Pellicola in vetro per iPhone 6s e 6s Plus, la prova di quella di Orzly

Macitynet mette alla prova una delle prime pellicole in vetro dichiarate come compatibili con i nuovi iPhone 6s. Ecco le caratteristiche e i limiti di questo accessorio, in vendita su Amazon a 12,99 euro

I nuovi iPhone 6s e 6s Plus, come noto, hanno lo schermo 3D Touch, un display che risponde anche alla pressione del tocco non solo allo sfioramento. Questo potrebbe essere un problema per alcune pellicole in vetro che vengono commercializzate su diversi canali. Per essere efficienti e non impedire al telefono di essere pienamente operativo, aveva spiegato Phil Schiller, le pellicole non devono essere superiori a 30 decimi di millimetro e non introdurre vuoti d’aria tra la pellicola e lo schermo.

Per verificare che cosa è possibile acquistare oggi su Amazon con queste specifiche, abbiamo fatto qualche ricerca, trovando diversi accessori di questo tipo, decidendo di comprare la Orzly, una delle più apprezzate pellicole del negozio on line. Questo accessorio risponde a tutte le specifiche dettate da Schiller: spessore di solo 0,24 mm e perfetta aderenza al display.

La pellicola costa 12,88 euro, è realizzata in vetro temperato trattato con un processo oleofobico e ha tutti i ritagli necessari per far funzionare i sensori del telefono. Rilasciata quando era stato rilasciato iPhone 6, appartiene però alla prima generazione delle pellicole per i modelli da 4,7 e 5,5 pollici, quella che non copre interamente lo schermo come fanno invece altre pellicole rilasciate successivamente. Questa soluzione era stata scelta adottata perchè inizialmente i produttori di pellicole non avevano inizialmente trovato altra soluzione per aggirare la difficoltà ingegneristica proposta da Apple che con iPhone 6 e 6 Plus aveva introdotto uno schermo leggermente smussato ai bordi, così che era impossibile coprire interamente lo schermo con una semplice pellicola. Successivamente i produttori di pellicole in vetro hanno trovato una soluzione differente, lanciando pellicole (come questa) “tutto schermo”, molto più protettive ma anche più spesse, 0,33 mm, quindi oltre il limite fissato da Schiller per garantire il funzionamento di 3D Touch,

La pellicola che abbiamo deciso di provare arriva a casa in una confezione decisamente ricca. La scatola è in plastica semirigida, all’interno troviamo ben custoditi un panno imbevuto di alcol e un piccolo panno in microfibra. Abbiamo anche due adesivi per togliere le fibre di tessuto che eventualmente si depositeranno sul display e una spatolina in plastica per eliminare le bolle d’aria.

Abbiamo pulito accuratamente lo schermo dell’iPhone 6s Plus, poi abbiamo estratto la pellicola in vetro e l’abbiamo applicata facilmente. Le bolle se ne sono praticamente andate da sole senza neppure usare la spatolina e la pellicola si è applicata correttamente.

La prima cosa che abbiamo verificato è stato proprio il funzionamento di 3D Touch. Lo schermo ha risposto perfettamente al tocco, senza alcun problema. Il display funziona come previsto sia nel tocco tradizionale che nel multitouch. La sensazione ai polpastrelli è pressochè identica a quella che si avrebbe passando il dito sullo schermo Gorilla.

Il problema di questo tipo di pellicole è però nel fattore di protezione. Come accennato la Orzly appartiene alla prima generazione di pellicole in vetro e il bordo di iPhone resta scoperto per un paio di millimetri. Soprattutto resta scoperto l’estremo bordo del vetro di iPhone il che prima di tutto è di non piacevolissimo effetto estetico ma anche e sopratutto, a nostro giudizio, pericoloso per il telefono stesso. Se l’iPhone dovesse cadere e colpire uno degli spigoli sarebbe il vetro di iPhone, in quel punto totalmente scoperto, a pagare dazio e molto probabilmente, lo diciamo per esperienza diretta per avere avuto un incidente simile: vetro di protezione o no, lo schermo si romperà. Forse qualche rischio in meno lo si correrà con una custodia che sale oltre il bordo di iPhone e va a a coprire interamente la parte lasciata esposta dalla pellicola, ma anche in questo caso il fattore di protezione non sarà lo stesso di una copertura in vetro completa.

Le copertura in vetro da meno di 30 millimetri, visto che tutte (incluse quelle di marchi importanti come Spigen) sono dunque inutili? Non propriamente. In primo luogo offrono una certa protezione all’impatto frontale, secondariamente cancellano il rischio di rigare centralmente lo schermo. Sono in grado di tutelare in maniera molto più efficace ed esteticamente migliore lo schermo di iPhone rispetto alle pellicole in plastica, ma se volete avere una protezione maggiore, potrebbe essere necessario usare una custodia che sale sopra il bordo e, meglio ancora, attendere il lancio di pellicole in vetro che copriranno tutto lo schermo. Questo potrebbe avvenire, secondo quanto ci hanno riferito alcuni produttori di accessori, tra un paio di settimane o un mese. Nell’attesa stiamo provando altre pellicole che non rispondono alle specifiche di Apple per vedere come si comportano con iPhone 6s

La pellicola di Orzly costa 12,99 euro, è compatibile con iPhone 6 e iPhone 6s e si compra da qui

La pellicola di Orzly funziona perfettamente con 3D Touch
La pellicola di Orzly funziona perfettamente con 3D Touch