fbpx
Home iPhonia il mio iPhone Nell'ultima beta di Chrome per iOS lo sblocco delle schede in Incognito...

Nell’ultima beta di Chrome per iOS lo sblocco delle schede in Incognito con il Face ID

Google sta testando nuove funzionalità per Chrome su iOS e una novità riguarda la possibilità di bloccare/sbloccare le schede in Incognito con il Face ID o il Touch ID di iPhone e iPad.

Chi preferisce non memorizzare le attività in Google Chrome, può navigare sul Web in privato usando la modalità di navigazione in incognito: in questa modalità il browser non salva la cronologia di navigazione, i cookie e i dati dei siti o le informazioni inserite nei moduli.

“È possibile aggiungere maggiore sicurezza alle schede in Incognito con il Touch ID o Face ID”, si legge nelle note di rilascio dell’ultima beta di Chrome per iOS individuate dal sito 9to5Google; “quando tornate all’app Chrome, le schede in Incognito saranno offuscate fino a quando non confermate di essere voi. Per attivare la nuova funzionalità andate in Impostazioni > Privacy – Blocca schede in Incognito quando chiudi Chrome”.

Note di rilascio nella beta di Google Chrome per iOS
Note di rilascio nella beta di Google Chrome per iOS

L’ultimo aggiornamento di Chrome per iOS/iPadOS risale al 23 novembre. L’ultima release ufficiale permette di avere su iPad più finestre di Chrome aperte contemporaneamente ed è stata migliorata la sicurezza della compilazione automatica (è possibile compilare automaticamente le password sfruttando l’accesso con Face ID o Touch ID). Una nuova funzionalità nelle Impostazioni, chiamata Controllo di sicurezza, consente di controllare se disponiamo del l’ultima versione di Chrome, se è stata attivato la funzionalità Navigazione sicura, se sfruttando eventuali password compromesse e come risolvere il problema.

Google non ha a tutt’oggi aggiornato nessuna app con le indicazioni sulla privacy così come richiesto da Apple. Per tutte le app di Big G la sezione “privacy” nell’App Store mostra l’indicazione “”Lo sviluppatore, Google LLC, non ha fornito a Apple dettagli sulle proprie procedure per la tutela della privacy e il trattamento dei dati” e un avviso: “Lo sviluppatore sarà tenuto a fornire i dettagli sulla privacy quando invierà il prossimo aggiornamento dell’app”.

Apple, ha già spiegato che non ci saranno distinzioni: le nuove etichette per la privacy sono obbligatorie per qualsiasi applicazione distribuita sulle sue piattaforme, sia quelle di terze parti, sia quelle sviluppate da Apple stessa. Facebook, con una azione propagandistica portata avanti anche con inserzioni su importanti quotidiani, ha affermato che le funzionalità per la privacy previste da Apple in iOS 14 sarebbero “devastanti” per le piccole imprese ma i numeri riportati sono stati messi in discussione da esperti di marketing che accusano Facebook di avere riportato dati fuorvianti, cifre alterate ad arte e disinformazione.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 1 TB GB , minimo storico: 1018 euro

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 1TB GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1018 euro, quasi il 25% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,883FansMi piace
93,611FollowerSegui