Future Power: Apple ritiri il comunicato sui cloni

Apple deve ritrattare e chiarire con un nuovo comunicato stampa le notizie che ha diffuso nel corso della settimana sulla vicenda dei cloni di iMac. Lo chiede con un'intervista a Macnn Bill Voecks, GM di Future Power una delle due società  trascinate in tribunale da Apple con l'accusa di avere copiato iMac.

Videoregistratore JVC con FireWire

Guido Francazi ci segnala che JVC importa in Italia un videoregistratore con connessione FireWire. Si tratta del HM-DR10000, tra le altre caratteristiche presenta anche Codifica/Decodifica MPEG2, registrazione di alta qualità  di sette ore (modalità  STD) e prolungata di 21 ore (modalità  LS3), archiviazione di 2000 titoli nella memoria del videoregistratore, compatibilità  con i formati analogici Super VHS e VHS. Si tratterebbe della soluzione ideale per chi realizza filmati usando un camera digitale, li monta su iMac e desidera poi archiviarli su videocassetta, senza essere costretto a ripassare il prodotto del montaggio prima sulla telecamera. L'unico inconveniente è il prezzo, non propriamente economico: 3.5 milioni.

Il 17 marzo addio ad iridium

Il 17 marzo potrebbe essere l'ultimo giorno del servizio di telefonia cellulare via satellite Iridium. Lo ha annunciato Motorola che controlla una parte delle azioni della società  che opera in amministrazione controllata. "Se non arriveranno finanziatori affidabili - dichiara Motorola in un comunicato agli utenti - il servizio sarà  disponibile non oltre le 23,59, ora della costa pacifica, del 17 marzo 2000". Il consorzio Iridium, di cui facevano parte numerosi investitori a livello internazionale tra cui anche la nostra Telecom, è stato affossato dai costi eccessivi dell'attrezzatura e delle chiamate e dalla scarsa maneggevolezza dei telefoni.

Gates liquida azioni Microsoft

Bill Gates passa alla cassa e riscuote 28,5 milioni di dollari in azioni Microsoft. Il fondatore della società  delle finestre ha infatti comunicato alla Securities and Exchange Commission di essere intenzionato a vendere 300.000 azioni, parte di quelle che aveva ricevuto nel 1981 all'atto della quotazione in borsa del colosso di Redmond. Anche dopo la cessione del pacchetto l'attuale il "Chief Software Architet", il nuovo ruolo che si è cucito addosso dopo avere ceduto la carica di CEO, controlla il 15,3% delle azioni di Microsoft, circa 780 milioni che significano un patrimonio, all'attuale valore di mercato di 73 miliardi di dollari, ovvero 150.000 miliardi di lire. In febbraio Gates aveva già  venduto azioni per 107 milioni di dollari e ancora prima in gennaio la fondazione controllata sempre da Gates e dalla moglie aveva venduto titoli per due miliardi di dollari. Paul Allen, che aveva contribuito a fondare Microsoft ma che ora è a capo di una società  di investimenti, la Vulcan Ventures, sempre in gennaio aveva ceduto azioni per un miliardo di dollari. Secondo un portavoce della società  non si tratterebbe di manovre di lungo termine per il disinvestimento e il disimpegnosi, almeno per quanto riguarda Gates: "Bill opera in continuazione per una prudente diversificazione del portafoglio e questa operazione rientra in questa ottica", dichiarano alla Microsoft.

WindowsMe: “E’ la fiera del bug”

"Mondo Bug", ovvero "la fiera del bug". La colorita espressione non si riferisce a qualche oscura applicazione shareware ma è il commento fornito da alcuni beta testers sul livello di sviluppo raggiunto da WindosMe, ovvero Windows Millenium Edition. "Se volete vedere un software realmente zeppo di bugs - commenta uno sviluppatore al lavoro con le ultime beta - via basta prendere in mano una delle ultime build di WindowsMe. E' la fiera del bug".

MacWorld non organizza la fiera Europea

Maccentral corregge se stesso: per ora nessun cambiamento alla denominazione della rassegna Europea di Apple che continuerà  a chiamarsi Apple Expo. Niente MacWorld Expo Europe, dunque, e niente omologazione sotto il profilo della gestione con le altre tre fiere mondiali (quella di San Francisco, di Tokyo e di New York). Lo hanno precisato i responsabili di Universe MacWorld (l'edizione francese di MacWorld) che spiegano che non c'è alcuna relazione tra la rassegna parigina e il giornale. L'unico cambiamento che potrebbe avvenire nella denominazione è l'aggiunta della specificazione "Europa", invece di Francia: "Apple Expo Europa".

