HomeMacityAndroid WorldMediaTek Dimensity 9000 vuole sfidare Qualcomm

MediaTek Dimensity 9000 vuole sfidare Qualcomm

Finora MediaTek ha creato processori per Android meno potenti dei top di gamma Qualcomm e Samsung, ma il nuovo MediaTek Dimensity 9000 è il primo modello del costruttore che potrebbe cambiare le carte in tavola, questo grazie a diverse novità e primati che lo distinguono fin dal lancio rispetto ai processori di fascia medio bassa visti per lo più finora.

Per la prima volta MediaTek anticipa tutti i concorrenti, Apple inclusa, in termini di tecnologia di produzione, perché MediaTek Dimensity 9000 è realizzato con tecnologia a 4 nanometri negli stabilimenti di TSMC, come segnala The Verge. Attualmente Apple realizza i suoi processori di ultima generazione con processo a 5 nanometri. Ancora il nuovo SoC di MediaTek è il primo basato sull’architettura ARM v9, oltre che il primo con core di nuovo design.

All’interno infatti troviamo un singolo core Cortex-X2 ad alte prestazioni che funziona alla frequenza di 3,05GHz, affiancato da tre core Cortex-A710 da 2,85GHz, infine anche da quattro core Cortex-A510 ad alta efficienza che funzionano a 1,8GHz. Invece nel comparto grafico troviamo 10 core GPU Arm Mali-G710 in abbinamento alla APU MediaTek di quinta generazione dotata di sei core di calcolo per Intelligenza Artificiale che secondo il costruttore quadruplicano prestazioni ed efficienza energetica rispetto alla generazione precedente.

MediaTek Dimensity 9000 vuole sfidare Qualcomm

 

Il chip dedicato alla gestione di immagini e fotocamera, denominato Imagiq Gen 7 è presentato come il primo al mondo in grado di catturare foto fino a 320 megapixel, a patto naturalmente che il chip sia abbinato a una fotocamera in grado di farlo, gestendo il trasferimento fino alla velocità di 9 gigapixel al secondo.

MediaTek Dimensity 9000 integra anche un chip modem 5G con supporto per la connettività sub 6GHz, ma non per il più veloce standard mmWave, infine è il primo chip per smartphone già pronto per Bluetooth 5.3 e Wi-Fi 6E. Trattandosi di un chip appena presentato occorre attendere per i primi test che confermeranno o meno se è in grado di competere con i modelli top di Qualcomm e Samsung. I concorrenti non staranno a guardare: a fine novembre è attesa la presentazione di nuovi processori da parte di Qualcomm.

Anche se Apple detiene una quota di mercato negli smartphone nel mondo di poco inferiore al 20%, è la società che genere più fatturato e guadagni nel settore, secondo le stime anche per quanto riguarda i ricavi nei chip per smartphone e tablet.

Offerte Speciali

macbookpro14e16

Sconti su MacBook Pro 16″ e MacBook 14″, risparmiate fino a 530 euro

Continuano gli sconti importanti di Amazon sui Mac. Ecco tutti i migliori affari di oggi con risparmi fino a oltre 500 euro
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial