IBM e Hitachi insieme, nasce il colosso degli Hard Disk

Hitachi e IBM fondono il settore degli HD. Nasce una joint venture, colosso mondiale dei dischi fissi, di cui la società  giapponese controllerà  il 70%

Si è dunque concretizzato l’€™accordo tra Hitachi e IBM per l’€™acquisto del settore che produce per Big Blue i dischi fissi.
Nel corso della giornata di ieri, infatti, il colosso giapponese ha confermato che investirà  2,05 miliardi di dollari, circa 2,5 miliardi di euro, per rilevare la parte principale del business degli HD di IBM. L’€™esito dell’€™investimento sarà  una joint venture di cui Hitachi controllerà  il 70% con la prospettiva però di salire al 100% entro tre anni.
L’€™acquisto, preannunciato ad inizio Aprile viene visto in maniera controversa dal mercato.

Il settore HD di IBM è uno di quelli meno in salute dal punto di vista economico e nonostante la grande quantità  di proprietà  intellettuali che gli fanno da ‘€œdote’€ il prezzo che Hitachi pagherà  appare davvero molto alto. Ad ammettere che sarà  necessario qualche aggiustamento e qualche ristrutturazione, che significa licenziamento e ridimensionamento, è la stessa Hitachi. ‘€œSono necessari alcuni aggiustamenti per migliorare l’€™efficienza’€, ha detto ieri il vice presidente esecutivo di Hitachi, Masaaki Hayashi.
La previsione della società  è di un ritorno in positivo entro l’€™aprile del 2003 con un fatturato di 5 miliardi di dollari, un quarto dell’€™attuale fatturato mondiale nel settore degli HD. Entro il 2007 il fatturato dovrebbe salire a 7 miliardi di dollari.

La nascita della joint venture, in ogni caso, deve essere valutata con grande attenzione del mercato. Controllerà , infatti, il 60% del volume di vendita degli HD da 2,5 pollici e andrà  testa a testa nel settore dei dischi da 3,5 pollici con Seagate.
IBM e Hitachi, con circa 25.000 dipendenti complessivi impegnati nel settore, sono attualmente e rispettivamente il secondo e il terzo produttore mondiale di HD.