fbpx
Home Macity Curiosità L’attacco al CEO di Baidu non sarebbe mai successo in un keynote...

L’attacco al CEO di Baidu non sarebbe mai successo in un keynote Apple

Sembra uno scherzo innocuo, un gavettone a sorpresa al Ceo di Baidu sul palco di un importante keynote con migliaia di spettatori: dopotutto Baidu è l’equivalente cinese di Google. In realtà l’episodio evidenzia i limiti della sicurezza del colosso cinese e non può essere ignorato dalle multinazionali di tecnologia che stanno preparando numerose importanti presentazioni in programma da qui all’autunno. Persino Apple forse valuterà di aumentare la spesa per la sicurezza di Tim Cook, visto che Cupertino è la multinazionale di tecnologia che spende meno di tutte o quasi.

Nei primissimi istanti del keynote della conferenza mondiale degli sviluppatori Baidu, Robin Li, cofondatore e Ceo di Baidu è ancora impegnato nella parte introduttiva della sua presentazione: un giovane uomo sale sul palco e, senza che nessuno intervenga, si avvicina, raggiunge rapidamente il dirigente per poi versagli una bottiglietta d’acqua in testa.

Trattandosi di eventi studiati meticolosamente a tavolino in ogni dettaglio, inclusa ogni singola frase e mossa sul palco, i presenti hanno interpretato la scena come uno scherzo programmato. Ma la reazione del Ceo di Baidu è davanti agli occhi di tutti: prima la sorpresa e il silenzio, poi la rabbia trattenuta e una sola frase rivolta all’attaccante «Che problemi hai?».

All’inizio la scena, visibile nel video che riportiamo in questo articolo, può strappare anche un sorriso, ma l’espressione e i pensieri cambiano subito quando pensiamo alle possibili conseguenze di questo gesto. Siamo praticamente certi che un episodio simile non sarebbe mai successo a Tim Cook durante un keynote Apple. Questo lo può dire chiunque abbia visto in azione anche solo una volta il sistema di sicurezza di Cupertino.

Sotto questa luce, lo scherzo del gavettone ai danni di Robin Li, cofondatore e Ceo di Baidu, rappresenta un vero e proprio attacco a sorpresa, effettuato nei primi istanti del keynote della conferenza annuale degli sviluppatori, uno degli eventi più importanti della società, davanti agli occhi di migliaia di persone presenti nella sala dell’evento e forse ancora di più in diretta video.

Apple spende 310.000$ per proteggere Tim Cook ma niente rispetto a quanto Facebook spende per ZuckerbergCon la fine dell’estate e l’autunno tutti i più grandi marchi di elettronica si apprestano a introdurre novità e prodotti. Si inizia con Samsung il 7 agosto per Galaxy Note 10, poi ci sarà a settembre la presentazione dei successori di iPhone XS Max, XS e iPhone XR, in ottobre i keynote di Microsoft per nuovi Surface e non solo, Googl per Pixel 4 e altri ancora.

Visto l’accaduto tutte le società, nessuna esclusa, rafforzerà la sicurezza e prenderà tutte le precauzioni possibili per evitare che un episodio simile possa verificarsi. Forse anche Apple aumenterà servizi e spese per la sicurezza di Tim Cook, visto che in un confronto del 2018 Cupertino è risultata come una delle multinazionali che spende meno ogni anni per la sicurezza del suo Ceo, addirittura in calo rispetto al 2015.

Offerte Speciali

Apple Watch 5 GPS+Cellular, sconto su Amazon

Su Amazon Apple Watch 5 con rete cellulare è in sconto. La versione alluminio rosa a quasi 45 euro in meno del prezzo di mercato
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,431FansMi piace
95,288FollowerSegui