Royole FlexPai è il primo smartphone pieghevole e si può già comprare

Lo smartphone pieghevole di Samsung battuto sul tempo da Royole FlexPai. È già stato lanciato e si può comprare in Cina

Smartphone cinese pieghevole

Annunciato a novembre dello scorso anno, il primo smartphone pieghevole è già in distribuzione sul mercato: è il cinese Royole FlexPai, dispositivo che alcuni giornalisti hanno avuto modo di testare nel corso del Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas.

Le impressioni di chi ha avuto modo di provare la novità non sono buone e ciò che riferiscono più o meno è tutti è: c’è bisogno di lavorare ancora molto, in particolare sul lato software.

Da chiuso, ogni lato del display funziona come ua sorta di smartphone indipendente, con la sua SIM e le sue app, mentre quando viene aperto il display l’intero dispositivo si trasforma in un tablet da 7,8″ (in pratica un iPad mini) con le funzionalità dello “smartphone principale” a tutto schermo.

Lo switch tra gli “smartphone virtuali” avviene automaticamente ruotando il dispositivo, così come la modalità tablet. Tra i problemi riscontrati: incompatibilità di varie app, glitch nell’interfaccia e applicazioni già aperte, widget che si accavallano e icone che creano confusione. Royole FlexPai è – almeno per il momento – disponibile solo in Cina dove è venduto 8.999 yuan, circa 1.150 euro.

Samsung ha già mostrato un prototipo del suo primo smartphone pieghevole ma sarà lanciato solo nei prossimi mesi: forse ne sapremo di più durante l’evento Galaxy Unpacked del 20 febbraio.

Macitynet è presente al CES 2019 di Las Vegas con i suoi inviati per offrire ai lettori reportage, articoli, fotogallerie e video delle novità in mostra: tutti gli articoli dal CES 2019 si trovano a partire da questa pagina di macitynet.it