In arrivo l’€™iPod parlante?

di |
logomacitynet696wide

Secondo un giornale scozzese Apple sta lavorando ad una tecnologia che permetterà  all’€™iPod di leggere il titolo delle canzoni che riproduce. In arrivo con la sesta generazione del player. Speculazione, indiscrezione o immaginazione?

Un iPod che parla. Questa sarebbe l’€™ultima idea in corso di elaborazione nelle stanze più segrete di Cupertino. A lanciare la notizia è l’€™edizione on line dello Scotsman . Secondo il giornale scozzese chiare indicazioni in questo senso giungerebbero dai brevetti registrati da Apple. Tra questi ce ne sarebbe infatti uno che punterebbe proprio in questa direzione.

L’€™iPod parlante avrebbe una semplice funzione: quella di leggere i titoli delle canzoni in fase di riproduzione, evitando all’€™utente di dovere scorrere visivamente lo schermo. L’€™utilità  di una simile innovazione sarebbe riscontrabile in tutte quelle situazioni, mentre si guida, mentre l’€™iPod è in tasca o in una borsa, mentre si sta correndo, durante le quali è scomodo guardare lo schermo per capire che cosa si sta ascoltando o che cosa si sta per ascoltare. In pratica in questo modo diventerebbe molto più facile fare ‘€œzapping’€ tra una canzone e l’€™altra.

Il funzionamento del sistema prevederebbe che sia il Pc a svolgere il compito più gravoso dal punto di vista del calcolo, ovvero la trasformazione del titolo e del nome dell’€™autore scritto nel tag in un file audio. All’€™iPod resterebbe, una volta sincronizzata la canzone, solo l’€™incarico di ‘€œleggerlo’€ sintetizzando la voce. Nel suo lungo articolo il giornale si spinge molto in là  nelle ipotesi, arrivando ad esempio a sostenere che si potrà  scegliere la voce preferita cui affidare la lettura (ci sarebbe allo studio anche l’€™uso di voci famose) e la possibilità  di differenziare le voci a seconda del menù che l’€™iPod sta scorrendo. Apple sarebbe anche riuscita a trovare un sistema per migliorare nettamente la qualità  della sintesi vocalica rispetto agli standard attuali.

Al momento non è chiaro quanto di vero ci sia nell’€™articolo dello Scotsman. Non è neppure chiaro se tutto l’€™articolo sia frutto di pura speculazione basata su un cenno all’€™iPod ‘€œparlante’€ di cui si era potuto leggere qualche tempo fa in un giornale asiatico (indiscrezione che secondo qualcuno era frutto di un semplice errore di traduzione). Quel che è certo è che al di là  del fattore ‘€œcool’€ cui lo Scotsman si riferisce nel giustificare la ricerca in questa direzione, si può sollevare qualche domanda che fa traballare l’€™impianto messo in piedi dal giornale scozzese e che l’€™autore dell’€™articolo non pare neppure prendere in considerazione.

Ad esempio ci si potrebbe chiedere come l’€™iPod parlante si comporterebbe con le canzoni e i nomi non anglofoni. Attualmente esistono software si sintesi vocalica che imitano suoni di tutte le lingue (come quelli di Acapela, utilizzati in alcune applicazioni per ipovedenti), ma Apple non li ha mai neppure presi in considerazione come è noto a chi conosce il sistema di sintesi vocale di Mac OS X. Apple potrebbe acquistare in licenza o sviluppare in proprio un sistema per la lettura di testi in altre lingue, ma visto il successo planetario di iPod il gioco varrebbe la candela?

Un’€™altra domanda che ci si potrebbe porre è se vale davvero la pena investire in un sistema che finisce per limitare la durata della batteria, complicare l’€™uso di iPod e in alcuni casi anche per essere fastidioso solo per soddisfare esigenze di una nicchia molto limitata di utenti.

A queste domande per ora non è facile dare risposta. Per capire se davvero avremo l’€™iPod parlante non resta che aspettare non troppo a lungo visto che secondo lo Scotsman la funzione sarà  introdotta con la sesta generazione del player in arrivo entro nei prossimi mesi.