Titanium, qualche scossa sui prezzi

di |
logomacitynet696wide

Da oriente la scorsa settimana sono arrivati segnali di possibili aumenti anche nel settore dei portatili e i nuovi Titanium sembrano concretizzare questi timori. Il listino prende una scossa ma chi non vuole il massimo potrebbe trovare il modo perfino di risparmiare

La scorsa settimana scrivevamo che da oriente arrivavano segnali preoccupanti per quanto riguarda i listini dei portatili. La sensazione di chi opera nel settore, in particolare assemblatori e fornitori di componenti, è che i costi, così come é accaduto nel campo dei desktop, potrebbero cominciare a salire, approfittando del lancio di qualche novità .
Una parziale conferma arriva proprio oggi, in coincidenza con il lancio dei Titanium di questa mattina il cui listino ha subito qualche sussulto proprio con il lancio delle nuove macchine.
Capire come e quanto siano aumentati di prezzo i Titanium, che modificano le loro configurazioni anche se parzialmente, non è semplice, ma partendo dal sito americano (che ha il vantaggio di non scontare i problemi derivanti dal cambio in euro) si comprende che qualche novità , non certo piacevole, c’é stata.
Ad esempio il modello da 800 MHz che prende il posto del modello da 667 MHz fa un balzo in avanti rispetto al predecessore di 200$ che diventano 100 per la versione “custom build”.
In passato le fasce di prezzo sono sempre rimaste le stesse, a dispetto delle macchine e degli aggiornamenti hardware introdotti, a meno di vere e proprie rivoluzioni architetturali che nel nostro caso non sono presenti. Di fatto, insomma, in passato un 800 MHz sarebbe costato come il vecchio 667. Evidentemente Apple non ha potuto seguire la stessa politica.
Esiste, però, anche un rovescio della medaglia.
Chi non avesse interesse per la versione top e si accontentasse di “solo” 667 MHz potrebbe acquistare oggi una macchina con scheda grafica molto più potente ad un prezzo di 500$ in meno con il solo handicap di avere 256 MB contro i 516 del “vecchio” Titanium a 667.
Il discorso è valido anche in Europa. Il vecchio Titanium da 667 MHz costava più di 4300 euro iva compresa, oggi costa meno di 3600, il che comporta una non irrilevante differenza di 1.4 milioni di vecchie lire. C’e’ spazio in abbondanza per aggiungere la Ram che manca e infilare la scheda Airport, di serie sul vecchio 667 e non presente sul 667 di oggi che è l’entry level. In “regalo” si ottiene la Radeon 7500 e qualche biglietto da 50 euro.
Ricordiamo che secondo molte fonti i portatili sono sottoposti a pressione nel campo dei prezzi in seguito agli aumenti degli schermi LCD e per la levitazione dei costi di componenti essenziali, come la RAM.