In Apple Sam Jadallah, esperto di casa smart

A Cupertino arriva Sam Jadallah, ex CEO di una azienda produttrice di serrature smart e con decennale esperienza in Microsoft. Il suo know-how dovrebbe permettere di migliorare prodotti e servizi per la smart-home.

Apple ha assunto Sam Jadallah, un ex dirigente Microsoft per occuparsi di Smart Home

Apple fa un altro passo verso la casa smart assumendo Sam Jadallah, ex CEO di una azienda produttrice di serrature smart che ha chiuso più di un anno addietro. A riferirlo è CNBC spiegando che Jadallah si occuperà iniziative legate all’ambito domestico in Apple.

L’assunzione di Jadallah è l’ultima di una serie di segnali che lasciano immaginare nuove iniziative della Mela nell’ambito della smart home. Recentemente la Casa di Cupertino ha acquisito anche Pullstring, azienda con know-how e tecnologie che dovrebbero consentire a Siri di competere meglio con Alexa e altri assistenti vocali.

Sabato 16 febbraio, Jadallah ha aggiornato il suo profilo LinkedIn indicando il suo nuovo ruolo in Apple. La Mela mette a disposizione vari prodotti e servizi per la gestione della smart home, inclusa la tecnologia HomeKit per il controllo di tutta una serie di accessori.

Lo smart speaker HomePod  oltre all’accesso a milioni di brani consente grazie al controllo vocale di gestire vari accessori di domotica (accendere le luci, chiudere le tende o attivare “scene”) e diventare un hub per l’accesso in remoto alla domotica.

Profilo di Sam Jadallah su LinkedIn

Jadallah in precedenza è stato amministratore delegato di Otto, una startup che ha realizzato una serratura da 700$ che è stata finanziata dall’investitore Greylock. Il manager è stato per oltre dieci anni anche in Microsoft ed un periodo presso Mohr Davidow, fondo di Venture Capital che ha finanziato l’avvio o la crescita di attività in settori ad elevato potenziale di sviluppo.

L’azienda Otto ha sospeso le attività quattro mesi prima del lancio della sua avanzata e lussuosa serratura WiFi e Bluetooth, dopo aver individuato un compratore che si sarebbe tirato fuori all’ultimo momento. Jadallah ha in precedenza fatto sapere che circa il 70% del team Otto arriva da Apple e nelle recensioni il marchio è stato spesso definito “la Apple delle serrature”.

Non è chiaro se Jadallah porterà a Cupertino suoi ex collaboratori e dipendenti; al momento sulla sezione del sito Apple per la ricerca del personale si sono almeno mezza dozzina di posizioni disponibili nel settore della smart home.

L’arrivo di Jadallah dovrebbe permettere a Apple di competere meglio con aziende di Alphabet (Google) e Amazon, tutte e due con da tempo presenti in modo agguerrito nel settore smart home con prodotti e servizi che consentono di controllare luci e dispositivi vari co la voce e non solo.