Storia di Apple in Italiano

Chi fosse interessato alla storia di Apple può scaricare il testo in PDF di un articolo pubblicato da Macintosh Magazine qualche tempo fa. Si tratta di un interessante riassunto utile a chi vuole farsi un'idea di che cosa è accaduto da quei giorni del mitico garage della casa di Jobs fino a ieri...

Nuove ATI: facile il supporto per OpenGL

Alcune delle nuove routine e degli effetti della scheda basata sul chip Rage6 e che, nelle intenzioni di ATI, dovrebbe sbaragliare la concorrenza sono già  supportate in OpenGL 1.2, altre possono essere implementeta come estensioni di OpenGL. Una buona notizia che lascia immaginare che la nuova scheda potrebbe essere facilmente rilasciata fin da subito anche per la nostra piattaforma. Nei giorni scorsi, dopo l'annuncio del chip, in molti si sono chiesti se sarebbe stato mai rilasciato anche su prodotti per Mac e, soprattutto, quando sarebbe stato rilasciato per Mac. ATI non ha risposto alle domande in merito nè, tantomeno, ha illustrato dettagli sulla disponibilità  al pubblico.

Canvas 7 per Linux (gratis)

Canvas 7 per Linux e, per giunta, gratis. Lo ha annunciato Deneba che dovrebbe presto rendere disponibile una prima versione beta prima della presentazione della versione finale, prevista entro tre mesi. "Il port - ha detto Calvin Hsu, direttore del marketing di Deneba - è cominciato qualche mese fa. La decisione di sviluppare per Linux è stata assunta per cogliere una grande opportunità  come quella offerta dal movimento Open Source. Molti dei nostri programmatori sono fanatici della piattaforma". Purtroppo al momento Deneba non ha in previsione una versione per PPC ma solo per Intel.

Canvas 7.01

Deneba ha rilasciato l'aggiornamento alla versione 7.0 1 per Canvas. Non si tratta certo di un update da nulla, nonostante la numerazione centesimale: 11,7 MB (Grazie a Fabio Zambelli)

Breve storia dell’HTML

Chi legge e capisce bene l'inglese troverà  molto interessante una mini-storia dell'HTML scritta per MacWeek da David K. Every, responsabile di MacKido Temple.

Lettore CD superleggero da Teac

Teac ha annunciato PortaCD, un lettore di CD portatile ultraleggero (la società  afferma essere il più piccolo tra quelli disponibili sul mercato). Per un prezzo di 199$ può essere l'accessorio ideale per tutti quei PowerBook di vecchia generazione che non erano dotati di lettore CD.

Flash killer ma non troppo

MacAddict ha una prima presa di contatto con LiveMotion , il tool di Adobe per la realizzazione di contenuti multimediali per Internet. Il giornale non pare essere molto convinto che, come dichiarato dalla società  produttrice, possa trattarsi di un vero "Flash Killer". Secondo MacAddict, infatti, questo poteva forse essere vero fino a qualche mese fa quando Flash era ancora alla versione 3.0, ora la sceltra tra i due si riduce alla famigliarità  con le rispettive intefaccia. Chi usa Flash non troverà  motivi paricolarmente forti per passare a LiveMotion. Chi, invece, preferisce i tools di Adobe si troverà bene con il nuovo prodotto della società  di Palo Alto.

Yahoo discrimina il Mac

Yahoo discrimina il Mac. L'occasione è FinanceVision's, in sostanza una sistema personalizzato per tenere traccia dei propri investimenti finanziari che utilizza stream audio e video, pagine HTML e pagine in Java; questa sorta di "portale multimediale personalizzato" funziona solo con il sistema operativo di Bill Gates. Scelte che appaiono assolutamente inadeguate per un sito che ha sempre strombazzato ai quattro venti la sua indipendenza e neutralità  e, soprattutto, in considerazione di quanto sta accadendo oggi nel mondo informatico caratterizzato da una crescita molto consistente del mondo Mac.