iPhone Xs Max, ecco quel che dovete sapere

iPhone Xs Max, tutto quello che sappiamo

Ecco in un solo articolo tutte le novità e le conferme sul nuovo iPhone Xs Max. Una guida per chi vuole acquistarlo e anche per chi ha solo qualche curiosità

iPhone XS Max, presentato durante l’evento Apple del 12 settembre 2018, si distingue in pochissime cosa rispetto ad iPhone XS anzi in una sola fondamentalmente: nello schermo. So tratta infatti del più grande iPhone di sempre e questo viene reso ben chiaro già dal nome: iPhone XS Max, dove la “s” come da tradizione ci ricorda di avere tra le mani un’evoluzione del precedente iPhone X mentre la sigla Max punta e tutto sulla maggiorazione dello schermo.

Lo schermo

E se lo schermo è il fattore distintivo, vendiamo di che stiamo parlando. Si tratta di un display da 6.5 pollici, con tecnologia OLED, che occupa quasi interamente, come si nota da una delle nostre primissime gallerie fotografiche, la parte frontale del telefono grazie a cornici ottimizzate, notch frontale e assenza di Touch ID. La tecnologia non è nuova, la si è vista infatti già con iPhone X, ma il lavoro di ingegneristica che permette ad Apple di mettere lo schermo più grande di sempre (per un iPhone) su un telefono pressoché grande come un iPhone 8 Plus da 5.5” è notevole.  È anche la componente di gran lunga più costosa di iPhone XS Max: secondo alcune fonti arriverebbe da solo ad un prezzo di 80$

I numeri del nuovo schermo parlano di una risoluzione pari a 1.242 x 2688 pixel, anche qui la più ampia di sempre per un iPhone;  porta con sé una densità di pixel superiore:  458 PPI

Va notato che lo schermo di iPhone XS Max se misurato su una forma rettangolare, all’interno del quale il display è contento, ha una diagonale di: 6,46 pollici. E l’area di visione, come detto dalla stessa Apple, è inferiore.

Apple pubblica tutti i video del Keynote di presentazione iPhone Xs, iPhone Xs Max e Apple Watch 4

Dimensioni e chassis

iPhone XS Max come detto è molto simile ad un iPhone 8 Plus per quanto riguarda le dimensioni, ma ci sono sottili novità strutturali, come un nuovo profilo in acciaio. Lo chassis è realizzato in un maggior numero di parti e segmenti, per renderlo più resistente, ma anche per migliorare la qualità delle trasmissioni dati. Viene anche usato un nuovo vetro di copertura, Apple non lo dice ma dovrebbe essere il vetro Gorilla Glass 6. Alcuni  test di caduta sembrano confermare che i nuovi telefoni sono più resistenti alla caduta dei precedenti modelli.

Per quanto riguarda le dimensioni, iPhone XS Max misura 77.4 x 157.5 millimetri ed avere uno spessore pari a 7.7 millimetri. Il riferimento è ovviamente un iPhone 8 Plus da cui si distingue per avere uno schermo più grande ma misure fisiche (eccetto che per lo spessore) più piccole. Il precedente modello aveva una misura di 78,1X158,4X7,5mm. Il nuovo iPhone pesa però di più: 208 grammi contro 202.

iPhone Xs Max, ecco quel che dovete sapere
iPhone 8 Plus a confronto con iPhone XS Max

Più resistente all’acqua, certificato IP68

iPhone XsS Max, come iPhone Xs ha una certificazione IP68. Questo vuol dire protezione fino a 2 metri di profondità per 30 minuti. Apple spiega che il telefono è resistente agli schizzi, all’acqua, ma anche ad altri liquidi, e alla polvere; sono stati testati in laboratorio in condizioni controllate. In precedenza gli iPhone erano testati secondo il grado IP67 (profondità massima: 1 metro fino a 30 minuti). Al proposito ci sono stati interessati test “semi artigianali” con liquidi non convenzionali.

Colori

iPhone XS Max è disponibile in tre colori: argento, grigio siderale e oro. Quest’ultimo è una novità di quest’anno. Apple voleva già fare un iPhone X oro lo scorso anno, ma avrebbe avrebbe avuto significativi problemi nel trattare il colore per la complessità del processo di anodizzazione, problemi ora superati.

Processore e GPU

Apple usa in questo telefono il processore A12 Bionic. Della componente parliamo in un dettagliato articolo. Qui in sintesi è importante notare che la principale innovazione del processore è il circuito a 7 nanometri costruito da TSMC. È basato su sei core: due gestiscono i calcoli più pesanti, quattro risolvono le operazioni di routine. Quando serve più potenza, il controller mette al lavoro tutti e sei i core. La GPU ha quattro core, il Neural Engine ne ha otto È anche presente un nuovo ISP, Image Signal Processor, che gestisce le funzioni della macchina fotografica.

Apple promette un aumento delle prestazioni del 15%, calcoli grafici del 50% più efficienti e una riduzione dei consumi fino al 50%. I primi test sembrano confermare che in effetti la velocità nel singolo core è aumentata più o meno del dichiarato. Le prestazioni sul multicore sono più o meno identiche a quelle di iPhone X. Ma per avere indicazioni più precise è necessario attendere qualche giorno, quando anche gli strumenti di misurazione stanno stati ottimizzati e sarà stata rilasciata la versione definitiva di iOS 12.

In ogni caso A12 è oggi il più veloce processore per dispositivi mobili al mondo.

iPhone Xs Max, tutto quello che sappiamo

RAM e capacità

I nuovi telefoni hanno 4GB di memoria RAM, non confermati da Apple, una capacità di memoria fino a 512 GB. con tagli anche da 64 e 256 GB

Batteria

Secondo le indiscrezioni, il nuovo Apple A12 avrebbe consentito di ottenere benefici non tanto durante l’uso quanto nell’autonomia in standby, ma iPhone XS Max manifesta un aumento importante in fatto di autonomia, almeno secondo quel che dichiara Apple. In linea generale iPhone XS Max dovrebbe avere 1,5 ore di autonomia in più rispetto ad iPhone X. Lo scarto più rilevante arriva in conversazione Apple dichiara 25 ore; 21 erano quelle di iPhone 8 Plus. Il nuovo iPhone garantirebbe un’ora in più rispetto ad iPhone 8 Plus in riproduzione video e 5 ore in più in riproduzione audio wireless. Consumer report ha confermato l’aumento dell’autonomia.

iPhone XS Max ha componente di LG a forma di L, come la precedente, ma con maggiore potenza. Ha una sola cella al contrario di iPhone X, avente stessa forma ma a doppia cella.

Nelle ultime settimane in rete si era iniziato a parlare di una ricarica più veloce per i nuovi iPhone grazie, sostenuta da un alimentatore di nuova generazione. Apple di fatto avrebbe mandato in pensione l’attuale ed obsoleto alimentatore da 1 Ah (lo stesso da dieci anni…) che costringe, alla luce dell’aumentato amperaggio, ad attese troppo lunghe per ricostruire la carica.  Ma così non è stato, e oggi un telefono top da 1700 euro ha un caricabatterie del giurassico. del valore di qualche decina di centesimi. E in effetti su questo argomento ci sono state massicce critiche

La batteria dell’iPhone XS Max ha una capacità di 12.08 Wh (3,179 mAh a 3.80 V) che pesa 46.6 g

Fotocamere

La fotocamera tecnicamente non è molto diversa da quella attualmente in uso sullo smartphone del decimo anniversario. Almeno, non in termini di materiali impiegati nelle lenti, ma Apple durante la presentazione del telefono ha sottolineato con enfasi una serie di novità.

  • Pixel più grandi per catturare più luce
  • Smart HDR, che in un solo click acquisisce 9 scatti della stessa scena a diverse esposizioni
  • Nuove funzioni per lo sfocato, è possibile cambiare in post-produzione l’apertura del diaframma, tra f/1.4 e f/16

La risoluzione delle fotocamera anteriore e posteriore sono le stesse di iPhone 8: 12 e 7 megapixel, ma secondo Apple ci sono grandi miglioramenti determinati essenzialmente dal software. Anche se osservatori inizialmente hanno espresso scetticismo, sostenendo che gli annunci fossero buoni per il marketing e che le vantate novità tecniche non fossero rilevanti, i primi test hanno dimostrato che le due fotocamere portano significartivi vantaggi alla qualità  dello scatto, grazie allo sfruttamento del neural engine. In particolare

