Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare. Pregi e difetti del low cost per eccellenza.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

Dopo la moda degli smartphone low cost, che hanno consentito davvero a tutti di avere tra le mani un dispositivo esteticamente valido e funzionale sotto diversi punti di vista, dalla Cina arriva adesso un altra tendenza. Quella dei notebook economici. E’ il caso di Chuwi HeroBook, tra i portatili più economici che possiate acquistare. Ecco cosa propone e se vale la pena acquistarlo.

Partiamo dal prezzo, perché è questo probabilmente l’asso nella manica di questo notebook. Appena 180 euro. Si tratta di un portatile da 14 pollici, che vanta al suo interno un processore Intel Atom x5 quad-core, 4GB di RAM, ed una memoria da 64GB.

Estetica

Design e qualità costruttiva non presentano criticità evidenti. A prima vista, il Chuwi HeroBook appare come molti altri notebook. Ha un corpo in gran parte in argento con una cornice nera intorno allo schermo, piuttosto ben ottimizzata e nascosta. Ovviamente, il corpo è interamente in plastica, che da un lato non risulta sgradevole, ma dall’altro restituisce (ovviamente) una sensazione lontana da quella offerta dai notebook di fascia alta.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

Il notebook ha uno spessore contenuto, poco più di 2 centimetri, e pesa 1.48 kg. Piuttosto pesante per essere in plastica, ma non poi così scomodo da trasportare. La connettività è piuttosto standard.

Sul lato sinistro è presenta una USB 3.0 tipo A , un connettore per il cavo di alimentazione, che purtroppo non è USB-C,  oltre ad un’uscita HDMI.  Sul versante opposto è presente un’altra porta USB 3.0, un jack 3.5mm standard, e uno slot per schede microSD.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

Sul fondo è presente uno scompartimento per alloggiare un’espansione SSD, scelta particolarmente interessante per incrementare le prestazioni del portatile con una spesa irrisoria di circa 30 euro. La compatibilità è con il formato M.2 2242 e 2280.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

L’altoparlante è nascosto tra la cerniera dello schermo. La qualità del suono è accettabile, ma ovviamente nulla che possa farvi godere di un ottimo sonoro. Può andare bene per guardare i video di YouTube, ma scordatevi bassi o voci profonde e corpose; nemmeno il volume non è poi così elevato.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

Sul frontale è disponibile una webcam da 0.3 megapixel, situata sopra lo schermo. La qualità, inutile girarci intorno, è discutibile.

Tastiera

Un discorso a parte merita la tastiera, che riteniamo essere uno degli elementi più importanti quando si acquista un notebook. Questo perché, molto spesso, l’utilizzo che si fa dei notebook, soprattutto quelli economici, è di video scrittura, o comunque da ufficio. Un notebook economico non ha grandi potenzialità grafiche, ed è normale che l’uso più intenso sarà dedicato alle attività di ufficio che richiedono sessioni più o meno lunghe di digitazione.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

La tastiera è full-size, ma non presenta il tastierino numerico sulla destra, come invece disponibile sul altri notebook, come il Teclast F15. Il layout della tastiera è QWERTY, mancano i simboli sui tasti, ma ci si abitua presto. Spicca un grande tasto Shift, più grande di quello Enter, con i tasti direzionali full size ben separati, facilmente raggiungibili.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

I tasti hanno una corsa sufficiente, ma i materiali plastici restituiscono un touch and feel non convincente, sensazione che si estende anche alla componente sonora: il suono che emettono i tasti quando premuti non restituisce una sensazione confortevole.

Attenzione, però, non si tratta di una tastiera insufficiente, ed anzi abbiamo scritto lunghi testi, come la recensione che leggete, con un grado di errore nelle battiture piuttosto basso.

Non abbiamo riscontrato particolari intoppi nell’usarla, ma il feeling che restituisce non è ottimale. In ogni modo, dobbiamo sempre ricordare il prezzo al quale viene proposto il dispositivo: per il listino, la tastiera è fa il suo dovere.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

Sotto la tastiera, è presente un touchpad molto ampio con i pulsanti del mouse integrati. Il touchpad è senza dubbio la parte migliore del portatile. Molto grande e confortevole, si usa bene, è preciso e al tocco restituisce una buona sensazione, anche dal punto di vista della precisione degli input. Nulla da dire. Anche il click meccanico dei pulsanti è accettabile.

