Test caduta iPhone XS Max e XS contro iPhone X: Apple migliora ancora

Comprare i nuovi iPhone per poi gettarli a terra è uno sport costoso, ma il test caduta iPhone XS Max e XS contro iPhone X può effettivamente dare un’idea sulla resistenza dei nuovi vetri speciali Gorilla Glass rispetto al precedente iPhone X

Test caduta iPhone XS Max e XS contro iPhone X: Apple migliora ancora

Per i suoi terminali di ultima generazione Apple dichiara di aver impiegato il «Vetro più robusto mai usato su uno smartphone», così il nuovo test caduta iPhone XS Max e XS contro iPhone X permette di verificare la veridicità di questa affermazione.

Comprare i nuovi costosi iPhone per gettarli a terra è una operazione che sfida il buon senso e le leggi dell’economia ma ormai da anni sembra lo sport preferito nei giorni di lancio dei nuovi terminali Apple.

i nuovi iPhone XS e XS Max arrivano nei negozi: li abbiamo aperti per voi

Tra i primi test caduta iPhone XS apparsi in rete quello di TechSmartt, sito web australiano che ha potuto mettere le mani sui nuovi smartphone di Cupertino prima rispetto a tutto il resto del mondo grazie al vantaggio concesso dal fuso orario. Tre le prove di caduta effettuate.

Nel primo caso i tre terminali vengono lasciati cadere al suolo dall’altezza della tasca, simulando così uno degli incidenti più comuni: la caduta mentre si infila o si sfila il telefono dalla tasca. Notiamo con piacere che in questo test caduta iPhone XS ma anche il precedente iPhone X escono illesi. I vetri speciali Gorilla Glass dati da Apple per fronte e retro dei terminali sono in grado di sopportare le cadute più comuni e frequenti. In ogni caso occorre sempre tener presente che l’angolo di impatto, il materiale su cui il telefono cade e diverse altre variabili casuali possono cambiare completamente l’edito di un test di caduta.

Il secondo test caduta iPhone XS e X è effettuato dall’altezza della testa, anche qui per simulare un incidente comune: la caduta mentre si parla al telefono. Qui cominciano a emergere le differenze tra il vetro impiegato in iPhone X e quello degli XS. Infatti il terminale top dell’anno scorso incassa una bella crepa sullo schermo, invece iPhone XS esce quasi impeccabile, mentre iPhone XS Max cade di spigolo e ottiene solo un graffio.

La terza e ultima prova è quella più devastante da una altezza di 10 piedi, circa 3 metri. In iPhone X si rompe il vetro posteriore mentre iPhone XS Max cade con il display rivolto in basso: il vetro si rompe e lo schermo mostra malfunzionamenti. Il viciniore assoluto è iPhone XS che supera illeso anche questa tortura.

Oltre alle numerose variabili che possono fare la differenza sull’esito di un test di caduta di questo tipo, occorre rilevare che i nuovi vetri speciali impiegati da Apple sembrano offrire una resistenza maggiore rispetto a quelli impiegati in iPhone X. Nel caso di iPhone XS Max però peso e dimensioni maggiori si fanno sentire.