Occhiali Apple per Vr, ricerca personale per interfacce utente 3D

La Casa di Cupertino è alla ricerca di un "3D UI Frameworks Engineer", qualcuno che si occupi dell'interfaccia uomo-macchina che si frappone tra qualche dispositivo per la Realtà Virtuale/Aumentata e l’utente, consentendone l'interazione reciproca.

occhiali apple

Gli occhiali Apple per Vr per ora non ci sono, ma a Cupertino si continua a lavorare sul versante Realtà Aumentata e Realtà Virtuale. Lo dicono le ricerche personale tra cui  un’offerta di lavoro per un “3D UI Frameworks Engineer”, qualcuno che si occupi di UI (dall’inglese User Interface), l’interfaccia uomo-macchina, in altre parole ciò che si frappone tra qualche dispositivo e un utente, consentendone l’interazione reciproca.

Il posto è a disposizione presso il Technology Development Group di Apple e chi avrà l’incarico dovrà “guidare – dice Apple – la prossima generazione di esperienze interattive per la nostra piattaforma”. Nell’offerta si spiega che la persona assunta per tale posizione dovrà essere in grado di creare software che influisce sulle modalità con le quale sia gli sviluppatori, sia gli utenti, interagiscono con i prodotti hardware. Inoltre, la persona lavorerà con Realtà Aumentata e Realtà Virtuale usando i framework ARKit e Metal 2 di Apple.

Di particolare interesse nell’offerta di lavoro, è il riferimento a 3D UI Frameworks, lasciando immaginare qualcosa legato al visore per la Realtà Aumentata, un accessorio del quale si vocifera da tempo. Apple spiega che il candidato ideale dovrebbe avere cinque anni di esperienza nel campo dello sviluppo software, avere un Master of Science/frequentato un dottorato in informatica o esperienze equivalenti. Non è la prima volta che si leggono annunci di questo tipo da parte di Apple e già altre volte sono stati notati riferimenti più o meno espliciti alla Realtà Virtuale o Aumentata.

Visore VR Apple ovvero occhiali apple

Indiscrezioni su occhiali Apple per la realtà aumentata circolano da diversi mesi. A novembre dello scorso anno, alcuni particolari sono emersi da un report di Bloomberg secondo il quale Apple èsarebbe al lavoro su un visore AR/VR dotato di uno schermo dedicato che funzionerà con un nuovo chip e un nuovo sistema operativo siglato rOS, nome interno dalle iniziali di reality operating system. Il dispositivo, nome in codice “T288” vanta un display con risoluzione 8K per ciascun occhio e non richiederebbe la connessione a computer o smartphone. Voci riferiscono dell’arrivo sul mercato per il 2020.

Nei mesi passati sono circolate voci di Apple al lavoro su diversi prototipi di dispositivi per la Realtà Aumentata/Virtuale, inclusa la creazione di un’unità interna che si occupa esclusivamente di questo. Apple avrebbe creato un display dedicato, processore e un sistema operativo ad hoc  controllabile con pannelli touch, attivazione vocale e gesti delle mani.

Altro indizio che Apple intende puntare sulla Realtà Virtuale e Aumentata è l’aquisizione di Vrvana, startup canadese Vrvana, nota per un particolare visore denominato Totem recensito sempre positivamente da chi ha avuto modo di provarlo ma finora mai effettivamente commercializzato. In ogni caso non trattenete il fiato, per comprare gli occhiali Apple si dovrà attendere il 2021, secondo alcune fonti