fbpx
Home Macity Futuroscopio Il nuovo iPod sarà  "camaleontico"?

Il nuovo iPod sarà  “camaleontico”?

“It’s Showtime” è il nome dell’evento che catalizzerà  l’attenzione degli appassionati Mac il 12 Settembre alle 19 ora italiana. Ormai quasi sicuro che iTunes proporrà  film completi da scaricare su iTunes Music Store ci si chiede quale potrebbe essere l’altro elemento nuovo per cui a Cupertino hanno deciso di creare una presentazione che muoverà  un gran numero di addetti dell’azienda verso la location originale di San Francisco e quella collegata via satellite di Londra.

E’ altamente probabile a questo punto che si tratti di un prodotto fuori dalla linea attualmente disponibile nella gamma iPod e Mac attuale.
Ovviamente il candidato principale a subire una rivoluzione più che una evoluzione è l’iPod con video.

Il modello attuale ha ormai un anno di vita e un semplice incremento di capacità  di memoria o di durata della batteria non giustificherebbe un evento apposito da parte di Apple.

Da più parti e da mesi si parla di un iPod a pieno schermo che permetterebbe la visione di film in dimensioni accettabili ad una distanza ravvicinata.

camaleonte 1

Un dispositivo del genere avrebbe bisogno ovviamente di una interfaccia touch screen per accedere ai vari comandi: ma una volta introdotta l’interazione con uno schermo sensibile al tocco nulla impedirebbe di trasformare l’iPod in un vero e proprio dispositivo multifunzione aggiungendo l’opzione che lo distingue da un PDA “attivo”: l’input dei dati senza il collegamento ad un computer.
Ma un iPod che funzionasse solamente da visore di Film e lettore audio che se ne farebbe di una tastiera virtuale o di bottoni a schermo?

Potrebbe funzionare come un normale PDA per inserire appuntamenti, calcoli etc ma allo stesso tempo anche come interfaccia per FrontRow o come controller multimediale per computer con la pubblicazione dei menu sullo schermo stesso del dispositivo come avviene da tempo su PDA e telefoni che utilizzano Salling Clicker.
Con un collegamento wireless (bluetooth o meglio wi-fi) il multi-iPod diverrebbe anche un telecomando/terminale per il Mac (trasformato in sistema audio video casalingo) da utilizzare in tutta la casa, un po’ come avviene con i sistemi di Sonos.

camaleonte 2

Se il multi-iPod utilizzasse un sistema wi-fi di tipo G potrebbe visualizzare localmente ad una risoluzione decente (diciamo 640×360 o 480 pixel?) i film presenti sul Mac anche con la banda permessa dalle attuali soluzioni wi-fi presenti sui Mac messi in vendita questa settimana.

Se il multi-iPod fosse dotato di un microfono e collegamento wireless potrebbe diventare un terminale per il collegamento con un router wireless e adsl o con un Mac per l’uso di Skype o altri programmi di VOIP.

Infine, se il multi-iPod avesse all’interno una radio per il collegamento UMTS o HDSPA potrebbe diventare un telefono dal look e funzionalità  innovative.

In realtà  quelle che abbiamo descritto non sono novità  assolute: quasi tutte queste funzioni sono disponibili nei PDA più dotati in commercio attraverso programmi aggiuntivi ma Apple potrebbe gestire tutte queste opzioni con una interfaccia innovativa e sopratutto semplice da usare, nella sua migliore tradizione di ricerca ergonomica e di design.

Anche iPod con video quando uscì non sembrava essere diverso dai tanti prodotti di Archos e altri produttori che abbinavano video a musica ma era l’infrastruttura di “rifornimento”, iTunes Music Stores e quella dell’interfacciamento fisico a centinaia di accessori attraverso il connettore dock “unificato” a fare la differenza.

Incrementata la disponibilità  di musica, film e consolidata l’universalità  del dock con la decuplicazione del supporto di terze parti quello che potrebbe fare ancora la differenza, ed è testimoniato dai tanti brevetti presentati da Cupertino in questi mesi, è il tipo di interazione che permetterebbe di utilizzare il multi-iPod in maniera innovativa: non solo tocco ma anche “gestures”, movimenti, rilevamento di prossimità  per utilizzare lo schermo “attivo” anche senza toccarlo direttamente o ottenere diversi risultati in base agli spostamenti e alla pressione esercitata.

Se solo un terzo dei brevetti, presentati da Apple dal 2005 ad oggi ed opera di uno semi-sconosciuto inventore che si è fatto le ossa con la progettazione di telecomandi per sistemi multimediali, vedesse la luce nel “multi-iPod” prossimo venturo saremmo di fronte ad un prodotto che potrebbe rivoluzionare non tanto il nostro modo di ascoltare musica e vedere film ma anche di utilizzare tutto il multimedia che abbiamo in casa con la possibilità  di realizzare dei sistemi ad una frazione del costo di quelli che solo le abitazioni più pregiate possono permettersi.

Fantasie? Certo! Ma potrebbero essere tracce per arrivare al 12 Settembre…

(le immagini sono tratte da registrazioni Apple presso l’ufficio brevetti USA).

Offerte Speciali

MacBook Pro 16 su Amazon scontato di 213€ e in pronta consegna

MacBook Pro 16 su Amazon in sconto fino a 390 euro

Continuano gli affari su Amazon per chi desidera un MacBook Pro da 16". La versione da 512 Gb costa solo 2430 euro, quella da 1 TB costa 2911 €
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,403FansMi piace
95,094FollowerSegui