Schermo

Chuwi HeroBook ha uno schermo da 14 pollici con un rapporto di 16:9 e una risoluzione di 1366 x 768 pixel. Su una diagonale del genere non possiamo nascondere che si tratta di una risoluzione molto bassa, soprattutto perché abituati a schermi Full HD. La minore risoluzione salta subito all’occhio.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare
Gli angoli di visione sono davvero troppo bassi

Tuttavia, occorre avere sempre in mente il prezzo di vendita, piuttosto basso, che non avrebbe consentito di implementare uno schermo 1080p. Peraltro, non si tratta di un pannello IPS e ciò renderà gli angoli di visuale non particolarmente ampi.

Per utilizzare il notebook, infatti, si dovrà perfettamente orientare lo schermo rispetto all’utente, altrimenti i colori inizieranno a virare sensibilmente. La luminosità è buona per uso interno, ma il portatile è difficile da utilizzare all’aria aperta.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

Lo schermo, più che essere visto come un aspetto fortemente negativo, deve essere apprezzato quale elemento che, probabilmente, consente di mantenere il prezzo di listino così basso. E’ certamente un compromesso, accettabile se si guarda prima di tutto al portafoglio.

Performance

Anche qui, naturalmente, non mancano i compromessi. Chuwi HeroBook include un processore Atom x5-E8000 quad-core, affiancato da 4 GB di RAM e una memoria interna eMMC da 64 GB.

Il processore è simile al modello x5-Z8350 presente su una miriade di notebook economici di qualche anno fa. Tuttavia, questa E8000 è leggermente più potente, con clock di 1.04GHz, che può arrivare a 2GHz.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

Al di là delle caratteristiche proposte su carta, nel quotidiano le prestazioni del dispositivo sono soddisfacenti per un uso base. Come già anticipato, HeroBook va bene per l’uso d’ufficio, la videoscrittura, per lavorare in ambiente Office, navigare in rete, leggere le mail e, in generale, per eseguire qualsiasi operazione che non necessiti di potenza grafica.

Va bene anche per la visualizzazione di video su YouTube, su piattaforme di streaming video, anche se in questo caso dovreste comunque fare i conti con angoli di visione dello schermo limitati, e un audio non molto profondo.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare
Durante i nostri testi lo abbiamo utilizzato per navigare in rete senza problemi, ma non chiedete a HeroBook di diventare la vostra macchina da gioco principale. E’ possibile giocare ad Asphalt Xtreme o Modern Combat 5, ma se si prova a installare giochi più impegnativi non riuscirete ad ottenere una buona esperienza. Per chi se lo stesse chiedendo, non è assolutamente la macchina ideale per giocare a Fortnite o Apex Legends.

Autonomia

Buona. Anzi, ottima. Sarà merito di processore e schermo che non richiedono molta potenza, ma siamo riusciti ad avvicinarci davvero alle 9 ore indicate dal produttore. Si tratta di un’ottima notizia per tutti coloro, ad esempio, che usano il notebook in mobilità, sui mezzi pubblici, in treno, in aereo, che potranno fare affidamento sul portatile senza preoccupazioni di doverlo ricaricare.

Recensione Chuwi HeroBook, tra i notebook più economici che possiate acquistare

Conclusioni

Vale la pena acquistare Chuwi HeroBook? La risposta, ovviamente, dipende dall’utilizzo che si vuol fare del portatile. Se si guarda solo al prezzo, allora, HeroBook non ha rivali, anche perché il design è davvero valido.

La tastiera, sebbene non restituisca un feeling eccelso, si lascia comunque usare, mentre il trackpad è davvero eccellente. L’autonomia è il fiore all’occhiello del portatile.

Tuttavia, le prestazioni non sono eccezionali, soprattutto in termini di grafica: non è un portatile per giocare, anche la visione di un film è sconsigliata, per via degli angoli di visione limitati del display.

E’ un portatile utile e funzionale per chi vuole navigare in rete, scrivere su Word, ed effettuare le operazioni base, con possibilità di giocare ai titoli basati su smartphone, non a quelli che richiedono potenza grafica.

Costa 180 euro su GearBest e si acquista a questo indirizzo.

PRO

  • Esteticamente piacevole
  • Cornici schermo ben ottimizzate
  • Autonomia
  • Prezzo
  • Touchpad
  • La tastiera funziona bene…

CONTRO

  • …ma il touch and feel non è ottimale
  • Angoli di visione schermo limitati
  • Audio freddo