni comandi (qui di seguito riportati), terminare il processo com.appleiCloudHelper, spostare il database .sqlite di iCloud in una cartella di backup, eliminare il processo accountsd e riavviare.

sudo -v

killall -9 accountsd com.apple.iCloudHelper

defaults delete MobileMeAccounts

mkdir ~/Library/Accounts/Backup

mv ~/Library/Accounts/*.sqlite* ~/Library/Accounts/Backup/

killall -9 accountsd com.apple.iCloudHelper

sudo reboot

Dopo il reset delle impostazioni e il riavvio della macchina, bisognerà reinserire le proprie credenziali nelle preferenze di iCloud.

Apple spiega nella documentazione per sviluppatori che il processo accountsd permette di accedere e gestire account esterni dall’interno delle app senza richiedere loro di indicare le credenziali di login. “Il framework Accounts fornisce accesso agli account utente memorizzati nel database Accounts, che è gestito dal sistema.

Un account memorizza le credenziali di login di un particolare servizio, ad esempio Twitter, e si usano tali credenziali per autenticarsi con il servizio. Integrando il framework Accounts nella vostra app, non è necessario memorizzare account di login per conto vostro; al contrario, l’utente concede alla vostra app accesso alle credenziali di login per l’account, aggirando la necessità di indicare username e password.

Su macitynet trovate centinaia di tutorial per Mac: partite da questa pagina.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,828FollowerSegui