fbpx
Home Hi-Tech Audio / Video / TV / Streaming Ming Chi Kuo «La produzione di AirPods 3 inizierà nel terzo trimestre»

Ming Chi Kuo «La produzione di AirPods 3 inizierà nel terzo trimestre»

La produzione industriale dei nuovi AirPods 3 partirà dal terzo trimestre 2021 e non a breve come invece indicato da molteplici fonti e leaker negli scorsi giorni e settimane. L’indicazione delle tempistiche è attendibile perché arriva da Ming Chi Kuo, uno degli analisti più affidabili nel prevedere futuri dispositivi e prodotti di Cupertino. Nello stesso report l’analista spiega perché ora prevede un calo della domanda e delle vendite della gamma AirPods, contrariamente alle previsioni precedenti che invece puntavano a vendite sostenute.

Se la produzione di AirPods 3 non è prevista prima del terzo trimestre di quest’anno, significherebbe che gli auricolari di terza generazione non verrebbero spediti prima della fine dell’anno. A novembre dello scorso anno lo stesso analista aveva riferito come possibile finestra di lancio degli AirPods 3, la prima metà del 2021; indiscrezioni da altre fonti avevano fatto riferimento all’arrivo dell’accessorio entro questo mese.

Sono intanto circolate diverse indiscrezioni, inclusi rendering e presunte foto, indizi che lasciano immaginare che effettivamenteuna nuova versione è in arrivo. Resta da capire a questo punto se ha ragione Kuo, e vedremo i nuovi auricolari non prima di sei mesi, oppure i leaker che riferiscono che gli AirPods 3 sono quasi pronti per essere spediti.

Le presunte foto dei nuovi AirPods 3

Per quanto riguarda le spedizioni di AirPods dal primo trimestre 2021 al terzo trimestre 2021, Kuo prevede un calo del 25% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con 55 milioni di unità complessivamente spedite. Se la domanda di AirPods 3 dovesse essere superiore a quanto previsto, con il quarto trimestre registrerà spedizioni ad ogni modo “piatte”, uguali allo scorso anno, previste in 23 milioni di unità. Nel complesso, le spedizioni di AirPods nel 2021 dovrebbero arrivare a 78 milioni di unità, in calo rispetto alle 90 milioni spediti nel 2020.

L’analista riferisce ancora che le cuffie AirPods Max avrebbero contribuito in modo limitato alle spedizioni AirPods nel complesso, con spedizioni annuali previste in circa un milione di unità. Non è chiaro se Apple fermerà la produzione degli AirPods 2 quando partirà la produzione in serie degli AirPods 3, come riferisce Macrumors. Per l’analista, Apple si troverà a dover affrontare il dilemma se lasciare o meno a listino gli AirPods 2 da vendere a prezzi inferiori – elemento che potrebbe influenzare la vendita degli AirPods 3.

«Se gli AirPods 2 arriveranno alla fine del loro ciclo di vita dopo la produzione in serie degli AirPods 3, stimiamo che AirPods 3, AirPods Pro, AirPods 2 e AirPods Max saranno responsabili rispettivamente di circa il 40%, 28%, 31% e 1% delle spedizioni totali del 2021» scrive Kuo. Invece «Se gli AirPods 2 continueranno a essere prodotti dopo la produzione in serie degli AirPods 3, stimiamo che AirPods 3, AirPods Pro, AirPods 2 e AirPods Max saranno responsabili rispettivamente del 32%, 28%, 39% e 1% delle elle spedizioni totali del 2021».

Kuo riferisce che il calo nelle vendite di AirPods ha a che fare con la maggiore concorrenza nel settore che avrebbe portato a perdite di quote di mercato. Esistono ormai numerosi auricolari wireless a basso costo con i quali Apple deve confrontarsi. Il vantaggio di Apple è l’integrazione tra hardware software e servizi che il suo ecosistema può garantire, e non solo peculiarità dal punto di vista hardware. iPhone stesso, nota l’analista, ha visto diminuire la sua quota di mercato per via della rapida crescita del mercato smartphone, ma le spedizioni rimangono alte per la robustezza dell’ecosistema App Store e degli sviluppatori a questo legati.

Recensione AirPods Max

«Riteniamo che Siri sia il fulcro di software ed ecosistemi di servizi AirPods ma poiché il vantaggio competitivo di Siri non è significativo, il gap tra il margine di attacco di AirPods e suoi competitor si stringe per l’assenza di protezione dell’ecosistema, con i competitor che gradualmente migliorano l’esperienza utente e allo stesso tempo attivano strategie a basso prezzo. Per lo stesso motivo riteniamo che le spedizioni di HomePod e HomePod mini siano state notevolmente inferiori rispetto a quanto previsto».

Gli AirPods vantano funzionalità di “accoppiamento” e lo switching veloce tra più dispositivi Apple, che i concorrenti non possono o non hanno ancora implementato ma questi vantaggi, sono gradualmente controbilanciati dai competitor con funzionalità che migliorano la esperienza utente a prezzi più bassi.

A questo indirizzo abbiamo realizzato uno speciale per aiutarvi a scegliere tra Powerbeats Pro e AirPods Pro. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di AirPods sono disponibili da questa pagina. Invece per tutti gli articoli che parlano di periferiche, accessori e in generale sull’audio digitale si parte da questa pagina.

Offerte Speciali

Sconto Apple Watch SE: 319 euro su Amazon

Minimo storico per Apple Watch SE: 279 euro su Amazon

Su Amazon iPhone SE va al minimo storico. Lo pagate solo 279 euro nella versione da 40mm e 299 nella versione da 44mm
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,823FansMi piace
93,187FollowerSegui