Recensione dashcam di Aukey con GPS

Macitynet mette alla prova la dashcam di Aukey con GPS opzionale: si installa in auto per registrare quel che succede in strada durante i viaggi ed avere una prova in caso di sinistro

Recensione dashcam con GPS

Di recente abbiamo avuto modo di provare un nuovo modello di dashcam di Aukey la cui principale particolarità risiede nella possibilità di collaborare con un modulo GPS esterno. In pratica la telecamera è in grado di rilevare con precisione la posizione del veicolo stampando in video le coordinate e la velocità, offrendo così maggiori informazioni sulle dinamiche di eventuali sinistri.

Recensione dashcam con GPS

Com’è fatta

La dashcam è realizzata completamente in policarbonato molto leggero ma apparentemente resistente. Se schiacciata tra le dita la scocca si flette leggermente, ma senza scricchiolii. La telecamera è installata su un supporto mobile che si inclina di 90 gradi, per meglio adattarsi praticamente a qualsiasi parabrezza. Da un lato si trova lo slot microSD per l’archiviazione delle registrazioni e il foro del microfono, dall’altro c’è invece un piccolo pulsante per il Reset.

Sul lato posteriore ci sono gli ingressi miniUSB per l’alimentazione e la presa jack da 3.5mm per il collegamento del ricevitore GPS, sulla facciata anteriore c’è l’aggancio per la clip con adesivo 3M da installare sul parabrezza, dall’altro un piccolo display LCD per guardare in tempo reale l’inquadratura della telecamera e gestire le opzioni del menù attraverso i quattro pulsanti incassati sul bordo inferiore.

Installazione

Dopo aver fissato la piastra adesiva al parabrezza (solitamente dietro lo specchietto retrovisore) è necessario collegare il cavo di alimentazione allo spinotto incluso in confezione o in una presa USB presente nell’abitacolo. Il cavo può essere instradato intorno al parabrezza per mezzo di alcune clip incluse in confezione, evitando così che penzoli dal vetro anteriore fino alla presa di alimentazione.

Come funziona

Nel momento in cui si accende l’automobile, automaticamente la dashcam prenderà l’energia necessaria dalla batteria e si accenderà. Per accendersi completamente impiega circa 5 secondi, al termine dei quali la telecamera (se precedentemente inserita una microSD) comincerà a registrare automaticamente il filmato.

Come impostazione predefinita, la telecamera registra brevi clip da 3 minuti e, nel momento in cui la memoria sarà piena, cancellerà automaticamente i file più vecchi. E’ possibile regolare le varie impostazioni richiamando il menù con la doppia pressione del terzo pulsante da sinistra (freccia giù). Qui, oltre a scegliere la risoluzione, si potrà attivare/disattivare il microfono, modificare data e ora, formattare la scheda e molto altro.

Nel momento in cui si spegne l’auto e si rimuove la chiave dal cruscotto, la dashcam si spegnerà e terminerà la registrazione.

Come va

La qualità video è molto buona. Di seguito vi mostriamo una breve clip video per analizzare nel dettaglio un tratto del nostro quotidiano spostamento casa-lavoro registrato proprio con questa dashcam:

La registrazione è stata effettuata in Full HD a 60 fps, ma la camera può in realtà registrare anche a risoluzione maggiore, cioè in 2K a 2160p e 24 fps. La qualità è molto buona, l’angolo di campo è ampio (170 gradi) e il livello di dettaglio è tale da permettere di leggere perfettamente la targa di un veicolo che si trova a 10-15 metri di distanza, che è quel che conta davvero in caso di sinistro.

Conclusioni

Questa dashcam non è tra le migliori del suo genere. Abbiamo infatti provato modelli con batteria incorporata che possono registrare anche ad auto spenta e parcheggiata (tuttavia attualmente illegale in Italia), tuttavia fa quel che deve fare e lo fa anche molto bene. La risoluzione Full HD, l’ampio angolo di campo, l’ottima visibilità anche di notte e la registrazione automatica (con brevi clip e con l’auto-cancellazione dei file più vecchi a memoria piena) sono funzioni fondamentali per un prodotto di questo tipo e questa di Aukey ha tutto quel che serve per poter guidare sicuri.

Il modulo GPS, acquistabile separatamente, non è indispensabile ma può valerne l’acquisto visto anche il prezzo irrisorio in quanto aggiunge due informazioni molto utili in caso di sinistro (velocità e posizione GPS).

Prezzo al pubblico

Aukey Dashcam è in vendita su Amazon per 69,99 euro. Il modulo GPS costa 15,99 euro.