HomeMacityInternetLa Svizzera paga gli hacker per scoprire falle di sicurezza

La Svizzera paga gli hacker per scoprire falle di sicurezza

Anche la Svizzera ha deciso di assumere hacker etici per scoprire ed eliminare le falle di sicurezza nei sistemi e software della pubblica amministrazione. Le vulnerabilità dei sistemi informatici sono le vie di accesso più comuni per i cyber attacchi. Da qui l’importanza di individuare e correggere le falle di sicurezza il più rapidamente possibile, poiché se gli aggressori riescono a infiltrarsi in un sistema attraverso la falla di una pagina web o di un componente software, potrebbero diffondersi all’interno del sistema provocando ulteriori danni.

Spesso i test di sicurezza standard non bastano ormai più per individuare le vulnerabilità nascoste. Ecco perché nella Confedereazione Svizzera, nel quadro di programmi «bug bounty», si è deciso che in futuro saranno gli hacker etici a «dare la caccia» alle vulnerabilità dei sistemi informatici e delle applicazioni in ambiente produttivo.

Lo riferisce il centro nazionale per la cibersicureza (NCSC) della Confederazione, spiegando che un progetto pilota condotto nella primavera 2021 ha dimostrato che i programmi «bug bounty» permettono di individuare ed eliminare in modo efficace le vulnerabilità da sistemi informatici e applicazioni. Lo scorso anno gli hacker etici avevano setacciato sei sistemi del Dipartimento federale degli affari esteri e dei Servizi del Parlamento.La Svizzera paga gli hacker per scoprire falle di sicurezza

Sulla base delle esperienze maturate con il progetto pilota e delle conoscenze attuali, si è deciso di mantenere il programma «bug bounty» e di estenderlo al maggior numero possibile di sistemi dell’Amministrazione federale sotto la guida dell’NCSC.

L’NCSC fa sapere che realizzerà i programmi «bug bounty» all’interno dell’Amministrazione federale in collaborazione con la società Bug Bounty Switzerland SA. Grazie a una consolidata piattaforma e alla folta comunità di hacker etici di Bug Bounty Switzerland, si dispone degli strumenti necessari per avviare i primi programmi nell’Amministrazione federale già nell’anno in corso.

Bug Bounty Switzerland è una delle società pioniere in ambito di programmi «bug bounty» in Svizzera: vanta un ampio know-how nella realizzazione di questi programmi e nella cooperazione con hacker etici.

Per tutte le notizie sulla sicurezza informatica vi rimandiamo a questa sezione del nostro sito.

Offerte Speciali

iPad 1Pro 2021 da 12,9″ sconto super da 18%, lo pagate solo 999 €

Occasione d’agosto con iPad Pro da 12,9 pollici da 256 GB, solo 1099 €

Su Amazon iPad Pro da 256 GB Torna in sconto al minimo di sempre, 1099 euro per un tablet che è un vero sostituto di un computer.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial