fbpx
Home Hi-Tech Android World WhatsApp bloccherà i messaggi a chi non accetta la nuova privacy

WhatsApp bloccherà i messaggi a chi non accetta la nuova privacy

Agli utenti che non hanno ancora accettato le modifiche alle politiche sulla privacy, Whatsapp chiederà nuovamente di farlo nelle prossime settimane e, dopo un breve periodo, bloccherà la lettura e l’invio dei messaggi.

La nuova richiesta di accettare il cambio delle polocy privacy ha una scadenza «Per avere accesso alle piene funzionalità del servizio» gli utenti dovranno rispondere entro il 15 maggio. «Se continueranno a non accettare i termini», emerge da un’email inviata da Whatsapp a uno dei propri partner commerciali, «per un breve periodo questi utenti saranno ancora in grado di ricevere chiamate e notifiche, ma non potranno leggere o inviare i messaggi».

Questo “breve periodo” durerà poche settimane – conferma Whatsapp – al termine del quale gli account verranno sostanzialmente inattivati. Se entro 120 giorni il proprietario non accetterà le nuove politiche, il suo account verrà eliminato. Di quali cambiamenti stiamo parlando?

La storia comincia il 7 gennaio scorso, quando Facebook (proprietaria di Whatsapp, ndr) ha aggiornato i termini e l’informativa sulla privacy negando la possibilità agli utenti di impedire che venissero tracciati. Ha sostanzialmente fatto sparire il pulsante con cui un utente poteva dire “no” al monitoraggio e alla raccolta dei dati perché queste informazioni, da un lato, le servono per combattere lo spam, dall’altro vengono vendute alle aziende pubblicitarie per consentire loro di mostrare annunci personalizzati su abitudini e gusti dell’utente.

WhatsApp spiega cosa succede agli utenti che non accettano la nuova privacy

Non appena la notizia è cominciata a diffondersi è iniziata la rottura: moltissimi utenti Whatsapp, intimoriti dal fatto che un loro “no” non sarebbe bastato a impedire all’azienda di tracciarli, hanno cancellato l’account avvisando i propri contatti che li avrebbero potuti trovare altrove (con conseguente picco di nuovi accessi verso Telegram, Signal e altri servizi meno invasivi), altri hanno appunto “dichiarato guerra” dicendo che non avrebbero accettato le nuove politiche.

Nel frattempo Whatsapp, che ha registrato un brusco calo nel numero di utenti attivi, ha deciso di posticipare di tre mesi il cambiamento per prendersi il tempo necessario per ragionarci sopra e far calmare un po’ le acque. Nei giorni scorsi, tramite avvisi pubblicati all’interno dell’app, ha informato gli utenti che con questo aggiornamento non si raccoglieranno i dati presenti all’interno delle chat o nelle informazioni del profilo, ma si applica solo agli account di tipo aziendale e alle chat che l’utente intrattiene con account aziendali.

Inoltre precisiamo ancora una volta che, per il momento, le nuove politiche sembra non saranno applicate agli utenti europei per via della normativa sulla privacy attualmente vigente, meglio nota con la sigla GDPR.

WhatsApp spiega cosa succede agli utenti che non accettano la nuova privacy

Nei prossimi giorni Whatsapp includerà un piccolo banner dentro l’app (vedi foto allegata qui sopra) che gli utenti potranno cliccare per rileggere ancora una volta le nuove politiche sulla privacy, insieme a un riepilogo dettagliato relativo alle nuove modifiche e su come Whatsapp interagisce con Facebook, come segnala TechCrunch. Da qui sarà poi offerto il pulsante con cui gli utenti potranno decidere se accettarle e continuare ad usare l’app, oppure rifiutarle e dirigersi altrove. Anche perché chi non le accetta vedrà chiudersi la porta in faccia, e a quel punto dovrà cercarsi un’alternativa.

Ricordiamo che in questi giorni è in corso una truffa su WhatsApp che punta al furto dell’account utente, oltre che di tutti i contatti della rubrica e altro ancora: ne abbiamo parlato in questo articolo, inclusi i consigli per evitarla. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Telegram sono disponibili qui, mentre per quelli dedicati a WhatsApp sono qui.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 1 TB GB , minimo storico: 1018 euro

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 1TB GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1018 euro, quasi il 25% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,883FansMi piace
93,611FollowerSegui