Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Multimedia e Creatività » Scrivere senza distrazioni con WriteRoom

Scrivere senza distrazioni con WriteRoom

Il paradosso del successo sta tutto in uno stupìto post dello sviluppatore, Jesse Grosjean, l’autore di Hog Bay Notebook diventato oggi Mori: “Due giorni fa ho pubblicato la versione 1.0b2 di WriteRoom, e il traffico del mio sito è aumentato di tre volte rispetto al miglior giorno dello scorso anno. […] Quasi per ironia, c’è voluta una settimana di lavoro (ripartita in poche settimane) per scrivere WriteRoom. E un vero programmatore certamente sarebbe riuscito a farlo in un pomeriggio. Comparato con i quattro e più anni spesi a sviluppare a tempo pieno Mori/Hog Bay Notebook, direi che si tratta di una vera e propria rivelazione!”.

Il successo di WriteRoom, piccola applicazione da soli 600 Kb, per adesso gratuita, sta tutto qui: una buona idea al momento giusto. Si era già  parlato non molto tempo fa del bisogno di una videoscrittura diversa, che permettesse di concentrarsi solo sull’attività  dello scrivere. I fondamenti filosofici non sono solo nei menu strapieni di opzioni, nelle infinite serie di barre e svolazzi vari che riempiono la vita di chi usa ad esempio Word (forse per sconfiggere la paura della pagina bianca). Il problema è l’economia del tempo, la costante interruzione provocata da un flusso incontenibile di interruzioni, una via l’altra: chat, mail, skype, web, rss e via dicendo. Serve una strada nuova. C’è chi ne ha proposta una parecchio radicale, ma quella “giusta” l’ha imboccata per il mondo di MacOs X Hog Bay Software.

L’idea è questa: perché quando si scrive devono coesistere diecimila possibili distrazioni nella già  ridotta superficie del monitor dei nostri computer? Scrivere richiede concentrazione, calma, attenzione. E’ un difficile mix tra parola e pensiero, un’attività  che nei secoli migliaia di artisti e di professionisti della parola hanno più volte raccontato, per cercare di tramandare i pochi segreti conquistati dopo decine e decine di anni di dedizione assoluta alla scrittura. Serve qualcosa di nuovo.

Qualcosa di nuovo in questo nuovo ambiente è una soluzione che piacerebbe a Steve Jobs: ribaltiamo la prospettiva, eliminiamo tutto quello che è superfluo. Scrivere è una questione di spazio, di occupazione del video con il testo. Deve essere rilassante, favorire la concentrazione, rendere l’attività  sicura e veloce. Ecco dunque WriteRoom: un manto nero che copre tutto il video, la colonna del testo nel centro, l’utilizzo delle sottostanti tecnologie di MacOsX (vale a dire la gestione dei testi in ambito Cocoa, la stessa di TextEdit, che permette di importare anche i documento Word), e un po’ di fantasia. Interfaccia gradevole e assente, idea brillante, realizzazione ottima, qualche particolare da rifinire (sarebbe meglio poter allargare di più la finestra di testo sullo sfondo nero) ma possiamo tranquillamente dirlo: WriteRoom è il word processor che mancava. Per di più, gratis…

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, risparmio da 630€ per MacBook Air 512GB M2 15,4 rispetto ad M3

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 630 euro meno del nuovo modello, solo 1249€

Ultimi articoli

Pubblicità