Apple punzecchia Google a Toronto con nuovo un cartellone sulla privacy

Apple colloca un grande cartellone pubblicitario a Toronto, dove ha sede di Sidewalk Labs, società di Google che da tempo installa numerosi sensori per monitorare movimenti e comportamenti delle persone

Apple punzecchia Google a Toronto con nuovo un cartellone sulla privacy

Apple ha fatto collocare un grande cartellone pubblicitario lungo la strada di Toronto dove ha sede Sidewalk Labs, azienda di Alphabet (Google) che dal 2015 si occupa di tecnologie per le smart city.

Sidewalk Labs da qualche tempo è impegnata per la riqualificazione del quartiere Quayside di Toronto, con l’obiettivo di creare un quartiere che dovrebbe rivolvere problemi quali traffico, inquinamento e aumento del costo della vita solo per citarne alcuni.

“We’re in the business of staying out of yours” traducibile con “Siamo nel business di stare fuori dai vostri affari”, si legge sul cartellone. Sidewalk Labs ha previsto l’installazione di sensori nell’area Quayside di Toronto che si affaccia sul lago Ontario. I sensori in questione monitorano movimento e comportamento delle persone che si trovano di passaggio. La società controllata da Google ha esortato la creazione di un trust indipendente che dovrebbe impedire alle aziende – inclusa se stessa – di vendere dati a terze parti senza il consenso delle persone.

Alcuni abitanti di Toronto – riferisce BusinessInsider – non sono persuasi da quanto prospettato da Google. “Le normative proposte da Sidewalk per regolare tali condotte sono un po’ come quella di una volpe che propone di progettare un pollaio”, ha riferito uno degli abitanti.

All’inizio di quest’anno, in occasione del Consumer Electronics Show (CES) i visitatori arrivati a Las Vegas hanno avito modo di vedere un grande cartellone pubblicitario di Apple nei pressi del convention center con la dicitura «What happens on your iPhone, stays on your iPhone», un gioco di parole che richiama il celebre motto «What happens in Vegas, stays in Vegas», quello che succede a Las Vegas resta a Las Vegas.

Apple punzecchia Google a Toronto con nuovo un cartellone sulla privacyApple da tempo si pone come paladina della privacy, e ha realizzato vari spot per evidenziare l’importanza di tenere i dati al sicuro da occhi indiscreti. Le nostre informazioni personali sono costantemente in pericolo, le nostre abitudini lasciano delle tracce in rete e Apple da tempo sottolinea come la privacy sia nel suo DNA.

La multinazionale di Cupertino ha una sezione del suo sito dedicata alla privacy. “Per Apple la privacy è un diritto fondamentale”, si legge sulla pagina web dedicata. “E poiché sui tuoi dispositivi Apple sono conservate molte informazioni personali, vogliamo che tu possa mantenerle riservate”.