Intel in positivo, l’IT tira un sospiro di sollievo

Intel ha annunciato risultati fiscali positivi nel corso della giornata di ieri. Gli analisti ne deducono che il peggio per il mondo della tecnologia è passato.

Intel nel corso dell giornata di ieri ha riportato risultati fiscali in linea con le previsioni dello scorso trimestre e con quelle elaborate dagli analisti.
Il gigante di Santa Clara ha riportato profitti per 936 milioni di dollari su un fatturato di 6,8 miliardi di dollari toccando i 14 cents di profitto per azione. Il dato è leggermente migliore per quanto riguarda il fatturato rispetto allo scorso anno ma leggermente inferiore per quello che riguarda i profitti.
I dati rivelati da Intel sono stati intesi come il segnale che effettivamente il peggio per l’informatica dovrebbe essere passato e che da qui in avanti il mercato dovrebbe prima stabilizzarsi e poi ricominciare a crescere.
Intel concorda, sostenendo che dopo un lieve calo nel trimestre in corso i dati di vendita e di profitto dovrebbero migliorare nella seconda parte dell’anno.
Intel ha anche confermato che entro la fine dell’anno metterà  in vendita processori con velocità  nominale di 3 GHz.