Tutto su iPhone XS: design, tecnica, prezzi

Tutto su iPhone Xs: design, tecnica, prezzi

Ecco tutto quello che vi serve sapere su iPhone Xs. Dall design alle specifiche tecniche, per finire con il prezzo. Per chi lo vuol comprare e per i curiosi in vista di un confronto.

Il lancio degli iPhone 2018 è avvenuto nel aorso dell’evento Gather Round che Apple ha tenuto a Cupertino il 12 settembre. Nel corso della presentazione, oltre ad Apple Watch 4 e ad iPhone Xs, sono apparsi anche iPhone Xs e di iPhone Xs Max, che Apple colloca al vertice della sua offerta e costituiranno la punta della tecnologia nel settore mobile per un anno. Di questi telefoni abbiamo parlato molto a lungo e diffusamente nel corso degli ultimi mesi, fin dal momento in cui non erano chiari né la differenziazione della gamma e neppure il nome, ma ora sono qui in tutte le loro specifiche ufficiali. Di iPhone Xs Max parliamo in un differente e specifico articolo. Qui vediamo nei dettagli quel che, per curiosità o per necessità di acquisto, dovete sapere di iPhone Xs

iPhone Xs e iPhone Xs Max, vecchi nuovi amici

iPhone Xs (come iPhone Xs Max), che abbiamo per la prima volta presentato “dal vero” la mattina stessa del suo lancio in Italia, nasce sulle spalle di una consolidata tradizione di marketing e di upgrading che ha le sue radici fin dal momento del lancio di iPhone 3Gs avvenuto nel 2009. Quel telefono segnato, appunto, dalla “s” che seguiva il nome del precedente modello, aggiornava, ma non rivoluzionava il precedente iPhone 3G. Da allora praticamente ogni due anni (unica eccezione lo scorso quando ad iPhone 7 ha fatto seguire iPhone 8) ha presentato un modello s che, appunto, affina ma non rivoluziona il modello cui succede. Proprio quel che succede con iPhone Xs

Tutto su iPhone Xs: design, tecnica, prezzi

I dubbi sul nome

Inizialmente ci sono stati dubbi sul fatto se Apple avrebbe o meno presentato un iPhone Xs e un iPhone Xs Plus usando questo nome. Secondo alcune fonti infatti Cupertino avrebbe valutato seriamente la possibilità di non sfruttare più questa matrice. La stessa ipotesi era stata fatta per la denominazione Plus, che Apple usava dal momento del lancio di iPhone 6 Plus. In realtà a poca distanza dal diffondersi della voce, sono giunte smentite e alla fine il nuovo telefono ha avuto proprio il nome che ci si attendeva: iPhone Xs.

iPhone Xs: carta d’identità

iPhone Xs entra in un offerta che quest’anno, come per lo scorso, è fatta di tre prodotti. iPhone Xs e iPhone Xs Max e l’iPhone XR.  Diamo qui in sintesi il raffronto tra iPhone Xs e il resto dei prodotti In particolare dovremmo avere

  • iPhone Xs, è il vero successore di iPhone X, uno smartphone da 5,8 pollici
  • iPhone Xs Max è un prodotto strutturalmente ed esteticamente identico, con l’unica differenza dello schermo più grande 6.5 pollici. Come detto di questo prodotto parliamo separatamente
  • Da ultimo abbiamo anche iPhone XR, che rappresenta una sorta di entry level degli iPhone del 2018. Ha lo schermo LCD di nuova generazione, chassis in alluminio a vari colori, Face ID.

Tutto su iPhone Xs: design, tecnica, prezzi

Apple aveva lascito dietro di sé numerosi indizi su questi prodotti. In particolare aveva registrato i nuovi dispositivi iOS in Russia, presso le apposite commissioni di autorizzazione. I dispositivi con iOS 12 erano identificati con codici-modello A1920, A1921, A1984, A2097, A2098, A2099, A2101, A2103, A2104, A2105 e A2106. Si è sospettato fin all’inizio che le prime tre lettere nei nomi dei modelli (A19, A20 e A21) potevano essere i riferimenti ai nuovi dispositivi, la restante parte del codice identificare varie configurazioni possibili. In effetti i telefoni in tutto sono tre.

Design

Come accennato siamo di fronte ad una evoluzione di iPhone X e come per il passato, iPhone Xs è molto simile al modello lanciato lo scorso anno. lo si era compreso fin da subito sulla base di modelli basati su quel che emergeva dalle fabbriche cinesi e modelli assemblati con componenti originali. iPhone Xs ha la parte frontale quasi interamente occupata dallo schermo, grazie alle con cornici ottimizzate, notch frontale e assenza di Touch ID. A livello dimensionale iPhone Xs è vicino ad iPhone X, quindi di 143,6 x 70,9 x 7,7 mm. Lo chassis dovrebbe essere realizzato in un maggior numero di parti e segmenti, per renderlo più resistente. Ma di questo per ora non ci sono informazioni specifiche, forse ne sapremo qualche cosa di più quando sarà stato messo mano al classico smontaggio. Sappiamo anche che viene usato un nuovo materiale per la copertura, più resistente dei precedenti, come dimostrano alcuni test di caduta. Potrebbe essere il vetro Gorilla Glass 6

Colore oro

iPhone X era disponibile solo in due colori, grigio siderale e argento. La nuova versione è disponibile anche in colore oro.  Apple avrebbe avrebbe avuto significativi problemi nel trattare il colore per la complessità del processo di anodizzazione. Già lo scorso anno Apple sembra avesse pensato ad un iPhone oro, per poi rinunciare. Il solitamente accurato analista Ming Chi Kuo, aveva avuto conferme che i problemi sono stati poi superati e puntualmente ecco l’iPhone oro, un colore che in alcuni paesi (come la Cina) pare essere il preferito.

