Ceatec’10, Fujitsu: dagli orsetti robot al super computer più veloce

di |
logomacitynet696wide

Al Ceatec i visitatori dello stand Fujitsu vengono catturati da simpatici prototipi di social robot: si tratta di due orsetti peluche in grado di muoversi e reagire simulando il comportamento di un essere vivente. Al Ceatec la multinazionale presenta diverse tecnologie che spaziano in diversi settori: da un sistema di visione totale per le auto fino ai super computer di prossima generazione.

Anche chi è alla caccia delle ultime novità tecnologiche in visita al Ceatec non può fare a meno di rimanere incantato dall’aspetto amichevole e dal comportamento premuroso dei due prototipi di social robots presentati da Fujitsu. Nonostante il nome un po’ tecnico si tratta di due orsetti di peluche costruiti e progettati per muoversi e comportarsi simulando il comportamento di un essere vivente. Grazie a 12 motori elettrici, 13 sensori sparsi per il corpo e una videocamera installata nel naso gli orsetti-robot sono in grado di interagire con il mondo esterno. Per simulare l’intelligenza e soprattutto il carattere social di questi simpaticissimi automi Fujitsu ha programmato una personalità simile a quella di un bambino che comunica con il mondo attraverso lo sguardo, i movimenti di mani, braccia e del corpo. Vederli in funzione è impressionante: quando una persona rientra nel campo visivo del robot quest’ultimo comincia a gesticolare con il capo inclinandolo a destra e sinistra, osserva fisso e con premura il soggetto appena inquadrato, come farebbe appunto un bambino per attirare l’attenzione dell’adulto.

In questo articolo inseriamo due filmati dei social robot: il primo li mostra alle prese con un balletto sincronizzato. I movimenti coordinati al secondo ed eseguiti a ritmo di musica non devono trarre in inganno: i due orsetti sono dotati di personalità distinte. Secondo Fujitsu i social robot possono essere utili in tutte quelle situazioni in cui un comportamento umano e amichevole è importante come per esempio per il gioco, la compagnia e l’educazione dei bimbi, negli asili, a scuola, compagnia per gli anziani e così via.
Fujitsu Ceatec 2010Lo stand Fujitsu rappresenta una buona panoramica per dare uno sguardo alle tecnologie del futuro in campi estremamente diversificati. Abbiamo già visto lo smartphone super snodabile. Tra le altre novità più interessanti ricordiamo il sistema Omniview che offre una visuale completa a 360 gradi per il mondo delle automobili, infine K computer, il super computer più potente al mondo che sarà completato entro il 2012 e che potrà raggiungere una potenza di calcolo di 10 petaflop, vale a dire 5 volte più veloce del super computer oggi più potente.

Con Omniview le immagini riprese da 4 videocamere posizionate nelle quattro direzioni cardinali in un autoveicolo, vengono combinate per ricreare una visione 3D a vista d’uccello. Grazie alla ricostruzione 3D chi guida ha sempre a disposizione una visuale maggiore e più estesa rispetto ai sistemi attualmente in commercio, tutti in 2D, per le manovre, i parcheggi e le situazioni più delicate. Fujitsu propone alle case automobilistiche una soluzione completa per integrare Omniview incluso un solo chip per la gestione delle immagini e tutti gli strumenti di sviluppo software. La demo di Omniview nello stand è realizzata con una macchina giocattolo, una soluzione intelligente, simpatica e che richiede meno spazio di una vettura reale.
Fujitsu Ceatec 2010Infine il K super computer ha tutte le caratteristiche per diventare non solo il super calcolatore più famoso del Giappone surclassando l’Earth Simulator ma anche il sistema più veloce in assoluto su scala mondiale. Sarà completato nel 2012 e potrà contare sulla potenza di calcolo erogata da ben 80.000 processori Sparc64 VIIIfx, ciascuno con 8 nuclei di calcolo. Questo mostro offrirà quindi ben 640.000 mila core di calcolo e oltre 1 petabyte di memoria (1.000 terabyte) doti necessarie per raggiungere la potenza di calcolo di 10petaflops. Per avere una idea della scala di prestazioni possibili con K computer basti pensare che 3 armadi di questo nuovo sistema sono sufficienti per eguagliare la potenza di calcolo di Earth Simulator, composto da ben 320 armadi. Qui in basso inseriamo le foto del wafer di silicio da cui viene creato il processore Sparc VIIIfx, la scheda madre con il poderoso sistema di raffreddamento a liquido, infine un armadio di K computer.
Fujitsu Ceatec 2010Fujitsu Ceatec 2010Fujitsu Ceatec 2010Fujitsu Ceatec 2010