Safari per Windows e le tre teorie della grande cospirazione

di |
logomacitynet696wide

Perché una versione Pc del browser di Apple? Secondo alcuni, è un piano di Steve Jobs per dominare la rete, per altri è tutta una questione di soldi o addirittura una spregiudicata manovra per raggiungere un livello di sicurezza maggiore. Chi ha ragione? Ai lettori il giudizio.

Come mai è arrivata una versione di Safari per Windows Xp e Vista? Che bisogno c’era? Non sarebbe stato meglio qualcosa d’altro, ad esempio iChat? Sono domande che sul momento non hanno risposte, ma solo ipotesi. Tra queste, ne abbiamo scelte tre che hanno il sapore della teoria della cospirazione. Piani segretissimi e raffinati esercizi di bizantina dietrologia. Chissà , però, che un fondo di verità  non ci sia…

Tesi numero uno: Safari su Pc per guadagnare soldi con Google
Secondo alcuni, ogni volta che viene fatta una ricerca su Google attraverso la barra delle ricerche integrata (in Safari come in Firefox, per esempio) si tratta di centesimi di dollaro che la casa di Mountain View paga al produttore del browser. Con il 15% del mercato, per la fondazione dietro a Firefox sono molti più soldi che non per Apple. La quale invece, se riuscirà  a dominare il 15-20% del mercato dei browser, avrà  accesso ad una fetta più grande della torta: si parla di qualche centinaio di milioni di dollari l’anno, mica di bruscolini…

Tesi numero due: Safari su Pc per dominare la rete
Ha provocato anche le reazioni piuttosto stizzite dei responsabili del progetto Firefox: Steve Jobs pensa di dominare la rete e non ha capito come funziona. Vuol tornare al duopolio Mac-Pc e non ha capito che siamo nell’era aperta di Linux. O forse no. Fatto sta che la differenza tra voler lanciare sul mercato Pc un nuovo browser e voler “distruggere” Firefox sono due cose diverse. Ma è più divertente pensare che sia la seconda quella buona come ipotesi…

Tesi numero tre: Safari su Pc per rendere più sicuro iPhone
E’ un ragionamento sofisticato, che viene fuori dalla cronaca degli ultimi giorni. Apple lancia Safari 3 su Pc e cosa succede? In rete si scoprono vulnerabilità  del browser che da soli gli ingegneri di Apple non avrebbero potuto scoprire. Ok, però se lo potevano immaginare. E’ anche questo uno dei motivi per i quali il browser è in versione beta e non definitiva, dopotutto. Ma – e qui c’è il colpo di genio paranoide – è tutta una manovra per poter scoprire cosa non funziona sfruttando gli hacker, rendere sicuro Safari 3 che non solo gira su Pc e su Mac, ma anche su iPhone. E mettere una patch di sicurezza al telefono, in modo da renderlo un prodotto ancora più perfetto. Bello e geniale, vero?

A voi lettori decidere se una di queste teorie è plausibile oppure no. O se, magari, ce ne sono anche altre… partendo da questa pagina del nostro forum.