Tutto su iPhone Xs: design, tecnica, prezzi

Dentro ad iPhone Xs e iPhone Xs Max

Se l’estetica del terminale è stata oggetto nel corso dei mesi scorsi da innumerevoli rapporti, sulle caratteristiche tecniche si era saputo poco. Ma si poteva immaginare che iPhone Xs avrebbe puntato essenzialmente su innovazioni hardware interne. In effetti  stato così.  Tra le novità ci sono i 4GB di memoria RAM (non confermati da Apple ma solo da alcuni benchmarks) una capacità di memoria fino a 512 GB. Ovviamente la novità principale dal punto di vista delle componenti è l processore. Si tratta di Apple A12.

Processore Apple A12

La principale innovazione Apple A12 è il processo a 7 nanometri, basato su tecnologie di TSMC integrate con una lunga serie di tecnologie proprietarie di Apple. Di base Apple usando questa piattaforma teoricamente avrebbe ottenuto un A12 o in grado di consumare circa il 40% in meno rispetto al predecessore e, come se non bastasse, ottenere un incremento di velocità di circa il 20%. Per quanto riguarda la durata della batteria, dice MacWorld,  l’ipotesi è che il nuovo SoC a 7m avrebbe consentito di ottenere benefici non tanto durante l’uso ma in standby.

A conti fatti Apple promette un aumento delle prestazioni del 15%, calcoli grafici del 50% più efficienti e una riduzione dei consumi fino al 50%. Quindi i I primi test sembrano confermare che in effetti la velocità nel singolo core è aumentata più o meno il dichiarato. Le prestazioni sul multicore sono più o meno identiche a quelle di iPhone X. Ma per avere indicazioni più precise è necessario attendere qualche giorno, quando anche gli strumenti di misurazione stanno stati ottimizzati e sarà stata rilasciata la versione definitiva di iOS 12

iPhone Xs Max, tutto quello che sappiamo

Il display Oled di iPhone Xs

iPhone Xs ha ancora il pannello OLED, come del resto quello di iPhone X. In particolare, lo schermo dell’erede dell’ iPhone X da 5,8” ha un display con densità di 458 punti per pollice, con una risoluzione di 1.125 x 2.436 pixel, pari a quella dello smartphone del decimo anniversario. iPhone Max ha una risoluzione maggiore a 1.242 x 2688 pixel, e una densità di pixel identica: 458 PPI

Nuovo modem LTE

iPhone Xs ha un’antenna migliorata e potenziata per offrire velocità su rete cellulare LTE superiori, confermate da alcuni test, non più due antenne LCP LTE 2×2 MIMO, ma 4×4 MIMO che dovrebbe incrementare nettamente le velocità di invio e ricezione dati sfruttando più canali di comunicazione sulle reti cellulari LTE.

Il modem supporta anche i 600 Mhz (banda 71) che però alle nostre latitudini ha poco significato. Di fatto permette di coprire maggiori distanze e penetrare edifici, ma è proprietaria di T-Mobile e non esistono simili offerte fuori dagli USA.

Dual SIM

iPhone Xs supporta dual SIM e dual standby ovvero due linee telefoniche attive dentro allo stesso iPhone, con l’importante novità di supportare insieme connessioni LTE + LTE La dual sim viene implementata con una Sim fisica nel classico cassettino e una Sim virtuale. Per quieta seconda sim serve il supporto degli operatori che devono fornire uno speciale codice a barre. Al momento non ci sono operatori italiani che supportano la sim virtuale.  Nel mercato cinese sono invece supportate le due schede fisiche.

iPhone Xs Max, tutto quello che sappiamo

Batteria e alimentazione

Novità anche per la batteria. L’ipotesi lanciata dai rumor dei mesi scorsi è quella di una componente di LG a forma di L, come l’attuale, ma con maggiore potenza. Avrebbe un sola  cella al posto dell’attuale iPhone X, avente stessa forma ma a doppia cella. Usiamo il condizionale perché per ora senza che il prodotto sia finito nelle mani di qualcuno, non esiste nessuna possibilità di verificare che cosa ci sia al suo interno.

Apple A12 consente di ottenere benefici non tanto durante l’uso quanto nell’autonomia in standby, ma iPhone Xs manifesta un aumento in fatto di autonomia, almeno secondo quel che dichiara Apple: 30 minuti in più medi rispetto ad iPhone X. L’aumento dell’autonomia viene confermato da Consumer Report.

