fbpx
Home iPhonia iPhone Accessori Recensione Runtopia S1, lo sportwatch per il resto di noi

Recensione Runtopia S1, lo sportwatch per il resto di noi

Runtopia S1 è l’esempio di come la tecnologia possa diventare democratica e, anche in un mercato molto competitivo, anche un piccolo nome, con le idee chiare, possa ritagliarsi una sua fetta di utenti.

A noi le proposte indipendenti sono sempre piaciute e non ci siamo fatti pregare per provare questo nuovo smartwatch, anche se il termine come vedremo è un po’ generoso, apprezzandone le qualità e le idee, spesso intriganti, per offrirvi il nostro punto di vista.

Runtopia S1, in prova lo sportwatch per il resto di noi

Runtopia S1, la recensione

Robusto e con un look Amarcord

Runtopia S1 arriva in una piccola scatola bianca, che mostra la “faccia” dell’orologio in primo piano. Già dalla scatola si capisce che il modello non ama molto le frivolezze: all’interno appare subito lo smartwatch e il cavo di alimentazione via USB-A con connettore (lato orologio) proprietario.

Il look appare austero, un po’ Amarcord per chi ricorda i modelli Casio G-Shock (famosi negli anni 80 e 90, tornati da un paio d’anni sulla cresta dell’onda) sia per la forma della cassa e del cinturino, sia anche per il display a cristalli liquidi monocromatico.

Runtopia S1, in prova lo sportwatch per il resto di noi

Una volta indossato il Runtopia S1 appare più leggero di quanto ci dava da pensare, con un aggancio classico sul cinturino in silicone.

L’accensione avviene semplicemente toccando uno dei due pulsanti a lato e la prima sincronizzazione con l’App è una questione di pochi minuti.

La cassa, rivestita in gomma, è molto robusta e appare ben pronta all’uso anche fuori dal comune, a patto di sopportare qualche lesione esterna alla gomma se usato in modo estremo ad esempio per una corsa nei boschi.

Il display è touch e il suo uso lo si alterna con i due pulsanti laterali, tranne per l’illuminazione (temporeggiata) che si fa solo da pulsante.

Runtopia S1, smartwatch ma non troppo

Chiariamo subito i dubbi: Runtopia S1 fa alcune cose che fa uno smartwatch, come ad esempio il sync con l’App per smartphone, e la gestione del segnale GPS, tuttavia non si può definire uno smartwatch in senso stretto. La definizione di sportwatch ci può stare in base a come si vogliono vedere le categorie ma è un punto di vista.

Runtopia S1 non ha le App (se non quella dedicate alla corsa), non ha un AppStore e paragonato ad altri smartwatch nel mercato ovviamente è limitato.

Però le idee ci sono, specialmente quella di utilizzare un display a cristalli liquidi: questo è in grado di mostrare tutte le informazioni necessarie sia durante il giorno, sia (specialmente) durante l’attività, ma permette un consumo decisamente inferiore rispetto alla maggior parte del concorrenti: si pensi bene che una carica del Runtopia S1 a noi è durata (rullo di tamburi) ben 24 giorni, tanto che ci siamo dimenticati di dov’era il caricabatterie e l’abbiamo dovuto cercare (spoiler: l’abbiamo trovato).

Il display mostra l’ora, il numero di passi (che però a quanto abbiamo capito non passa all’App, che si occupa solo delle sessioni di sport), la data e il rilevamento del battito cardiaco. Fuori dall’attività sportiva il display mostra anche SMS e altri avvisi, oltre ovviamente alla sveglia silenziosa.

Durante l’attività invece mostra la distanza, il tempo di attività, l’ora, il segnale GPS e sempre il battito, tutto in tempo reale (che poi è quello che serve), mentre alla fine della corsa mostra direttamente sul display il riassunto dell’attività, così che se non avete lo smartphone a portata di mano potete fare comunque le vostre considerazioni.

Runtopia S1, in prova lo sportwatch per il resto di noi

L’attività

Facciamo una premessa: siamo stati tra i primi a provare il Runtopia S1, un prodotto che è sul mercato e che funziona perfettamente, ma che come tutte le novità potrebbe, nel tempo, migliorare sensibilmente (via software) rispetto a quanto scritto in queste righe.

Detto questo la corsa è l’unica attività proposta, divisa in outdoor o indoor (fuori o dentro casa): selezionata la prima, si attiva in automatico anche il GPS, che ci mette un po’ per catturare il segnale e dialogare con i satelliti, una manciata di secondi che comunque si fanno perdonare perché, per quanto riguarda noi, la precisione ci è sembrata più che buona.

Runtopia S1, in prova lo sportwatch per il resto di noi

Anzi, confrontato con un Fitbit Ionic, ci è sembrato che la precisione crescesse al crescere della durata della corsa, così come i battiti cardiaci, la cui differenza era di qualche numero in difetto, ma niente di così particolarmente rilevante.

Manca la funzione, per chi come chi scrive non è un atleta, che rilevi lo stop e la ripartenza in automatico, cose che si possono fare dal display o dai pulsanti in modo semplice solo se effettuata tramite App.

Alla fine, il tutto si sincronizza con l’App: a questa diamo una sufficienza abbondante, nel senso che fa il proprio lavoro con una interfaccia chiara, pulita e moderna, ma alla quale mancano alcune caratteristiche fondamentali, come ad esempio la rilevazione dei passi quotidiani e, possibilmente, del battito cardiaco a riposo.

Ci sono invece i tipici crismi da atleti e non, come la gestione delle medaglie e un piccolo social network.

Runtopia S1, in prova lo sportwatch per il resto di noi

Considerazioni

Il voto del Runtopia S1 è senza dubbio positivo, perché un device così avanzato per la corsa, che è l’attività più diffusa tra chi cerca uno sportwatch, di solito costa almeno il doppio, in alcuni casi anche sette volte tanto, per pareggiare la durata della batteria e la presenza di GPS e battito cardiaco.

Il modello è ideale per chi lo alterna ad un orologio analogico, a una smartband meno evoluta o semplicemente per chi cerca un compagno fedele durante l’attività fisica (la corsa) e non ha grandi interessi al di fuori di quella.

Le capacità hardware dell’orologio ci sono e il display è buono, considerato che non deve stare dietro ad un App Store: quello che manca, pur considerando il prezzo e tenendo bene in mente la giovane età, è senza dubbio un maggiore supporto software per le attività extra sportive (perché l’orologio lo teniamo comunque tutto il giorno), che auspichiamo arrivi con un aggiornamento software quanto prima.

Pro:

• Ottimo rapporto prezzo/prestazioni
• Il display dura quasi un mese
• Vi accompagna ovunque, bagnati o meno

Contro:

• L’attività quotidiana è poco curata
• Non è uno smartwatch in senso stretto
• Solo per la corsa (per ora)

Prezzo:

• 70,00 Euro (79,00 Dollari)

Runtopia S1 è disponibile attualmente presso il sito della casa madre ad un prezzo molto invitante di 70 Euro.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,441FansMi piace
95,315FollowerSegui