Processori Motorola, altro passo verso l’indipendenza

di |
logomacitynet696wide

La divisione processori di Motorola ora ha un CEO, è Michael Mayer, veterano di IBM. Procede a tappe forzate la marcia verso l’indipendenza.

Sarà  un veterano di IBM a guidare la divisione di chip di Motorola all’indipendenza dalla società  madre. Nel corso della giornata di ieri, infatti, la società  delle alette ha fatto sapere che l’incarico di amministratore delegato di Freescale, come si chiama ora il gruppo che disegna chip, sarà  Michael Mayer, un volto noto dell’industria dei semiconduttori.

Mayer è stato per 20 anni un dipendente di IBM assumendo in tempi recenti anche l’incarico di General Manager del settore processori lasciando Armonk lo scorso anno.

Il compito del CEO sarà  quello di trasformare Freescale, ancora legata da uno solido vincolo a Motorola, in una società  pienamente indipendente e quotata in borsa. Come noto l’operazione di separazione dalla casa madre è stata assunta alcuni mesi fa per restituire competitività  ai processori disegnati da Motorola e limitare le perdite. Compito di Freescale sarà  quello di disegnare e costruire chip e cercare in piena indipendenza nuovi mercati e nuovi clienti, un compito cui dovrebbe giovare l’esperienza di Mayer.

Inutile ricordare che l’operazione di separazione di Freescale da Motorola tocca da vicino anche Apple che acquista una significativa quantità  dei suoi processori proprio da quella che diverrà  Freescale.