A proposito di alimentazione, nelle ultime settimane in rete si era parlato di una ricarica più veloce per i nuovi iPhone grazie, sostenuta da un alimentatore di nuova generazione,  Apple, ma in realtà nella confezione troveremo il caricabatterie del Giurassico da 5W che viene fornito con iPhone da più di dieci anni e che era stato per la prima volta introdotto con iPod. Molti siti e recensioni, incluso Macitynet, hanno criticato questa scelta.

Dal punto di vista tecnico iPhone XS ha una batteria da 10.13 Wh (2,659 mAh t 3.81 V) che pesa 39.5 g.

Da segnalare che iPhone XS ha componente di LG a forma di L, simile a quella di iPhone X, ma con maggiore potenza. Ha una sola cella al contrario di iPhone X, avente stessa forma ma a doppia cella.

iPhone Xs , come iPhone Xs Max ha una certificazione IP68. migliorando la classificazione IP67 di iPhone X e degli altri telefoni precedenti. Questo vuol dire protezione fino a 2 metri di profondità per 30 minuti invece che fino a 1 metro per 30 minuti. Apple spiega che il telefono è resistente agli schizzi, all’acqua, ma anche ad altri liquidi (tra cui la birra, come dimostrano alcuni test), e alla polvere; sono stati testati in laboratorio in condizioni controllate. Apple comunque continua a non fornire alcuna copertura in garanzia per danni da immersione.

Fotocamere

La fotocameraè la stessa di iPhone Xs Max e tecnicamente non è molto diversa da quella attualmente in uso su iPhone X. Almeno, non in termini di materiali impiegati, nelle lenti e nelle specifiche, come del resto dice la scheda tecnica.  Ma Apple durante la presentazione del telefono ha sottolineato con enfasi una serie di novità che sembrano comunque dipendere almeno in parte da aggiustamenti del software.

  •  Pixel più grandi per catturare più luce
  • Smart HDR, che in un solo click acquisisce 9 scatti della stessa scena a diverse esposizioni
  • Nuove funzioni per lo sfocato, è possibile cambiare in post-produzione l’apertura del diaframma, tra f/1.4 e f/16

La risoluzione delle fotocamera anteriore e posteriore sono le stesse di iPhone 8: 12 e 7 megapixel, ma secondo Apple ci sono grandi miglioramenti determinati essenzialmente dal software.

Nonostante alcuni osservatori hanno ritenuto che gli annunci fossero buoni per il marketing e che le vantate novità tecniche non fossero rilevanti, i primi test hanno dimostrato che le due fotocamere di iPhone XS e iPhone XS Max rappresentano in effetti un importante passo avanti, alcune per alcune innovazioni non annunciate

  • La fotocamera grandangolare di iPhone XS utilizza infatti una nuova lente equivalente 26mm Full Frame (in precedenza era 28mm equivalente)
  • Il sensore è del 32% più grande e i pixel più grandi consentono di catturare il 50% di luce in più.
  • Il neurale engine fornisce risultati molto buoni in controluce e nello sfocato presenta un superiore realismo

Tutto su iPhone Xs: design, tecnica, prezzi

Il dibattito intorno alla fotocamera

Nonostante le eccellenti premesse, la fotocamera di iPhone XS e iPhone XS Max è stata criticata durante le prime settimane dal lancio. Al centro delle critiche è stato Smart HDR il cui intervento tende ad appiattire, come notiamo anche noi nel nostro articolo di recensione su iPhone XS Max, le immagini e a ridurre il contrasto. Sotto accusa soprattutto la fotocamera frontale per l’eccessiva applicazione di modifiche. Secondo alcune fonti però semplicemente istruito il processore di immagine a ridurre in maniera massiccia il rumore nelle ombre che vengono schiarite per effetto dell’HDR. L’intervento per sua natura riduce il dettagli e quindi abbatte anche col contrasto, spingendo neri e bianchi verso il grigio.

In ogni caso DxOMark, uno dei laboratori più celebri al mondo per la valutazione di fotocamere tradizionali e anche per quelle degli smartphone, premia iPhone XS e iPhone XS Max. Secondo i test le fotocamere dei due telefoni nell’ottobre del 2018 sono le migliori al mondo dopo quella di Huawei P20 Pro, ormai diventato il modello da battere in questo campo.

Prezzi e disponibilità di iPhone Xs

iPhone Xs sarà disponibile in Italia dal 21 settembre. I preordini sono partiti venerdì 14 settembre. Secondo alcune voci iPhone Xs avrebbe avuto un costo relativamente abbordabile. Si pensava  ad un prezzo di ingresso di 999 o 1099 euro euro per la versione con minore capacità di memoria, sotto il prezzo di iPhone X. La stima non è stata molto sbagliata, iPhone X Max da 64 GB costa 1189 euro, lo stesso prezzo di lancio di iPhone Xs, anche se la versione versione top da 512 Gb costasse ben 1589 euro. La versione da 256 Gb costa invece 1359 euro.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale. Qui le specifiche tecniche.

Tutto su iPhone Xs: design, tecnica, prezzi