fbpx
Home Hi-Tech Android World Una cosa che Apple dovrebbe copiare da Google: preparare chip ARM per...

Una cosa che Apple dovrebbe copiare da Google: preparare chip ARM per notebook

I nuovi Chromebook Plus di Samsung hanno ricevuto recensioni decisamente positive in USA e gran parte del merito è dovuto al misterioso processore OP1. Proposti a 450 dollari, questi portatili costano circa la metà di un notebook Windows ma offrono prestazioni sensibilmente superiori ai lenti e goffi Chromebook venduti a prezzi ancora più contenuti, utili per attività molto leggere e il settore education, meno indicati invece per produttività più consistente e lavoro.

Ma nelle recensioni emergono le buone prestazioni offerte: i benchmark effettuati rilevano prestazioni superiori a qualsiasi altro Chromebook e inferiori solamente ai Chromebook più costosi dotati di processori Intel, il tutto naturalmente abbinato a una autonomia di circa 8 ore, possibile grazie ai consumi di energia inferiori dell’architettura ARM. Per avere un’idea delle prestazioni erogate da Samsung Chromebook Plus, un recensore dichiara di aver aperto oltre una dozzina di schede di navigazione web in Chrome prima di rilevare rallentamenti, un risultato notevole tenendo conto del processore ARM e solamente 4 GB di RAM installati.

Nessuna etichetta sulla macchina e nessuna indicazione invece spiegano il mistero del processore OP1. Con una buona attività di indagine The Verge ha svelato il mistero: si tratta di un SoC prodotto da Rockchip da anni specializzata in chip ARM ma curato e ottimizzato da OP. Si tratta di una società sconosciuta, il sito web è registrato in modo anonimo, ma che fa capo a Google. Riassumendo una lunga storia: Google non solo collabora con diversi costruttori di Chromebook, ma si sta muovendo anche in proprio, in modo non ancora molto appariscente, per ottimizzare i processori ARM destinati ai portatili. Invece di processori è più indicato usare il termine SoC perché l’ottimizzazione e l’architettura riguardano anche la connettività Wi-Fi, la gestione video, il collegamento con le periferiche e altro ancora.

processore OP1 soc ARM
Tenendo presente il prezzo sensibilmente inferiore di questi processori, bassi consumi e lunga autonomia e l’esecuzione nativa di migliaia di app Android, la manovra in corso a Mountain View ha ben più di una ragione d’essere. Anche Microsoft sta puntando ai processori ARM con una versione di Windows 10 ad hoc per portatili, rilasciando app e software di Redmond per ARM. Infine considerando la grande diffusione di smartphone, tablet e non solo, i processori Intel e l’architettura X86 non sono più da tempo la piattaforma hardware dominante nel computing.

Da anni si vocifera l’arrivo di un MacBook Air o comunque di un portatile Mac con processore ARM: la potenza di calcolo e le prestazioni dei processori Apple A9X di iPad Pro confermano che tecnologia e tempi sono maturi. Viceversa Cupertino e i suoi dirigenti continuano a dichiarare che Mac e iPad (leggi schermo Touch) continueranno a essere due mondi separati. Oggi Samsung Chromebook Plus offre le funzioni di un notebook light e di un tablet con stile a 450 dollari, anche se naturalmente software ed esperienza utente non sono paragonabili a pulizia, efficienza e ottimizzazione del mondo Apple.

Come sempre Cupertino lavora in segreto e, salvo le anticipazioni più o meno mirate, è possibile scoprire le novità solo all’annuncio ufficiale. La speranza è che da qualche parte a Cupertino qualcuno di Apple stia lavorando per portare i processori Apple AX in una nuova categoria di portatili. Quando questo avverrà, e secondo molti esperti è solo questione di tempo, potremo finalmente scoprire se Apple abbia scelto la strada di Google oppure quella di Microsoft per approdare ad ARM. Vale a dire ottimizzare le app e l’hardware mobile già in possesso ,incluso lo sterminato parco di app iOS disponibili (alla Google) oppure se affrontare un’altra migrazione dai software Mac per Intel al codice per ARM.

ARM per notebook samsung chromebook plus 10

Offerte Speciali

preordini applw atch su amazon

Apple Watch 6 e Apple Watch SE si ordinano anche su Amazon

Partiti i preordini dei nuovi Apple Watch su Amazon, con spedizioni già da domani 18 settembre. E' probabile che con Amazon arrivino prima che con Apple
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,716FansMi piace
93,885FollowerSegui