iPhone 8 e iPhone X bloccati con schermi non originali: per iFixit è un bug

0

Nessun giro di vite di Apple contro le componenti non originali e i riparatori indipendenti: i malfunzionamenti emersi in iPhone 8 e iPhone X dopo la sostituzione dello schermo secondo iFixit non sono dovuti a precisi blocchi inseriti da Cupertino in iOS ma semplicemente a un bug software.

Con l’aggiornamento a OS 11.3 di fine marzo, alcuni utenti che hanno sostituito lo schermo rotto di iPhone 8 con uno non originale, si sono ritrovati con il touchscreen non funzionante. Altri utenti di iPhone 8, 8 Plus e iPhone X, hanno lamentato un problema con il funzionamento del sensore di luminosità e il True Tone (la funzione che regola il colore e l’intensità del display in modo che si adegui alla luce ambientale) e anche la funzione dedicata alla batteria per la gestione delle prestazioni tramite una valutazione periodica del livello, non funziona con alcune batterie di terze parti ma quest’ultimo inconveniente è comprensibile giacché Apple non può rispondere del corretto funzionamento di batterie prodotte da aziende con le quali non ha alcun legame.

Il sensore di luce ambientale integrato in iPhone X
Il sensore di luce ambientale integrato in iPhone X

Il sito iFixit ipotizza che blocchi e malfunzionamenti in questione non sono stati volutamente creati da Apple per mettere il bastone tra le ruote ai produttori di parti di ricambio di terze parti ma che si tratti sostanzialmente di bug software. Tenendo presente la grande esperienza di iFixit in materia si tratta di una ipotesi più che plausibile: se fosse confermata smentirebbe anche i timori dei riparatori terze parti che già ipotizzavano una possibile stretta di Cupertino sulle riparazioni non ufficiali, dopo che hanno rilevato blocchi e malfunzionamenti anche sostituendo lo schermo di iPhone 8 con una componente originale.

schermi non originali - foto sostituzione display iPhone 8 e iPhone xIl noto sito USA specializzato in riparazioni porta l’esempio di un caso simile avvenuto due anni fa con il famigerato “Errore 53”, un blocco di sicurezza che si presentava su alcuni iPhone sostituendo alcune componenti per la mancata corrispondenza tra il Touch ID originario e quello sostituito.

Apple rilasciò un aggiornamento per risolvere il problema dell’errore visualizzato quando un dispositivo non superava un test di sicurezza. Un altro caso simile a quelli odierni si presentò lo scorso anno anche con iPhone 7, risolto dopo un update di iOS. iFixit ritiene improbabile pensare che le cose con iOS 11.3 siano diverse e che presumibilmente Apple risolverà i problemi con i prossimi aggiornamenti del sistema. Una conferma che i display non originali funzionano senza problemi è stata ottenuta effettuando uno scambio “a caldo” (con il telefono accesso) del display: i sensori funzionano, evidenziando che il problema riguarda il mancato superamento di qualche controllo all’avvio.