  • La fotocamera grandangolare di iPhone XS utilizza infatti una nuova lente equivalente 26mm Full Frame (in precedenza era 28mm equivalente)
  • Il sensore è del 32% più grande
  • I pixel più grandi consentono di catturare il 50% di luce in più.
  • Il sistema di calcolo del processore fornisce risultati di superiore qualità in controluce
  • Il processore fornisce un’eccellente risposta e un grande realismo nello sfocato

iPhone Xs Max, tutto quello che sappiamo

Il dibattito intorno alla fotocamera

La fotocamera di iPhone XS e iPhone XS Max è stata al centro di un intenso dibattito nel corso delle prime settimane dal rilascio dei telefoni. Le critiche si sono concentrate intorno alla aggressività di Smart HDR il cui intervento automatico (a meno di non essere disattivato manualmente nelle preferenze) tenderebbe ad appiattire le immagini e a ridurre il contrasto. Sotto accusa soprattutto la fotocamera frontale il cui software applicherebbe un vero e proprio filtro “di bellezza”. Probabilmente Apple avrebbe però semplicemente istruito il processore di immagine a ridurre in maniera massiccia il rumore nelle ombre che vengono schiarite per effetto dell’HDR. L’intervento per sua natura riduce il dettagli e quindi abbatte anche col contrasto, spingendo neri e bianchi verso il grigio.

In ogni caso tutto questo non ha impedito ad iPhone X e iPhone XS Max di avere un riconoscimento da DxOMark, uno dei laboratori più celebri al mondo per la valutazione di fotocamere tradizionali e anche per quelle degli smartphone. Secondo i test svolti le fotocamere dei due telefoni nell’ottobre del 2018 sono le migliori al mondo dopo quella di Huawei P20 Pro, ormai diventato il modello da battere in questo campo.

 LTE migliorato e banda da 600 MHz

Su iPhone XS Max ha un’antenna migliorata e potenziata per offrire velocità su rete cellulare LTE superiori. iPhone X e anche i modelli iPhone 8 erano dotati di due antenne LCP LTE 2×2 MIMO, mentre sui nuovi iPhone c”è lo standard 4×4 MIMO, Multiple Input Multiple Output, che dovrebbe incrementare nettamente le velocità di invio e ricezione dati sfruttando più canali di comunicazione sulle reti cellulari LTE.

Il modem supporta anche i 600 Mhz (banda 71) che però alle nostre latitudini ha poco significato. Di fatto permette di coprire maggiori distanze e penetrare edifici, ma è propria di T-Mobile.

iPhone Xs Max, tutto quello che sappiamo

Dual SIM

iPhone supporta dual SIM e dual standby. Questo significa avere due linee telefoniche attive dentro allo stesso iPhone, con l’importante novità di supportare insieme connessioni LTE + LTE, nel tentativo di migliorare l’esperienza utente.

La dual sim viene implementata con una Sim fisica nel classico cassettino e una Sim virtuale. Per quieta seconda sim serve il supporto degli operatori che devono fornire uno speciale codice a barre. Al momento non ci sono operatori italiani che supportano la sim virtuale.  Nel mercato cinese sono invece supportate le due schede fisiche.

La Recensione di iPhone XS Max

Macitynet ha realizzato una recensione di iPhone XS Max nel contesto della quale mettiamo in grande evidenza l’aspetto decisivo del display. La componente influenza l’ergonomia del telefono ma anche il suo uso e il suo target di mercato. Potete leggere la nostra recensione completa a questa pagina

iPhone XS Max, disponibilità e prezzo

iPhone Xs sarà disponibile in Italia dal 21 settembre. I preordini partono venerdì 14 settembre.

Secondo alcun voci iPhone Xs Max avrebbe avuto un costo relativamente abbordabile. Si pensava  ad un prezzo di ingresso di 1.199 euro per la versione con minore capacità di memoria. La stima non è stata molto sbagliata, iPhone Xs Max da 64 GB costa 1289 euro, ma forse nessuno poteva pensare la versione top da 512 Gb costasse ben 1689 euro. La versione da 256 Gb costa invece 1459 euro.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale. Qui le specifiche tecniche. Su macitynet.it trovate tutte le notizie su iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR e in generale sugli iPhone 2018.

iPhone Xs Max, tutto quello che sappiamo