IBM, nuova tecnologia per gli HD

di |
logomacitynet696wide

IBM lancia AFC, una nuova tecnologia che aumenta la capacità  degli HD. Entro il 2003 dischi da 400 GB; subito da 120 GB

Debutta “pixie dust”, una nuova tecnologia destinata ad aumentare la capacità  degli HD in uso nei computer. Ad introdurre il nuovo sistema, formalmente denominato antiferromagnetically coupled (AFC), sarà  IBM che ha annunciato ieri di essere in procinto di lanciare una nuova serie di HD che sarà  basata su questo sistema.
AFC prevede, di fatto, l’uso di uno strato di rutenio sulla superficie di archiviazione dei dati . Questo consente di aumentare la densità  dei dati e aumentare di conseguenza la capienza dei dischi ma nello stesso tenpo consentiranno di assemblare dischi di dimensioni minori ma di capacità  maggiore. A beneficiarne, quindi, non saranno solo i desktop ma anche i portatili che manterranno o aumenteranno le loro capacità  di archiviazione diminuendo di peso.
I primi dischi da 3.5 pollici basati su AFC arriveranno con il Deskstar 120GXP a 120GB per un costo di $349. Ma i prodotti più interessanti saranno quelli per portatili: il 60GH e il 40GN; il primo arriverà  a 60GB per un costo di 429$, il secondo a 40GB per un costo di 225$.
Secondo IBM grazie ad AFC i dischi saranno in grado di contenere entro il 2003 100 Gb per pollice quadrato, che si tradurrà  in dischi da 400 GB per i desktop, da 200 GB per i portatili e da 6 GB per i microdrive di IBM.